Le abitudini inutili per l’igiene del neonato

Scritto da
igiene del neonato

Ogni genitore ha le sue abitudini per l’igiene del neonato. Alcune di esse ci vengono tramandate dalla cultura popolare, e sono talmente radicate che si praticano anche se non sono di nessuna utilità. Ma quali sono quelle che utilizziamo più spesso, e che sono totalmente inutili?

Il bagnetto tutti i giorni per l’igiene del neonato

Fare tutti i giorni il bagnetto ai neonati è un’abitudine molto diffusa, ma totalmente inutile. Anche gli ospedali, quando spiegano alle neomamme come prendersi cura del loro bambino, sconsigliano di lavarlo tutti i giorni, perché i detergenti, per quanto delicati, rischiano di alterare il film protettivo della pelle, portando all’insorgere di irritazioni e dermatiti.

Massaggi giornalieri con creme e oli

Insieme al bagnetto, l’utilizzo giornaliero di creme idratanti e oli per massaggiare il bambino è assolutamente inutile e potenzialmente dannoso. Le creme vanno utilizzate, se proprio si vuole, non più di un paio di volte alla settimana, e tutti i giorni solo se la pelle è irritata. Gli oli, invece, andrebbero evitati, anche durante il massaggio neonatale, perché recenti studi hanno dimostrato che anche gli olii più delicati possono causare irritazioni.

Per l’igiene del neonato, crema ad ogni cambio

Le creme a base di ossido di zinco sono un prezioso alleato delle mamme per favorire la guarigione della pelle delicata della zona del pannolino quando c’è un irritazione in corso. Non è assolutamente necessario, però, applicarle ad ogni cambio. Piuttosto, è opportuno pulire accuratamente la zona, preferendo una spugna inumidita alle salviette detergenti.

Evitiamo di pulire le orecchie con i bastoncini cotonati

I mitici Cotton Fioc, anche quelli che si trovano in commercio con le punte più grandi, non sono comunque adatti all’igiene delle orecchie di un neonato di pochi mesi. Il cerume, infatti, aiuta a proteggere l’orecchio da eventuali infezioni. La cosa migliore per tenere pulite le orecchie del neonato è passare una garza inumidita nella parte esterna, lasciando stare l’interno.

Categorie dell'articolo:
Cura del bambino

Commenti

  • Quanta scienza….tutte novitaaaaa

    Simona Esposito Simona Esposito 21 maggio 2017 18:52 Rispondi
  • Fate un bel bagnetto ,i bimbi si rilassano fatto ogni giorno come lo facciamo noi

    Maria Zerilli Maria Zerilli 21 maggio 2017 19:21 Rispondi
    • Esatto !!!! Mica li si deve lavare con la spazzola per i cavalli

      Silvana Parisi Silvana Parisi 21 maggio 2017 21:42 Rispondi
  • Io faccio il bagnetto ogni gg … faccio massaggi con olio e mio figlio si rilassa tantissimo

    Michela Cagnoni Michela Cagnoni 21 maggio 2017 20:12 Rispondi
  • Filippo Abbruzzese

    Serena Del Pesco Serena Del Pesco 21 maggio 2017 22:05 Rispondi
  • Il bagnetto è un rito per far rilassare il bambino che soprattutto nei primi mesi ama l’acqua perché gli ricorda il periodo prenatale… e non è obbligatorio usare i detergenti … che oggi come oggi sono molto delicati ed appositamente studiati per ogni tipo di pelle..
    il massaggio è anche quello un rito per far rilassare il neonato ed un momento d’intimità e coccole! Oltretutto è consigliato per prevenire le coliche e per noi è stato provvidenziale, perché mia figlia le aveva tutte le sere…
    per il cerume concordo che è una difesa per l’orecchio ma se hanno inventato i bastoncini cotonati appositi, più grossi è proprio per pulire la parte esterna dell’orecchio e non andare a dentro .. anche perché il timpano sia nei neonati che negli adulti è molto delicato ed è necessario usare molta cautela nella pulizia.
    La crema per le irritazioni, nel sederino si deve usare quando c’è necessità, ma dato che i bimbi stanno a volte molte ore con il pannolino sporco , basti pensare quando dormono, prevenire è meglio e non mi pare ci siano state mai conseguenze peggiori di un culetto rosso ed irritato, che invece provoca molto dolore e fastidio a questi bimbi così piccini e delicati.
    Grazie per l’articolo ma da neomamma da 2 mesi e 3 settimane, ritengo siano consigli non corretti , per le future mamme alle prime armi.

    Ilenia Caretto Ilenia Caretto 21 maggio 2017 22:11 Rispondi
  • Non tutti gli ospedali sconsigliano anzi…A tarquinia (ora chiusa ostetricia) nel 2012 i bimbi venivano presi tutte le mattine dopo le 5 per essere immersi completamente in una piccola vasca (ho fatto il cesareo ,tutti e 4 i giorni giuro, con la raccomandazione di fare lo stesso a casa).
    Molti non lo sanno ma siamo noi con i nostri pregiudizi sull’acqua a disimparare la respirazione in acqua e il nuoto dei nostri figli.
    I bimbi respirano e nuotano naturalmente.
    I vari corsi di acquaticita in realtà sono per imparare agli adulti a fidarsi delle capacita dei neonati e a lasciarli nuotare liberi.
    Il massaggio è un momento bellissimo tra mamma e bambino imperdibile un buon olio ci vuole.
    Ogni tanto vengono sparate grosse.

    Sabina Contenta Sabina Contenta 21 maggio 2017 23:50 Rispondi
  • io sempre fatto in inverno 3 volte a settimana… è sempre lavata con acqua ogni cambio pannolino… l ho portata al corso acquaticità neonatale a 5 mesi.. adesso ne ha 10 di mesi e l acqua l adora..

    Vichi Ser Vichi Ser 22 maggio 2017 6:56 Rispondi
  • Io alla mia tata le facevo il bagnetto 3 volte a settimana ora che è caldo tutti i giorni perchè suda molto come io mi faccio la doccia tutti i giorni non vedo perché la mia tata non lo può fare bha !!!!

    Pamela Scaggiante Pamela Scaggiante 22 maggio 2017 7:46 Rispondi
  • Adriana Zappulla

    Giorgia Carrà Giorgia Carrà 22 maggio 2017 8:23 Rispondi
  • Ahahahah è bellissimo vedere come non si può dire nulla ad una mamma. Al giornp d’oggi poi abbiamo atrenzioni quasi maniacali con i piccoli, una volta crescevano anche senza l’olio spemuto a freddo suer bio e super delicato. A me spaventano molto gli eccessi soprattutto con i bimbi quindi mi trovo più daccordo con l’articolo. Sono cresciuto con una mamma che mi curava senza particolari precauzioni e fisse e sono cresciuto bene

    Pietro Palumbo Pietro Palumbo 22 maggio 2017 9:15 Rispondi
  • Il mio bimbo è nato a febbraio e, nonostante il “freddo”, il bagnetto glielo facevo e glielo faccio tutt’ora la sera tutti i giorni e la mattina manine, sedere e faccia! Se per qualche motivo faccio tardi a rientrare, devo farglielo comunque perché ormai fa parte del rito della nanna e ovviamente lui lo aspetta e senza non dorme. Poi, se il giorno suda, perché soffre mooolto il caldo, doccetta veloce solo acqua. Noi adulti, facendo la doccia, ci sentiamo subito meglio e andiamo a letto più rilassati perché scarichiamo la tensione giornaliera rilassandoci sotto l’acqua, ovviamente la stessa cosa vale anche per loro!

    Mariaelisa Sampaolesi Mariaelisa Sampaolesi 22 maggio 2017 11:16 Rispondi
  • Io sinceramente il bagnetto a tutti e due glielo faccio in inverno ogni due giorni poi giustamente ogni giorno si lava faccia sederino e manine come noo quando arriviamo a casa dopo che siamo usciti e prima di mangiare e sederino e faccia prima di nanna e denti pure però sono pulito la cremina per il sederino ne uso una che fa la mia farmacia apposta e senza cose strane ( e l’unica che fa passare gli arrossamenti nei miei bimbi) però gliela metto solo di notte che tengono di più il pannolino….di giorno li cambio spesso e li lavo se fanno la pupu per cui….per le orecchie invece glielo sempre pulite dopo la doccia mai ogni giorno e d’estate la doccia tutte le sere….perché comunque fa caldo

    Anna Aurora Anna Aurora 22 maggio 2017 12:06 Rispondi
  • Rosa Giordano, Sara Dadà Quinto voi che fate?

    Sandro Pertini Sandro Pertini 23 maggio 2017 8:50 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *