Il sonno dei neonati viene… Nuotando!

Scritto da
sonno dei neonati piscina

Quando nasce un bambino, anche se è il neonato più tranquillo del mondo, noi genitori ci ritroviamo inevitabilmente ad accumulare un debito di sonno enorme, che non riusciremo a smaltire mai più. Le serate più difficili sono quelle in cui stiamo praticamente dormendo in piedi ma il nostro cucciolo non ne vuole proprio sapere di cedere al sonno.

Se il vostro bambino è particolarmente agitato e non vuole proprio saperne di dormire, potete provare a portarlo in piscina: pare che il nuoto abbia un effetto calmante anche sui bimbetti più irrequieti!

Il nuoto favorisce il sonno dei neonati?

Sembra proprio di sì. Il merito andrebbe riconosciuto alle endorfine, quelle sostanze chimiche prodotte dal cervello che vengono liberate nell’organismo attraverso l’esercizio fisico svolto in acqua: come sapete, le endorfine hanno un’effetto rilassante e provocano una sensazione di benessere.

Se volete che le lezioni di nuoto abbiano successo, però, ricordate di portare il vostro piccolo in piscina durante il pomeriggio, in modo che l’effetto rilassante del nuoto faccia il suo lavoro e consenta al bimbo di dormire sonni tranquilli.

Non solo nanna

Grazie alle sue numerose qualità, il nuoto è l’unico sport adatto ai neonati, e può essere praticato già dai tre mesi di vita.

Durante i corsi di acquaticità neonatale i bambini, seguiti da un’ostetrica o da un’infermiera specializzata e accompagnati dalla mamma, riscoprono quell’elemento, l’acqua, in cui hanno vissuto per nove mesi, e traggono numerosi benefici dall’esercizio fisico svolto.

È stato dimostrato che nuotare serve a sviluppare il sistema cognitivo dei neonati, oltre a rilassare la muscolatura e a rafforzare il sistema immunitario e l’ossatura; grazie al nuoto i piccoli imparano anche a coordinare i movimenti più velocemente.

Quante volte?

Lo so che adesso che avete scoperto il potere soporifero del nuoto sul sonno dei neonati sareste tentate di portare il vostro bimbo in piscina praticamente tutti i giorni. In realtà, per ottenere i benefici sperati, è sufficiente una lezione di acquaticità a settimana!

Categorie dell'articolo:
Nanna

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *