10 buoni consigli per aumentare la fertilità

Scritto da
consigli fertilità donna

La nascita di un figlio è una gioia immensa, da alcune mamme cercata con grande impegno, per altre invece risultato di pochissimi sforzi. Molte coppie, soprattutto negli ultimi anni a causa di fattori ambientali sfavorevoli, della vicinanza costante di apparecchi elettronici e altre cause ancora da studiare, cercano disperatamente di allargare la famiglia e si trovano a osservare deluse l’ennesimo test di gravidanza negativo. Ci sono però alcuni piccoli accorgimenti da osservare per poter aumentare le probabilità di rimanere incinte.

Ecco dunque 10 consigli per incrementare la fertilità della donna (e dell’uomo).

Fate attenzione alla salute

La salute è uno dei primi fattori di cui tenere conto se state cercando di avere un bambino. Un corpo sano dimostra maggiori possibilità di concepire. Per aumentare la fertilità è imperativo seguire una dieta sana e bilanciata, idratarsi molto, e cercare di ridurre o eliminare sostanze negative come il fumo, l’alcol e il caffè. Un po’ di caffè durante il giorno non è dannoso, cercate però di non esagerare.

Tenete traccia del ciclo mestruale

Conoscere il proprio corpo e il proprio ciclo mestruale è un ottimo modo per poter tenere d’occhio i giorni in cui aumenta a fertilità. Ci sono infatti alcuni periodi del mese in cui si è naturalmente più fertili e conoscere il ciclo porta ad avere maggiore coscienza anche di quei periodi favorevoli.

Imparate a conoscere il vostro muco

Un’altra cosa molto importante da conoscere, di voi stesse, è l’aspetto delle vostre secrezioni vaginali. Molte donne non vi prestano attenzione, ma è un segnale importante che vi comunica se siete fertili oppure no. Un muco asciutto, che si riscontra solitamente nei primi due o tre giorni successivi alla fine del ciclo mestruale, sono testimoni di un periodo non fertile, mentre tra il quarto e il sesto giorno il muco dovrebbe essere addirittura colloso. Anche in quel caso non siete in presenza di un segnale di fertilità. Quest’ultima comincia a crescere sempre di più in vista dell’ovulazione. Il muco si presenta abbondante, spesso e cremoso attorno ai sette/nove giorni dalla fine del ciclo e indica una fase semi-fertile, mentre la fertilità è al massimo attorno al quattordicesimo, durante il quale il muco è più chiaro, trasparente come l’albume dell’uovo ed elastico.

Tenete il vostro partner lontano dalla spa

Vi sembra una regola strana? In realtà è molto semplice da spiegare. In condizioni di calore, vapore o situazioni simili a una spa, gli studi hanno dimostrato una riduzione di forza e quantità dello sperma. Se volete concepire, è meglio tentare in occasioni in cui l’uomo non è sottoposto a simili condizioni “ambientali”.

Abbiate rapporti sessuali almeno una volta ogni 2 giorni

Fare spesso l’amore è il metodo migliore e forse più ovvio per avere più possibilità di concepire un bambino, ma gli studiosi hanno dimostrato che l’intervallo ideale è almeno una volta ogni due giorni.

Per avere uno sperma più attivo è importante che l’uomo si prenda un po’ di tempo per “riposare” tra un tentativo e l’altro, ma è anche importante che questa fase di recupero non si protragga troppo. Durante le pause c’è la possibilità che gli spermatozoi siano molti di più, ma che molti di essi muoiano o siano meno forti. Un giorno di pausa, dunque, è sufficiente.

Smettete gli anticoncezionali qualche settimana prima di provare ad avere un bambino

A volte nell’organismo delle donne che tentano di concepire resta traccia degli anticoncezionali assunti poco prima. Potrebbe volerci un po’ prima che il corpo ne smaltisca completamente gli effetti, quindi è consigliato evitare la pillola o altri anticoncezionali simili almeno due o quattro settimane prima del tentativo di rimanere incinte.

Riducete il lubrificante

Anche il lubrificante, a volte utile per rendere agevolare i rapporti sessuali, può avere degli effetti negativi sullo sperma, danneggiandolo o indebolendolo. Questo è dovuto all’acidità di gran parte dei lubrificanti in commercio, mentre un altra difficoltà viene rappresentata dallo spessore dello stesso, che rende più complesso il movimento degli spermatozoi. Meglio dunque evitarlo e rivolgersi ai vecchi preliminari.

Assumete vitamine pre-natali

Le vitamine pre-natali sono un ottimo aiutino per preparare il proprio organismo al concepimento perché spesso alcuni problemi legati all’ovulazione e alla fertilità sono direttamente o indirettamente riconducibili a mancanze nutrizionali. Le vitamine migliori per rimediare a queste mancanze sono quelle del gruppo D, E, C, B, l’acido folico, lo zinco, il ferro e il selenio.

Mantenete la massa corporea nei limiti normali

Così come è importante seguire una dieta sana e assumere delle vitamine, al tempo stesso è fondamentale mantenere un indice di massa corporea regolare. È dunque utile cercare di perdere peso se questo indice è superiore alla media, o incrementarlo se è inferiore. Una massa regolare comporta un organismo sano e una maggiore possibilità di concepire.

Non demordere!

Molte donne perdono la speranza quando l’età avanza e non riescono ad avere un bambino. Gli studi però parlano chiaro: non è detto che una donna oltre i 30 o i 35 anni abbia scarse possibilità di concepire e le statistiche confermano questa opinione. Ciò che una donna deve evitare di fare, allora, è demordere. Continuate a tentare e non fatevi spaventare dall’età.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Concepimento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.