L’infanzia è magica anche senza i guru dei tutorial

Scritto da

Suggerimenti, guide e tutorial disponibili sul web hanno finito per mettere sotto pressione le mamme contemporanee, convincendole che l’infanzia dei propri pargoli non possa essere magica senza le attività creative suggerite dalla rete. Basta googlare “attività creative bambini” per essere sommerse da istruzioni per lavoretti, realizzazioni artistiche fai da te, idee strabilianti per party di compleanno da sogno e giochi costruttivi per “distrarli” quando si mostrano insofferenti. Siamo sicuri che si tratti della strada giusta? Non è forse vero che anche senza internet e geniali suggerimenti dai guru dei tutorial è possibile garantire ai propri figli  un’infanzia magica?

Malgrado i numerosi aspetti positivi della rete, risorsa preziosa di informazioni e conoscenze, va sottolineato che essa ha finito con l’iper-stimolare le mamme, convincendole del fatto che la magia dell’infanzia vada “gestita” e costruita, quasi si trattasse di un portafoglio di investimento. Un simile atteggiamento, in alcuni casi, lungi dal portare giovamento al piccolo, rischia di stressarlo e di renderlo irascibile. Il desiderio di intensificare il pacchetto esperienziale dei propri figli con attività ad hoc, infatti, più che contribuire a rendere magica la loro infanzia finisce, al contrario, col rompere l’incantesimo.

Passare del tempo coi propri bambini è assolutamente benefico sia per la mamma che per il piccolo, ma realizzare percorsi creativi su misura da condividere, ci appare come una forzatura. Del resto è bene che i bambini condividano le esperienze e i giochi con il gruppo dei pari, avendo la possibilità di far viaggiare la propria fantasia senza freni, senza indicazioni e/o istruzioni per l’uso. Avete forse dimenticato, care mamme, di quanto fosse bello giocare a campana, fingersi delle principesse o sconfiggere con le proprie spade immaginarie gli orchi sputa-fuoco?

Internet, lo ribadiamo, è una risorsa preziosa, ma va utilizzata, come qualsiasi altro strumento, con moderazione e spirito critico. Impossibile credere che la rete possa fornirci ricette per la felicità o le istruzioni per rendere magica e felice l’infanzia dei nostri figli!

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Educazione/psicologia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *