La dipendenza da figlio: “Perché lui oggi è me”

Scritto da
dipendenza da figlio delle mamme

Lui è più me stessa di quanto non lo sia io.
Emily Bronte

 

Francesco me lo porto ovunque, da sempre. Ora che cammina mi segue dappertutto (si anche in bagno) e se capisce che devo uscire mi prende la manina. Quando siamo in giro se lo tengo in braccio una sua mano svolazza nell’aria alla ricerca di vento ed emozioni. L’altra mi tocca, sfiora la mia spalla con quella dolcezza più inebriante di un bacio.

Per una mamma portare un neonato sempre con sé è una scelta. Delle volte è una scelta quasi obbligata, delle altre è pura dipendenza da figlio.

Per me che sono diventata mamma per la prima volta l’anno scorso a giugno averlo vicino in ogni momento è stato del tutto naturale. È stato il mio modo di comunicargli tutto l’amore che sentivo  e sento per lui. Perché ogni stanchezza, dolore post parto, ogni tristezza e sfiancamento accumulato non hanno fermato la mia voglia di lui. Per annusare la sua pelle e tenerla sulla mia, per ascoltare il battito del suo cuoricino.

Da quando sono madre mi sono riempita di lui. Sempre. Francesco è stato il mio cibo quotidiano: la mia colazione al mattino dopo una notte di allattamento che mi faceva svegliare con i crampi della fame. Il mio pranzo tra morsetti dolci sulle sue cosce cicciotte e carezze alla sua pelle delicata. Le merende e le cene fatte di impasti di emozioni tra lacrime salate e piedini movimentati sul corpo.

La mia dipendenza per lui è stata una delle cose più belle della gravidanza e per questo averlo sempre affianco non mi ha mai pesato. A distanza di 14 mesi oggi sono abituata ad averlo vicino in ogni situazione. E così sabato scorso l’ho portato con me all’addio al nubilato di mia cognata. Mi è venuto naturale e forse, ora lo ammetto, io non sarei potuta esserci senza di lui.
Perché lui oggi è me.

È stato la mascotte della serata ed ero felice perché lo avevo vicino, come un’aurea positiva che mi dava carica ed energia. Anche se ero stanca, anche se non ero molto spensierata. Anche se l’ho dovuto portare in braccio con 10 cm di tacco a spillo in una strada sterrata. Il mio addio al nubilato era insieme a lui. A farlo mangiare dimenticandomi di farlo io, a farlo ridere e intrattenerlo con pose simpatiche e boccacce. A impedirgli di prendere il passeggino per trasportarlo in ogni dove e investire i passanti.
Perché lui oggi è me.

So che è più facile lasciarlo a casa, so che avrei bisogno di riposo. Ho i capelli bianchi che prima non avevo. Ho dolori fisici dovuti alla tanta stanchezza a cui cerco di non pensare. Mi sento sempre affaticata pur essendo “giovane” e in salute. Portare un bambino piccolo in qualsiasi ambiente è difficile ma per le mamme come me è necessario.
È il completamento della maternità, che mi rende pazzamente felice di respirare la sua presenza. Di viverlo in qualsiasi situazione, di aiutarlo a conoscermi. Di aiutarmi a conoscerlo.

È la consapevolezza che la mia dipendenza da figlio mi rende più completa.
Perché lui oggi è me.
E non potrebbe essere diversamente.

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Ho un bimbo · Mamme Blogger

Commenti

  • Io ne sono la prova…ovunque con me sempre

    Maura Salvalaio Maura Salvalaio 7 settembre 2016 14:18 Rispondi
  • Roberta Vendemiati

    Stefano Gregnanin Stefano Gregnanin 7 settembre 2016 14:19 Rispondi
  • Una dipendenza meravigliosa

    Ilenia Cleo Ilenia Cleo 7 settembre 2016 14:26 Rispondi
  • Mony Clelia Anna Mony Clelia Anna 7 settembre 2016 14:27 Rispondi
  • Puro amore solo una msmma può capire….

    Mony Clelia Anna Mony Clelia Anna 7 settembre 2016 14:27 Rispondi
  • Come t capisco…

    Monica Romanini Monica Romanini 7 settembre 2016 14:31 Rispondi
  • Peccato che quando so a lavoro non posso portarmelo dietro…

    Elena Pannocchia Elena Pannocchia 7 settembre 2016 14:31 Rispondi
  • ❤❤❤❤❤❤❤❤

    Oksana Fiorentina Oksana Fiorentina 7 settembre 2016 14:33 Rispondi
  • Fa bene è una gioia immensa àuguri

    Nella Alberesi Nella Alberesi 7 settembre 2016 14:50 Rispondi
  • ti capisco anche io con mia figlia sono così adoro stare con lei .

    Francesca Garziano Francesca Garziano 7 settembre 2016 14:51 Rispondi
  • Ti capisco. . . Quest anno mia figlia avrebbe potuto iniziare la scuola,ha due anni è mezzo. . Ma. . Ho preferito tenerla a casa con me. . . Non mi riesco a staccare da lei,sento un legame viscerale fortissimo. .

    TinoDany BernardoRomano Bernardo TinoDany BernardoRomano Bernardo 7 settembre 2016 14:53 Rispondi
  • Stessi sentimenti per la mia patata

    Elisa Bibianelli Elisa Bibianelli 7 settembre 2016 14:56 Rispondi
  • Sei di sicuro un ottima mamma!

    Lorenzo Mary Palumbo Lorenzo Mary Palumbo 7 settembre 2016 15:02 Rispondi
  • Solo se devo andare x uffici o ospedali cerco di nn portarmela dietro……altrimenti sempre

    Mara Pellizzer Mara Pellizzer 7 settembre 2016 15:10 Rispondi
  • Secondo me invece non va bene affatto questo comportamento di dipendenza

    Valentina Orsucci Valentina Orsucci 7 settembre 2016 15:12 Rispondi
  • Mi sono riconosciuta perfettamente in ogni singola parola…

    Girolamo Daniela DI Dia Girolamo Daniela DI Dia 7 settembre 2016 15:21 Rispondi
  • La mia bimba domani fa 11 mesi .. ma non l ho ancora mai lasciata sola a nessuno! È sempre con me ovunque vado .. logico che se proprio devo sta con il papà ma è successo raramente perché alla fine lei è sempre con me 24 su 24 .. manca il sonno ma ho l’ossigeno ed è mia figlia!

    Michela Vettrice Michela Vettrice 7 settembre 2016 15:24 Rispondi
    • La stessa storia ♥ noi abbiamo un anno e sempre con me ♥ dormo .mangio .mi lavo. cucino. pulisco .esco fuori. spesa .parco . Paruchierre. L’Ospedale. Da per tutto con tutte due ♥♥ ho anche un figlio di 5 anni ♥♥

      Vasi Stamat Vasi Stamat 7 settembre 2016 21:31 Rispondi
  • Dipendenza…❤

    Antonietta Toschi Pilo Antonietta Toschi Pilo 7 settembre 2016 15:26 Rispondi
  • Secondo me il troppo non va bene né x noi e soprattutto x i nostri figli… esagerare non è positivo…

    Natascia Nasci Natascia Nasci 7 settembre 2016 15:27 Rispondi
    • Io non mi sento esagerata, anche perché Francesco va alla ludoteca perchè credo abbia bisogno di stare con altri bambini. Il messaggio dell’articolo è però che lui è una parte di me in ogni cosa che faccio, quindi se esco non lo lascio a casa, lo porto con me. Lui è sempre con me in qualsiasi situazione, dove vado io viene lui 😀

      Sono una mamma Sono una mamma 7 settembre 2016 16:26 Rispondi
  • Io sono mamma da tre mesi e mio figlio l’ho porto sempre con me mi so organizzare

    Stella Pell Stella Pell 7 settembre 2016 15:41 Rispondi
  • Basta che non diventi un tarpare loro le ali pur di averli sempre accanto

    Carmela Cammarata Carmela Cammarata 7 settembre 2016 15:46 Rispondi
  • Anna Maria Efisio Vitiello Anna Maria Efisio Vitiello 7 settembre 2016 15:48 Rispondi
  • Condivido in pieno

    Liana Affatigato Liana Affatigato 7 settembre 2016 15:51 Rispondi
  • Lui è me….solo chi è mamma può capire….non giudicate…

    Italia Imputato Italia Imputato 7 settembre 2016 15:53 Rispondi
  • Sn dipendente dal mio cuccioli no

    Noemi Condurso Noemi Condurso 7 settembre 2016 16:06 Rispondi
  • anche io ho sempre portato mio figlio con me non l’ho mai lasciato adesso ha quasi 9 anni è un giovanotto

    Mary Ardita Mary Ardita 7 settembre 2016 16:48 Rispondi
  • Io penso che non sia giusto.come fare diventare i figli mammoni.bisogna avere i propri spazi e i bambini abituarli a stare con tutti.

    Loredana Malimpensa Loredana Malimpensa 7 settembre 2016 16:51 Rispondi
  • Che belli i Francesco! Sono meravigliosi!

    Pietrina Fancello Pietrina Fancello 7 settembre 2016 17:00 Rispondi
  • Meraviglioso

    Maria Pina Carnazza Maria Pina Carnazza 7 settembre 2016 18:29 Rispondi
  • Crescono tanto in fretta… Averli sempre vicino e condividere tutto con loro è un privilegio . Non vuol dire farli crescere mammoni. Ma solo dare loro tutto l’amore che si può .

    Marianofati@gmail.com' Fatima 7 settembre 2016 19:46 Rispondi
  • E anche se tutti giudicano dicendomi che sbaglio.io non voglio staccarmi dal mio cucciolo e me lo porto sempre dietro…meraviglioso!!! Sempre con la sua mamma..lo amo! Ai parenti bisognerebbe mandarli a quel tal paese!!!!

    Roberta Donà Roberta Donà 7 settembre 2016 20:33 Rispondi
    • Sono quasi d’accordo con te ….però anche i parenti a volte hanno ragione…..esperienza…..comunque devi fare quello che ti senti 🙂 un abbraccio

      Alba Lischetti Balordi Alba Lischetti Balordi 8 settembre 2016 12:35 Rispondi
    • Grazie al cielo i parenti sono prima di tutto persone e come tali possono essere anche persone molto intelligenti con i quali ci si può relazionale, senza crearsi problemi,e soprattutto che rispettano il tuo ruolo di Madre.

      Roberta Donà Roberta Donà 8 settembre 2016 12:56 Rispondi
  • Sono la sola a pensare che a portarli sempre con sé, anche se si ha qualcuno a cui affidarli qualche oretta non fa tutto sto bene e ste creature? Finché sono piccoli e soprattutto col freddo non li trascino al super. Dal medico/ dentista/oculista non mi sembra il caso. Parrucchiere ed estetista( due volte) no. Uffici pubblici vari, ospedale idem. E non per egoismo, ma perché i bimbi non sono nostre appendici.

    Lucia Siano Lucia Siano 7 settembre 2016 20:48 Rispondi
  • Idem Nn posso farne a meno sono il mio tutto ❤️❤️

    Alessandra Liguori Alessandra Liguori 7 settembre 2016 23:27 Rispondi
  • Come ti capisco, una dipendenza meravigliosa 🙂

    Stefania Freguja Stefania Freguja 7 settembre 2016 23:28 Rispondi
  • io non ho questa dipendenza 🙁 sigh…a 6 mesi gia’ dai nonni tutto il giorno causa rientro al lavoro… beate voi 😉

    Elena Busnelli Elena Busnelli 7 settembre 2016 23:46 Rispondi
  • Mio figlio lo stesso piange se non sto vicino a lui

    Maria Domenico Perfetto Esposito Maria Domenico Perfetto Esposito 8 settembre 2016 0:35 Rispondi
  • La mia prima bimba 3anni e 5mesi ….la seconda 4mesi ….vera dipendenza da entrambe…E sono contenta così …

    Andrea Enza Manna Andrea Enza Manna 8 settembre 2016 0:38 Rispondi
  • Io sn così ho due bambini e nn li lascio cn nessuno stanno sempre e solo cn me…il maschietto inizierà l asilo ha 3 anni e mezzo e mi mancherà da morire

    Mara Iacobucci Mara Iacobucci 8 settembre 2016 0:44 Rispondi
  • Ha espresso esattamente tutto ciò che provo e vivo ogni giorno da 8 mesi e mezzo …
    Lui è la mia dipendenza, lui è me (proprio così)

    Emanuela Gallotti Emanuela Gallotti 8 settembre 2016 0:53 Rispondi
  • Ti capisco perfettamente anche per me è così sono mamma da sei mesi e l’idea che fra poco devo lasciarlo per tornare a lavoro mi devasta . In più non ho nessuno che mi aiuta quindi devo affidarmi ad estranei e non a familiari e questo mi devasta

    Maf Fubelli Maf Fubelli 8 settembre 2016 1:09 Rispondi
  • Dipendenza amare stare coi figli? Ma ben venga..fossero tutte così piene di amore le dipendenze..

    Serena Leoni Serena Leoni 8 settembre 2016 3:50 Rispondi
  • I figli sono pezzi cori

    Bruna Romanin Bruna Romanin 8 settembre 2016 10:15 Rispondi
  • Quando ho letto cosa ha scritto questa mamma mi è sembrato di raccontare la mia storia…..mia figlia ha 5 anni ed io continuo a fare le stesse medesime cose….X me nn è un peso anzi…..tt.altro

    Francesca Dimundo Francesca Dimundo 8 settembre 2016 13:45 Rispondi
  • Capisco quello che dici e quello che senti, ma la penso diversamente. Non penso che sia più facile lasciarli a casa, penso che, alle volte, sia meglio sia per noi che per loro, dividersi un pochino. Questo, ovviamente, avviene quando ognuna di noi si sente pronta e quando il nostro cucciolo è sereno. Fra poco, dovrò mandare la mia al nido, e sento già malinconia delle nostre giornate insieme. Ma, allo stesso momento, so che anche questo fa parte del percorso. Sono 11 mesi che “viviamo insieme”, ed è bello, ma, almeno per me, una serata ogni tanto, senza di lei, fosse anche per un paio d’ore, è importante. 🙂

    Stato di Grazia a chi? Stato di Grazia a chi? 8 settembre 2016 14:57 Rispondi
  • La mia ha 16 mesi, va dalla bambinaia 3 volte alla settimana e li si diverte tantissimo mentre io lavoro. Ogni tanto la lascio con la nonna quando viene qui da noi (lei in Italia noi all’estero) e sbrighiamo faccende varie da soli. Una serata sola tra amiche ogni tanto ci vuole, tanto alle 7.30 lei dorme… Ognuno ha i suoi metodi, W i bimbi e W le mamme!

    Nancy Honsinger Nancy Honsinger 8 settembre 2016 15:22 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *