Consigli per le prime sei settimane dopo la nascita del bebè

Scritto da
consigli per mamme per le prime sei settimane del bebè

Le prime settimane dopo la nascita del bebè possono essere davvero scioccanti. Dopo aver lasciato l’ospedale e il rassicurante aiuto delle ostetriche, la realtà della casa può fare davvero paura.

Vediamo insieme come affrontare le prime sei settimane, con le parole degli esperti.

Le prime sei settimane di vita del bebè: consigli per la mamma

1 – Pensa anche a te, mamma

Il Dr. Conor Maguire spiega:

Le prime sei settimane dopo la nascita sono montagne russe fisiche ed emozionali. In questo periodo hai bisogno di sostenere i colpi. Quando il bambino dorme, tu dormi. Riposati appena puoi. Mangia quando puoi. Non usare mai i sonnellini del bambino, per stirare, ad esempio. La cosa migliore da fare è delegare.

2 – Le sensazioni ed emozioni dopo la nascita non vanno sottovalutate

Sempre il Dr. Conor Maguire dice:

I tuoi ormoni, le tue emozioni, il tuo fisico sono sottosopra e tu ti senti vulnerabile e responsabile. Non sottovalutare nulla. Parla con tua sorella, con tua mamma o con un’amica che ha da poco avuto un bambino e confrontati con la loro esperienza. Parlane anche col tuo medico o con l’ostetrica. È giusto dire «Non mi sento bene» 

3 – Allattamento, che fatica!

Proprio perché è naturale, non è detto che l’allattamento esclusivo sia semplice. L’allattamento è una nuova esperienza che mamma e bambino devono apprendere insieme. Secondo Nicola O’Byrne alcuni bambini mangiano che è un sogno, altri fanno molta fatica. Lei raccomanda molto il contatto pelle a pelle tra mamma e bambino.

La cosa principale è che il bambino mangi regolarmente. Questo aiuta il latte a scendere. I primi giorni non hanno bisogno di grandi quantità. Il colostro è perfetto e dà ai bambini i primi anticorpi e prepara lo stomaco e l’intestino per sempre.

L’importante secondo O’Byrne è concentrarsi sul bambino e guardare lui e non l’orologio.

4 – L’arte del bagnetto

Anche il bagnetto è un’abilità da apprendere. A volte può sembrare che due sole mani non bastino, perché, ovviamente, il bambino non sa tenersi su da solo. Per proteggere la tua schiena e i punti che hai è importante mettere la vaschetta del bambino su un tavolo. Fatti poi aiutare da qualcuno a riempirla e a svuotarla.

Controlla sempre la temperatura dell’acqua con il polso e non con la mano. Per la tua sicurezza e quella del bambino, lavagli la testa prima di fargli il bagno.

Spoglialo, ma lascia il pannolino. Avvolgilo in un asciugamano morbido e asciutto e tienilo tra le tue braccia quasi come fosse una palla da rugby. Sostieni la testa con una mano e con la mano libera sciacquagli leggermente la testa sulla vaschetta. Una volta terminato, rimuovi asciugamano e pannolino e avrai due mani libere per tenere il piccolo nella vaschetta.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Ho un bimbo

Commenti

  • Non vedo l ora di averti tra le braccia

    Daniela Amodio Daniela Amodio 22 agosto 2017 21:57 Rispondi
  • Io ne ho avuti 2 tesori e il ritorno a casa e sempre stato meraviglioso x me!! A casa tua riprendi i ritmi cn amore cn tuo figlio accanto!!!

    Karmeluccia Parisi Karmeluccia Parisi 22 agosto 2017 23:41 Rispondi
  • Questi sono in assoluto i momenti più belli per una mamma …(l’allattamento al seno indescrivibile)

    Giovanna Morabito Giovanna Morabito 23 agosto 2017 13:59 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *