Quando il bambino cammina sulle punte dei piedi

Scritto da
neonato che cammina sulle punte dei piedi

Quando i bambini iniziano a muovere i primi passi, può capitare che appoggino invece che la pianta solo le punte dei piedi.

Quando e come si manifesta il camminare sulle punte dei piedi

I bambini diventano gradualmente autonomi nella deambulazione fra i 12 e i 16 mesi d’età.

Prima camminano tendendo le braccia in avanti per bilanciare la posizione eretta e flettono leggermente le ginocchia per abbassare inconsapevolmente il baricentro. In questa fase i bambini abitualmente poggiano completamente il piede a terra di piatto non avendo ben sviluppata ancora l’articolazione della caviglia. Alcuni bambini però incominciano a poggiare a terra i piedi solo con la punta mantenendo questa posizione per tutto il compimento di ogni singolo passo.

Questa particolarità è molto facile da notare soprattutto se durante le sue camminate ha un punto di appoggio a disposizione come ad esempio la mano di un genitore o un giocattolo da spingere. È bene sottolineare che ogni bambino, mano a mano che acquista sicurezza, sviluppa un modo del tutto suo di camminare: c’è chi tendenzialmente ruota le punte verso l’interno per aumentare la base d’appoggio e chi, nel tentativo di cercare un punto di maggiore equilibrio, cammina sulle punte. Di solito il problema si risolve entro pochi mesi poiché l’aumento del peso del bambino, lo obbliga ad appoggiarsi con tutto il piede.

Se il bambino cammina sulle punte dei piedi è necessario uno specialista?

È necessario controllare che il bambino normalizzi la sua camminata fra il primo e il secondo anno di vita.

Nel caso in cui prosegua a camminare sulle punte, è necessario monitorare il problema rivolgendosi a uno specialista in quanto potrebbe esserci un disturbo di origini diverse. Infatti il camminare sulle punte può avere delle cause ben precise e facilmente individuabili oppure un’origine idiopatica ovvero senza causa evidente alla base. Lo specialista provvederà a controllare la presenza o meno di problematiche nella dorsi flessione del piede o di tipo neuromuscolare.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Salute del bambino

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *