E’ necessario sapere già leggere all’asilo?

Scritto da
leggere prima dell'asilo

E’ davvero necessario saper già leggere all’asilo?

Gli standard educativi e pedagogici si aggiornano di continuo, le competenze richieste si innalzano, e i bambini si ritrovano a crescere in un batter d’occhio. In un prossimo futuro si potrebbe richiedere ai bambini di imparare a leggere già all’asilo. 

Anticipare i tempi di lettura? Ci sono cose peggiori

Ma è davvero utile anticipare i tempi? Probabilmente no! In effetti, a bene pensarci ci sono cose peggiori del non imparare a leggere all’asilo. Eccone almeno due!

1. Togliere tempo al gioco creativo e alla fisicità. Più che imparare a mettere in sequenza lettere e sillabe, all’ultimo anno della scuola dell’infanzia è meglio stimolare il gioco, soprattutto nel suo aspetto più creativo e libero e l’attività fisica e motoria. Scavare, costruire, sperimentare con i propri sensi, muoversi, condividere e scambiarsi idee…tutto questo permette di conoscere il mondo in maniera naturale, divertente ed efficace. Sta alla bravura delle insegnanti e delle educatrici riuscire a trasmettere loro piccole nozioni in maniera non invasiva, senza forzature ed imposizioni.

2. Inculcare nei bambini un inutile senso di frustrazione. Se ai bambini vengono proposti obiettivi troppo alti da raggiungere, potrebbero provare un senso di frustrazione e fallimento se si accorgono di non essere all’altezza. E a cinque/sei anni non è proprio il caso!

Quindi, diamo tempo al tempo. Ci sono tantissime testimonianze (la maggior parte) di bambini ormai cresciuti e laureati con il massimo dei voti che hanno imparato a leggere e ascrivere in prima elementare, giocando, riempiendosi di terra e sbucciandosi le ginocchia finché hanno potuto! Piuttosto, come genitori, leggiamo insieme libri, magari anche all’aria aperta, per trasmetter loro l’importanza della cultura.

E voi che ne pensate? A che età hanno imparato a leggere i vostri bambini?

Categorie dell'articolo:
Educazione/psicologia

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *