Consigli utili e bonus per crescere un bebè risparmiando

Scritto da
consigli-utili-e-bonus-per-crescere-un-bebe-risparmiando
silvia.migl@peppereppe.com'

Mettere al mondo un figlio è molto costoso, tanto che per molte coppie rimane un sogno quasi irrealizzabile, soprattutto in tempi di crisi e di instabilità economica come quelli che stiamo vivendo.

In realtà esistono bonus concessi dallo Stato per aiutare le famiglie in crescita e alcuni trucchi preziosi per risparmiare anche cifre notevoli.

Bonus per i neonati e le famiglie

Sono diversi i bonus che lo Stato concede a chi ha deciso di mettere al mondo un figlio.

Il Bonus Bebè dell’INPS è ad esempio un assegno di 80 euro mensili per il primo anno di vita del bebè, concessi a chi ha un reddito inferiore a 25.000 euro annui.

A questo è possibile aggiungere un Bonus Asilo Nido di 1000 euro annui, realizzato per aiutare le famiglie a pagare le rette dei nidi, spesso proibitive.

Chi si trova in difficoltà economiche può usufruire anche del Bonus Mamma Domani, ovvero 800 euro in un’unica soluzione, prima della nascita del bambino, per affrontare le spese della prima infanzia, a cui è possibile aggiungere il Reddito di Inclusione REI per chi ha un reddito ISEE inferiore ai 6000 euro annui.

Consigli per risparmiare: dai pannolini alla carrozzina

Anche al netto di bonus e incentivi vari, crescere un bambino rimane molto costoso.

Vi sono però diversi modi per risparmiare, ad esempio acquistando i pannolini, spesa necessaria, presso uno spaccio, all’ingrosso o durante le promozioni che molti supermercati praticano periodicamente.

Molti articoli per la prima infanzia, come fasciatoi, sdraiette, carrozzine, seggiolini per auto e giostrine si usano per brevi periodi, spesso solo per pochi mesi. Una soluzione potrebbe essere quella di farseli prestare da parenti e amici che hanno figli un po’ più grandi oppure acquistarli usati per poi rivenderli una volta trascorso il periodo di utilizzo.

In questo modo il costo di tutti questi apparecchi, che dopo pochi mesi diventano comunque completamente inutili, si azzera o si riduce notevolmente.

Fare acquisti su web invece che nei negozi specializzati permette inoltre risparmi notevoli, sia grazie all’ampia disponibilità di prodotti usati che di nuovi a prezzi estremamente competitivi.

Allattamento al seno e latte artificiale

Il latte materno è l’alimento migliore per i neonati, ed è anche completamente gratuito.

Allattare al seno significa, ove e quando possibile, risparmiare moltissimo sul latte artificiale e su tutti gli accessori per l’allattamento come sterilizzatore, portabiberon e scaldabiberon.

Quando invece è necessario, per qualsiasi ragione, utilizzare latte artificiale è possibile acquistare le confezioni dei supermercati, dove il prezzo è inferiore, per un prodotto identico, rispetto alle farmacie. Acquistando confezioni grandi è inoltre risparmiare ulteriormente.

Condividi il post:
Tags dell'articolo:
· ·
Categorie dell'articolo:
Ho un bimbo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.