Allattamento al seno: meglio orario o a richiesta?

Scritto da
allattamento al seno

Una delle grandi domande che si fanno le mamme che possono permettersi l’allattamento al seno è se sia meglio stabilire degli orari o lasciare libero il bambino di mangiare a richiesta.

Allattamento al seno: meglio a orario o a richiesta?

Certo, per una mamma allattare a intervalli di 3 o 4 ore significa poter tirare il fiato per un po’: ma siamo sicuri che sia la cosa migliore anche per il piccolo?

In genere (e ci sono sempre le eccezioni) chi allatta a orario riesce a farlo per i primi due mesi del bambino. Si tratta però spesso di mamme che hanno un tasso di ipogalattina molto alto, ma che a 3 o 4 mesi si ritroveranno con bambini che stanno crescendo meno e che iniziano ad avere bisogno dell’aggiunta del latte artificiale.

Allattamento al seno: ignorare il bambino che ha fame non è salutare

Ma perché? Secondo il medico australiano Michael Wooldridge è il consumo calorico o di grasso al seno che regola l’appetito del bambino. Chi è costretto a mangiare a orario, e fare le famose poppate di dieci minuti, vedrà limitato il consumo di calorie alla fine del pasto.

Chi è a favore della poppata a orario è convinto che un bambino più affamato arrivi a consumare anche la parte grassa del latte che si trova alla fine, ma le ricerche di Wooldridge hanno dimostrato che i livelli dei grassi nel latte possono aumentare aumentando la frequenza dei pasti.

L’allattamento a orario influisce sulla produzione di latte materno

Se il bambino che ha fame viene ignorato perché non è ancora ora che mangi, può diventare disorganizzato e poi avere più difficoltà nel mangiare. Non consumerà tutto il latte a disposizione e questo farà sì che la madre ne produca di meno.

Inoltre, se allattate a orario e cercare di tenere calmo il bambino tra una poppata e l’altra con il succhiotto, esso andrà a influire sulla durata totale dell’allattamento.

La conclusione è che sarebbe meglio allattare i bambini a richiesta, e vedrete che passati i primi mesi, sapranno tranquillamente autoregolamentarsi!

Categorie dell'articolo:
Allattamento

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *