Sport pericolosi e bambini: quale la scelta giusta?

Scritto da
sport pericolosi e bambini scelta giusta

Sul podio, con la coppa in mano, i campioni di motociclismo e automobilismo ci sono arrivati con anni di sacrifici e rinunce, spesso incominciati in tenera età. Si conteranno sulle dita di una mano i campioni che non hanno alle spalle un avvio precoce alla carriera di campione: i giornalisti spendono fiumi di parole e di inchiostro per descrivere come, a soli quattro/cinque o sei anni, i piccoli già correvano su mini-moto e kartodromi.

Sport pericolosi: assecondare il bambino, o aspettare che sia grande?

Sedute sul divano di casa nostra, forse, non ci è mai venuto in mente cosa avremmo fatto nel caso in cui nostro figlio abbia richiesto noi, in età precoce (ad esempio prescolare), di iniziare uno sport considerato pericoloso. E se dovesse succederci, cosa faremmo? Asseconderemmo la sua inclinazione oppure no?

Rispondere a questa domanda non è semplice, in quanto la risposta “giusta” ovviamente non esiste: tutto dipende da diversi fattori, fra cui il senso di responsabilità del singolo genitore e le reali abilità e capacità del bambinoOgni genitore, ovviamente, ha una propria inclinazione al pericolo: c’è chi, per sua natura, ritiene inammissibile che un bambino di pochi anni possa correre su una mini-moto e chi, invece, è cosciente che un’esperienza del genere non può che far bene al bambino.

Sperimentare più sport fa bene ai bambini

Dall’altra parte, dobbiamo naturalmente considerare il bambino e le sue capacità: ci sono bambini che sanno perfettamente controllare il proprio corpo e anche un mezzo esterno, sin da piccolissimi, e altri, invece, che non ne sono capaci nemmeno da più gradi.

Dalla valutazione congiunta di tali elementi ne deriva la scelta “giusta”, caso per caso. Quello che, secondo gli esperti, non andrebbe mai fatto è settorializzare, specializzare sin da piccoli i gusti dei bambini. C’è chi impone, ad esempio, al bambino di giocare solo a calcio o a tennis, indirizzandolo verso un’unica attività sportiva, sin da giovanissimo.

Ciò che, invece, sin dalla tenera età andrebbe promosso è la sperimentazione di più sport e specialità che possano far cimentare il bambino con una pluralità di stimoli e interessi.

Tags dell'articolo:
·
Categorie dell'articolo:
Ho un bimbo

Commenti

Lascia un Commento