Quando sarai Mamma, sappi che…

Scritto da
Quando sarai mamma sappi che

Sappi che i fiocchi rosa shocking sono out, mentre i completini alla marinara sono decisamente in.

Sappi che i primi mesi utilizzerai tantissimo le tutine intere che lo coprono da capo a piedi, anche se i completini  jeans e maglioncino sono carinissimi.

Sappi che molto probabilmente riceverai tanti di quei regali da poterlo vestire per tutta la vita, ma la sua crescita velocissima non te lo permetterà.

Sappi che allattare è la dimostrazione più grande di amore che tu possa dare a tuo figlio, salvo complicazioni. Per di più sarà proprio tramite l’allattamento che il vostro legame si consoliderà e diventerà più forte.

Sappi che avrai davvero tanta paura quando piangerà per le coliche o quando sarà caldissimo per la febbre.

Sappi che abituarlo a stare in braccio o a dormire nel lettone sarà un problema per te quando sarà grande e pesante.

Sappi che avrai forse una tregua quotidiana da utilizzare per fare la doccia o per andare in bagno.

Sappi che la tua vita cambierà più di quanto la tua mente possa immaginare. Penserai di non aver mai vissuto davvero, quando avrai il tuo bebè tra le braccia.

Sappi che avrai non uno, non due ma mille infarti per ogni sua lacrima, ogni suo sorriso, ogni sua conquista.

Sappi che dal momento in cui sarà nato nulla sarà più un gioco, a parte quelli che farai con lui. Non vivrai più alla giornata, non pranzerai quando vorrai ma quando potrai. Ma amerai sempre. Perchè una volta diventata mamma la gioia e l’ amore ti usciranno fuori da ogni poro.

Sappi che una vita adesso dipende da te e dipenderà da te anche dopo il parto, anzi la tua presenza sarà fondamentale dopo affinché lui si senta amato e protetto.

Sappi che io avrei mille cose da dirti, da raccontarti, mille cose da cui metterti in guardia ma questo articolo non potrebbe mai bastarmi. Vorrei dirti che non potevo augurarti gioia più grande, vorrei vedere il tuo sorriso  finalmente splendere come il sole, come splendeva una volta, da ragazzina spensierata. E vorrei rassicurarti perché adesso quei sorrisi ci saranno ancora, non più spensierati; saranno colmi di responsabilità, paura, aspettative ma ci saranno comunque.

Vorrei dirti di non preoccuparti adesso per quello che sarà, goditi questa gravidanza al meglio, senza chiederti se sarai mai in grado di occuparti di qualcun altro in futuro, perché l’istinto materno non è una leggenda. E un  po’ egoisticamente dico che finalmente non sono la sola, nel nostro gruppo di sgangherate e pazze ragazze, ad essere mamma.

Avrò qualcuno che capirà la mia preoccupazione per il colore della cacca o per una stupida caduta. Avrò qualcuno che potrà finalmente capire cosa provo io guardando il sangue del mio sangue crescere. Avrò qualcuno che potrà capire che cosa si prova ad essere madri, potrà capire quella sottile sensazione di essere sempre sospesa sul filo delle incertezze, delle debolezze che l’amore materno comporta. Finalmente qualcuno che capirà perché ho abbandonato con qualche difficoltà ma senza rimorsi le serate in disco e  le mattinate a poltrire.

Benvenuta nel Club, Amica Mia.

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Aspetto un bimbo · Mamme Blogger

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *