Maternità surrogata, riconosciuti genitori due padri

Scritto da
coppia gay maternità surrogata

Il 28 febbraio anche nel nostro Paese è stata concessa a due uomini l’opportunità di essere riconosciuti padri di due bimbi nati negli Stati Uniti da madre surrogata.

Maternità surrogata, i genitori sono una coppia gay

La storica decisione, presa dalla Corte d’Appello di Trento, ha riconosciuto carattere di ufficialità “al provvedimento straniero che stabiliva la sussistenza di un legame genitoriale tra due minori nati grazie alla gestazione per altri e il loro padre non genetico”. Questa sentenza, pubblicata dal sito www.articolo29.it, si può ben definire ”storica” perché non era mai accaduto prima che in Italia fosse riconosciuto un legame non biologico tra un padre omosessuale e i suoi figli attraverso la maternità surrogata. A spingere i giudici verso la decisione, gli stessi principi stabiliti dalla Corte di Cassazione nel 2016, ovvero la completa mancanza di problematiche legate all’ordine pubblico, l’indifferenza delle pratiche di procreazione medicalmente assistita impiegate e, cosa più importante, la suprema tutela del figlio minore. 

 

Categorie dell'articolo:
Notizie dal mondo

Commenti

  • Finalmente anche l Italia sta evolvendo! A tutti i critici chiedo meglio una coppia gay solida e piena di amore che lotta davvero per avere una famiglia oppure una qualsiasi coppia etero che magari non si ama o non è stabile o peggio che accidentalmente procrea comd giornalmente accade? Pensateci al posto di ragionare da bigotti!

    Valentina Ciardiello Valentina Ciardiello 2 marzo 2017 8:45 Rispondi
    • Perché i gay non si possono lasciare e non avere stabilità vero?

      Emanuela Fattorossi Emanuela Fattorossi 2 marzo 2017 14:43 Rispondi
    • Che discorsi ovvio che può succedere tutto può accadere ma quello che intendevo è che possono essere sicuramente essere una famiglia felice ed amorevole a prescindere dall orientamento sessuale e per una coppia gay avere un figlio è sicuramente una scelta più ragionata rispetto ad una qualsiasi coppia etero.

      Valentina Ciardiello Valentina Ciardiello 2 marzo 2017 15:06 Rispondi
    • E questa la chiami evoluzione! Un bimbo senza mamma è solo un’aberrazione, uno schifo umano!

      Tiziana Semerano Tiziana Semerano 2 marzo 2017 15:36 Rispondi
    • Questo è tuo pensiero ed io pur essendo una mamma non lo condivido. Conosco genitori single che se la cavano alla grande e non sono un aberrazione. L evoluzione sta nel scegliere la amore al posto del “normale” e smetterla di sentirsi superiori perché bianchi etero laureati e chissà che altro l evoluzione sta nel essere ed insegnare L UGUAGLIANZA e non solo a parole

      Valentina Ciardiello Valentina Ciardiello 2 marzo 2017 16:02 Rispondi
    • Su questo concordo appieno. Se le leggi sulle adozioni fossero più semplici ed anche (ovviamente non solo) aperte alle coppie gay esisterebbero molte ma molte più famiglie felici e non ci sarebbe nemmeno bisogno di ricorrere a metodi estremi quale l utero in affitto

      Valentina Ciardiello Valentina Ciardiello 2 marzo 2017 16:09 Rispondi
    • Mammamia sempre le solite frasi buoniste… Certo che è meglio che un bambino ricevi solo amore … Ma le cose brutte possono succedere sia in coppie gay che etero … Quella purtroppo è la cattiveria umana… Che non ha identità … Ma un bambino ha assolutamente bisogno di un padre e una madre.. Il resto è puro egoismo…

      Anna Tufano Anna Tufano 2 marzo 2017 16:18 Rispondi
    • Io non sono affatto di accordo invece mi spiace. Le famiglie perfette del mulino bianco quasi non esistono e allora spesso preferisco una coppia etero o gay che sia che vuole davvero una famiglia anche se imperfetta che una mamma ed un papà classico che però magari sono assenti o violenti o altre schifezze del mondo moderno. Non ho nulla con le classiche famiglie ma non riesco davvero a capire tutto questo astio per le famiglie gay.

      Valentina Ciardiello Valentina Ciardiello 2 marzo 2017 16:26 Rispondi
    • Se questa e’evoluzione grazie voglio rimanere all’era della pietra

      Laura Bosco Laura Bosco 2 marzo 2017 17:46 Rispondi
    • Temo che tu ci sia gia allora

      Valentina Ciardiello Valentina Ciardiello 2 marzo 2017 18:19 Rispondi
    • Meno male perché la depravazione non fa per me .Per qualche elemento tutto e’lecito vorrei sapere cosa non e’lecito per voi.Le violenze in famiglia sono disgrazie che vanno soppresse questo e’un paragone da fare anzi e’un alibi.Lasciate in pace i bambini .

      Laura Bosco Laura Bosco 3 marzo 2017 6:48 Rispondi
    • Paragone da non fare

      Laura Bosco Laura Bosco 3 marzo 2017 6:49 Rispondi
    • Per me non solo lecite tantissime cose quali ovviamente la violenza sui bambini ma onestamente proprio non capisco il tuo paragone. Avere una famiglia che ti ha desirato tanto e ti vuole bene non la trovo una violenza.

      Valentina Ciardiello Valentina Ciardiello 3 marzo 2017 8:11 Rispondi
  • Anche le coppie gay si lasciano…, la differenza è che sono e saranno sempre due papà e che la presenza di una madre mancherà sempre! Stessa cosa, viceversa, per una coppia di donne…Questo non significa essere critici, significa essere realisti

    Pensieri D Pensieri D'arte Venera 2 marzo 2017 11:21 Rispondi
    • Ma infatti è così!

      Emanuela Fattorossi Emanuela Fattorossi 2 marzo 2017 14:42 Rispondi
    • Io non sono per nulla di accordo. Allora come la mettiamo con i genitori single o vedovi? Stigmatizziamo pure loro? Se c è l amore i figli crescono bene. Inoltre preferisco 1000 volte una coppia gay che ha la unico difetto di essere “diversa” che magari una coppia etero all apparenza “giusta” che poi magari è più deviata o se ne frega dei figli.

      Valentina Ciardiello Valentina Ciardiello 2 marzo 2017 15:28 Rispondi
  • Io sono una persona molto aperta di mente , sono a favore del matrimonio gay e tutto quello che concerne , penso anche ke due dello stesso sesso possano crescere un figlio. Pero la cosa che nonn condivido questo è per le coppie gay che per quelle normale , ke un neonato deva separarsi dalla mamma appena nato o cmq anche nei primi mesi , ho partorito da poco mia figlia mi conosce riconosce la mia voce mi cerca il seno , non concepisco il trauma per queste piccole creature.

    Gricel Acharan Gricel Acharan 2 marzo 2017 12:31 Rispondi
    • Il punto purtroppo è che non sono ammesse le adozioni alle coppie gay se questo fosse possibile mi bimbi avrebbero finalmente una famiglia e non ci sarebbe questo problema del distacco causato da un utero in affitto

      Valentina Ciardiello Valentina Ciardiello 2 marzo 2017 15:22 Rispondi
    • Infatti è un orrore che va contronatura

      Tiziana Semerano Tiziana Semerano 2 marzo 2017 15:38 Rispondi
  • Non sono d’accordo, se si rivendica la “naturalezza” di essere coppie omosessuali è altrettanto naturale che due persone dello stesso sesso non possano procreare quindi non avere figli

    Stefano Mary Jò Stefano Mary Jò 2 marzo 2017 13:22 Rispondi
  • Secondo me la vera famiglia e’ composta da una mamma e un papà

    Angela Adamo Angela Adamo 2 marzo 2017 13:43 Rispondi
  • Volevo dire ai gay,che i figli nascono dalla donna!!!!!!

    Lilly Cento Lilly Cento 2 marzo 2017 14:01 Rispondi
  • Vorrei vedere come gli racconterà che lui ha due padri ed i suoi compagni hanno una madre ed un padre, non vorrei vedere come questo bambino si sentirà preso in giro quando sarà un pochino più grande, io personalmente non vorrei mettermi nei panni di questa creatura. È puro egoismo! Matrimoni gay? Va bene, ma questo è troppo.

    Niki Pace Niki Pace 2 marzo 2017 14:19 Rispondi
    • I bimbi trovano sempre un modi per prendere in giro se non è questo sarà perché è grasso o brutto o porta gli occhiali e non farà meno male. Egoismo? In questo mondo può darsi… ma non solo per i gay pure io ho due figli ed anche se ho la “famiglia giusta” potrei aver peccato di egoismo ad averli messi al mondo. E le coppie etero che adottano? Sono egoiste pure loro? In fondo anche loro spesso per natura non possono avere figli.

      Valentina Ciardiello Valentina Ciardiello 2 marzo 2017 15:19 Rispondi
    • Meglio essere presi in giro perché grasso o magro, perché si può sempre dimagrire o ingrassare, ma i genitori, purtroppo non si possono cambiare, non metto in dubbio che una coppia gay possa crescere bene un figlio ma è un peso troppo grande per un figlio che non ha scelto di essere portato al mondo. Avere due madri o due padri a me non sembra naturale. La natura non è questa! Poi, ribadisco, una coppia gay può sicuramente educare ed amare un bambino ma non condivido la scelta di farli fare i genitori.

      Niki Pace Niki Pace 2 marzo 2017 15:44 Rispondi
    • Mio figlio veniva preso in giro perchè io ed il padre siamo separati.Questa condizione non puó essere cambiata.Eppure,nonostante abbia un padre e una madre,è successo.Come me lo spieghi?

      Angy Dany Gabry CastaldoBernardini Angy Dany Gabry CastaldoBernardini 2 marzo 2017 17:09 Rispondi
    • Se avere dei genitori separati è un motivo per essere presi in giro allora mi immagino averli dello stesso sesso.. Io ad un figlio non vorrei mai farli passare questo! Si sa dal punto di partenza che avere genitori gay non è una cosa abitudinaria perciò sarà sempre un motivo di contrasto diciamo così..

      Niki Pace Niki Pace 2 marzo 2017 17:34 Rispondi
    • Ricordate che a questo mondo tutti prendono in giro tutti per qualsiasi cavolata…quindi viviamo e lasciamo vivere…meglio avere due genitori dello stesso sesso che non averne ed io ne so qualcosa credetemi.

      Ilaria Punzo Ilaria Punzo 2 marzo 2017 18:16 Rispondi
    • No niki era un modo per spiegarti,che il bullismo e la discriminazione c’è per tutto.Non bisogna pensarla sono “grassi”ma possono dimagrire.Un bambino è un bambino e lo stato d’animo,la tristezza e il dispiacere che si prova,quelli non si possono cancellare come i chili.Basterebbe semplicemente che la gente si facesse gli affari propri

      Angy Dany Gabry CastaldoBernardini Angy Dany Gabry CastaldoBernardini 2 marzo 2017 18:23 Rispondi
  • allora io sono molto aperta però dare i figli ai Gay non è possibile non Condivido ci vuole la mamma e papa

    Giuseppa Terrasi Giuseppa Terrasi 2 marzo 2017 14:53 Rispondi
  • Io nn ho nulla contro nessuno!!! Ma i bambini nn si danno!!!!!!Cazzarola!!!!! Che cavolo!!!! Un bimbo nasce da un uomo e una donna!!!!

    Roberta Fleba Roberta Fleba 2 marzo 2017 15:17 Rispondi
  • Che schifo e che violenza!

    Tiziana Semerano Tiziana Semerano 2 marzo 2017 15:22 Rispondi
  • L uomo viscido della propria lussuria e del proprio egoismo ormai si è venduto tutto di se stesso… quando invece nnte gli apparteneva ….perché tutto è stato fatto in modo eccezionale e perfetto da Dio…. invece l uomo cerca di distruggere tutto ciò che è NATURALE E PERFETTO. ..GIA è difficile crescere un bambino in situazioni normali. .. figuriamo come cresce disorientato un bambino fra due sessi uguali….. o pensando che si è stati comprati e che nn è stato un concepimento Naturale e in Amore….. E DIO LI CREÒ MASCHIO E DONNA E GLI DISSE :ANDATE E MOLTIPLICATEVI…
    Nn avrebbe avuto senso creare la donna se no….
    Solo la disubidienza … l ego. .. e il peccato ha fatto tutto ciò…
    E dove c e questo nn ce Dio. ..
    L uomo giustifica questo dicendo che l amore è Amore…
    Dio dice Amore e che la nascita dì un figlio avviene fra un uomo e una donna punto….nn vi sono altre teorie…
    Purtroppo il proprio ego nn lo porta a niente… anzi per lui tutto è normale e lecito. …Che senso ha avere un figlio da un ovulo prestato ad un utero in affitto, non c’è amore, c’è egoismo, basterebbe pensare ai tanti bambini che non hanno famiglia e vivono nel limbo delle adozioni. L’affitto di un utero, inoltre, è l’ennesimo svilimento della sacralità del corpo femminile costretta a crescere un frutto non suo eppure suo.
    Poi però si chiede dove Dio quando gli accadono certe cose. E gli si dà la colpa… come se tutto questo lo avrebbe provocato lui….Rikordati sempre che tutto quello che accade nn è colpa di Dio …… (anzii lui ci ha creati con grandissimoAmore e voleva solo il meglio per ognuno di noi)ma per colpa della propria disubidienza…presa di posizione… egoismo…e condizione
    Quindi quando ti lamenti per come ti va la vita, rifletti su come la vita tu la stai conducendo….e agendo
    UN GIORNO PRIMA O POI LA TUA ANIMA SARÀ AL COSPETTO DI DIO..e .e li dovrai rispondere e molte tue azioni….
    NN MI SENTO IN COLPA DI DIRE TUTTO CIÒ … QUESTA È VERITÀ E REALTÀ. … ( quasi quasi i normali dovemmo sentirci anormali e giudicati per dire la verità? ?? )se urto il vostro modo di pensare e mi volete attacare per aver detto tutto cio ..fate pure… … ben contenta e fiera di averlo fatto….Dvbt
    E tempo di riflettere……

    Roberta Aurora Maria Roberta Aurora Maria 2 marzo 2017 15:39 Rispondi
  • DIAMO I FIGLI A CHI VUOLE ADOTTARLI!!!! NON SOLO A COPPIE OMOSESSUALI!!!!! C’è chi spende migliaia di euro per adottare un bambino e deve avere mille requisiti la coppia per poterlo fare!!!!! che poi l’adozione è commercio legale di bambini… l’Italia in questo senso fa schifo! SE IO SPENDO TANTISSIMI SOLDI PER ADOTTARE UN BAMBINO, poi come lo mantengo??????????????? A chi vanno quei soldi??? A lui non di certo…. bisogna rivedere un po’ le carte in tavola, e questo non significa avere una mentalità ottusa. Ad ogni modo, meglio un bimbo amato da morire da chiunque piuttosto che abbandonato per sempre….

    Virginia Longhini Virginia Longhini 2 marzo 2017 16:06 Rispondi
  • Mi dispiace assistere a un puro gesto di egoismo … Siete gay ok. Vi volete sposare ok! Ma i bambini devono avere in papà è una mamma…

    Anna Tufano Anna Tufano 2 marzo 2017 16:15 Rispondi
  • Siamo al delirio! Mha!

    Emiliana Di Giacomo Emiliana Di Giacomo 2 marzo 2017 16:45 Rispondi
  • La mamma non è sostituibile…mi dispiace ma un uomo resta un uomo, un papà… Due papà… A questo bimbo mancherà sempre la mamma

    Monica Verbena Monica Verbena 2 marzo 2017 16:55 Rispondi
  • Non so giudicare sinceramente… sicuramente queste coppie sono meglio di certi genitori che non meriterebbero di esserlo (e di casi ce ne sono molti) però bho credo che forse sono anche un po’ egoisti,loro sanno che non vivono nella normalità vivendo in modo diverso… poi l’amore fra loro è un’altra cosa che non sto a giudicare ma rispetto il fatto che si amano però pretendere di avere un figlio andando ancora più contro natura non so se è molto giusto (famiglia:padre e madre). Amatevi, convivete, vivete il vostro amore alla luce del sole ma un bimbo lasciatelo stare è da egoisti imporre ad un piccolino innocente qualcosa che va contro natura…quel bimbo è cresciuto in un ventre materno,li ha scalciato per mesi ma poi alla nascita viene consegnato come un pacco a due papà bhooo non so fino a quando sia normale e giusto. Io credo che vanno tutelati i piccolini innocenti e basta. La stessa cosa la penso per le coppie di due donne. Loro insegneranno a questi bimbi che è normale la loro famiglia…ok e se da grandi questi piccoli dovessero arrivare a pensare se papà può amare il mio papà, la mia mamma la mia mamma, allora io?? Posso amare chiunque? Posso amare un maschietto come me oppure una femminuccia tanto è normale no

    Eleonora Rossi Eleonora Rossi 2 marzo 2017 17:10 Rispondi
  • Povero figlio!

    Rosa Troiano Rosa Troiano 2 marzo 2017 17:11 Rispondi
  • Ognuno fa com’è gli pare …..mah…questa con due maschi vivere con un bambino e contro natura 🙁

    Vasi Stamat Vasi Stamat 2 marzo 2017 17:16 Rispondi
  • La maternità surrogata è una cosa raccapricciante!! Vergogna all’Italia!!!

    Vanessa Arena Vanessa Arena 2 marzo 2017 17:30 Rispondi
  • La moralità e’estinta VERGOGNA

    Laura Bosco Laura Bosco 2 marzo 2017 17:44 Rispondi
  • Non ci sto!

    De Nise De Nise 2 marzo 2017 17:49 Rispondi
  • Disprezzo questa sentenza

    Laura Bosco Laura Bosco 2 marzo 2017 17:52 Rispondi
  • Io ero d accordo finche non sono diventata madre, perche mi sono resa conto di quanto siano importanti la figura femminile e la figura maschile per la crescita di un bambino. Se poi aime’ una delle due manca per cause X quelle sono cose che la vita non ci da modo di calcolare con esattezza. Quindi sono del parere molto modesto che si ai matrimoni si a tutti I diritti che necessita’ una coppia gay, ma i bambini no. Ci sono molte coppie etero che desiderano adottare ma questo gli viene negato, perche’ un minore allo stato e alla chiesa frutta tanti bei soldoni. Concentriamoci prima di tutto su questo, facciamo le battaglie e dibattiti su questo ambito. L ho visto sulla mia pelle perche’ una persona vicina a me e’ dovuta prendere un aereo ed andare nell Africa piu’ selvaggia per cercare di avere un figlio. Poi il resto e’ tutto molto discutibile, inoltre tutto anche il metodo per avere I figli e’ discutibile. Le donne gay sono avvantaggiate ma gli uomini devono ricorrere alle “madri surrogate” gia questo termine mi da I brividi. Viene usata come involucro e pagata profumatamente per dare alla luce quello che poi sarebbe suo figlio e portato subito dopo il parto. Io non credo che un figlio smetta mai di cercare sua madre o suo padre. Sapere che tua madre ti considera un bisness perche si prendono cifre astronomiche per fare le madri surrogate, be mi fa spavento e tanto dispiacere. Saro’ retrograda io? Puo darsi ! Ma alcune volte meglio essere un po ottusi che eccessivamente aperti. Mi sono dilungata troppo. Buona serata

    Martina Stagi Martina Stagi 2 marzo 2017 18:40 Rispondi
  • Viviamo in una società assai complessa,in cui i valori e il senso della tradizione teologico -religiosa,filosofica e umanistica sono messi in difficile convivenza con ciò che ormai viene definito come “il vecchio punto di vista cattolico”. Non solo! Spesso devono fare i conti con il relativismo assoluto che ormai si erge a scudo e a protezione di qualsiasi questione. E’ vero che la nostra società ha visto nel tempo il susseguirsi di vari paradigmi di riferimento, e’ vero che questo accade! E’ anche vero però l’ allarme che molti pedagogisti ed educatori stanno lanciando alla luce di questi cambiamenti:si chiedono che fine abbia fatto la “paideia”, per l’appunto definita INTROVABILE. In queste condizioni,dicono sempre i pedagogisti, saltano i vecchi canali dell’educazione possibile: -la chiesa> struttura veicolare della paideia formale (a definirla così sono sempre i pedagogisti e non chi e’ di “un vecchio punto di vista cattolico”); – la scuola> per cui pero’,preciserei che: l’educazione ha come attività e dinamiche ad essa connesse l’ istruzione,la formazione,la socializzazzione,lo sviluppo e apprendimento. Tutte queste attività sono in una relazione di prossimità /distanza con l’educazione. Prossime nell’oggetto,distanti perché non vi e’ sempre simmetria. L’istruzione ad esempio e’ condizione necessaria perché vi sia educazione, ma non e’ sufficiente! Essere ben istruiti non significa essere ben educati! E istruire non significa educare. Per educare bisogna essere. Non è quindi questa la posizione con la quale poter pretendere di gestire in maniera totalmente competente questioni come quella affrontata (seppure la scuola sia un luogo di formazione). -la famiglia> mille cose da dire su questa piccola,grande,unica società umana! Quante pagine di sociologia!
    Quanti libri! Questo perché è preziosa e come tale va tutelata. E’ la più piccola cellula umana, e’ lo specchio della nostra società! Anche in questo caso i pedagogisti sottolineano la presenza della già citata complessità. E’ un tema ricorrente nella disciplina. La pedagogia stessa è complessa perché il suo approccio è plurimo. La società è insieme ordine e disordine. In tutto ciò però agisce l’ educazione, la quale fa in modo che ci sia ordine interiore . Ed è questa la sfida della pedagogia contemporanea! E’ giusto il rispetto dell’opinione altrui, ma e’ anche giusto il rispetto e l’ accettazione di se stessi:accettare cioè in primis il nesso limite/regola dell’ organismo prima ancora della persona. E’ contro natura che uomo/uomo o donna/ donna abbiano figli, e’ ostinazione innaturale pretendere questo! OSTINAZIONE E PRETESA! E’ giusto, si chiedono pedagogisti ed educatori, presentare ad un piccolo essere una società che non nasce così come LA NATURA stabilisce? Cosa c ‘e’ dietro questo? Il diritto alla libertà di tutti e tutto?? Beh

    Vito Di Domenico Vito Di Domenico 2 marzo 2017 21:03 Rispondi
  • Beh, cito ancora riflessioni di studiosi in materia, che con estremo allarme affermano che “oggi la libertà e’ sempre più scissa dalla normalità (si capisca bene il senso della parola normalità, per la quale si intende ciò che è socialmente consueto e BASTA). Questa libertà coincide con il permissivismo. Ma tale libertà e’ ABBANDONO!

    Vito Di Domenico Vito Di Domenico 2 marzo 2017 21:07 Rispondi
  • Questo per dire che sono gli esperti in materia a rabbrividire! (Che poi ….facile a dirsi, difficile a farsi! Aspettiamo di vedere un vero cambio generazionale. Aspettiamo di vedere i nostri figli materializzare tutto ciò.. POI SE NE PUÒ PARLARE!!! MAH!!!!!!!!!)

    Vito Di Domenico Vito Di Domenico 2 marzo 2017 21:11 Rispondi
  • Senza contare che l’amore, il calore di una mamma non te lo dà nessun altro…. Dalle mie parti si dice “povero chi la mamma non ce l’ha”, ed è vero, nessuno ti amerà mai quanto la mamma

    Stefano Mary Jò Stefano Mary Jò 2 marzo 2017 21:34 Rispondi
  • Non capisco come faccia una donna ha portare in grembo nove mesi un figlio, partorirlo, sapendo già di darlo via, per me è inconcepibile… per quanto riguarda le coppie gay niente in contrario, ma volere un figlio in questo modo mi sembra solo egoismo

    Elisa Barelli Elisa Barelli 2 marzo 2017 21:48 Rispondi
    • Aggiungo che sono mamma da sei mesi e non riuscirei mai a separarmi da mia figlia come lei non riesce a separarsi da me! Anche il papà si è arreso all’evidenza, la mamma è sempre la mamma e lui per quanto si sforzi non riesce a capirla e ad avere la stessa empatia che ho io con lei!

      Elisa Barelli Elisa Barelli 2 marzo 2017 21:53 Rispondi
  • la famiglia unità e avere mamma e papà io non Condivido i gy che adottano i bambini

    Giuseppa Terrasi Giuseppa Terrasi 3 marzo 2017 14:30 Rispondi
  • E andare a verificare se i bambini stanno bene invece che accampare teorie astratte su quello di cui hanno bisogno i bambini?

    vitae1983@hotmail.com' Adri 6 marzo 2017 17:52 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *