Il quinto mese di gravidanza

Scritto da
info@maternita.it'

Il quinto mese di gravidanza, che va dalla 18esima alla 22esima settimana, è un periodo ricco di emozioni per la mamma: si tratta di un momento in cui si comincia a prendere piena consapevolezza del bimbo in arrivo, un po’ perché la pancia comincia a diventare sempre più evidente, un po’ perché il bambino comincia a muoversi. È infatti alla fine di questo mese che si cominciano a sentire i primi movimenti: all’inizio potreste confonderli con degli strani movimenti d’aria ma pian piano imparerete a riconoscere che dentro di voi c’è una nuova vita che non vede l’ora di farsi sentire! Provate ad esempio a mettervi una mano sulla pancia: il feto, seppur ancora molto piccolo, potrebbe percepirne il calore e “nuotare” letteralmente verso di voi!

Il bambino
Nel quinto mese di gestazione, il bambino compie una crescita notevole: guadagna cinque o sei centimetri in lunghezza e triplica il proprio peso, passando da circa centocinquanta grammi a mezzo chilo circa. Può muoversi molto, essendo più grande e forte, e avendo a dispozione ancora molto spazio nel grembo materno. Si girerà spesso, lo sentirete, e i suoi movimenti vi faranno sentire benissimo. In questo mese il bimbo imparerà a sbadigliare, e qualche volta potrà giù avrere il singhiozzo. Inoltre imparerà a deglutire, competenza fondamentale per la sua sopravvivenza al di fuori del ventre materno: comincerà ad assaggiare il liquido amniotico, che cambierà sapore a seconda di quello che mangerete. Seguite perciò un’alimentazione sana e variata, seguendo le indicazioni del medico, così che il bambino si abitui a sapori diversi. In questo periodo il feto è ancora ricoperto da una sostanza, detta rivestimento caseoso, necessaria per proteggere la sua pelle sensibile. Questa sostanza tende a sparire via via che ci si avvicina alla nascita. Dal punto di vista strutturale, il bambino comincia a sviluppare i suoi organi riproduttivi: infatti, se il sesso del bimbo è determinato già a partire dal concepimento, gli organi sessuali si sviluppano però solo in questo periodo. L’ecografia morfologica, in genere prevista alla 20esima settimana, saprà rivelarvi dunque anche il colore delle scarpine, oltre a controllare il corretto sviluppo di tutti gli organi. La cartilagine si indurisce e si trasforma in osso vero e proprio, il corpo assume un aspetto più proporzionato e i movimenti del bimbo si fanno più controllati, perché si sta sviluppando la capacità di coordinazione motoria. Oltre al gusto, si sviluppano anche gli altri sensi: il tatto, la vista (il bimbo è infatti in grado di percepire la luce o il buio al di là del pancione) e soprattutto l’udito. Sentirà la vostra voce, che gli arriverà dall’interno del vostro corpo, e avrà perciò un suono unico, ma anche la voce del papà, e i rumori forti che arrivano dall’ambiente esterno, oltre ai rumori del vostro corpo: il respiro, il cuore, lo scorrere del sangue.

La mamma
E adesso veniamo a voi, mamme in attesa: superate le nausee e i malesseri del primo trimestre, è probabile che vi sentirete di nuovo energiche e avrete di nuovo appetito, molto appetito a volte. Potrete avvertire un po’ di indolenzimento ai fianchi e mal di schiena: è il vostro corpo che si modifica per fare spazio al bimbo. A causa della pancia che cresce, potreste avere ogni tanto qualche problema digestivo, un po’ di gonfiore alle gambe e senso di pesantezza. Possono già cominciare a presentarsi i primi crampi alle gambe e le vene varicose: ono tutti sintomi normali in una gravidanza, ma se avete dubbi o i fastidi sono intensi, non esitate a contattare il medico.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Mesi di gravidanza

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *