20 Ventesima settimana di gravidanza

Scritto da

Il tuo piccolo è proprio come un cocco, pesa all’incirca 255g!
Si è già fatto metà del percorso.

Il bambino

Durante la 20° settimana il tuo bambino raggiunge circa 16,5 centimetri di lunghezza.
In questa fase è già completamente formato, ha le fattezze di un bambino, anche se minuscolo. Nel pancione ha ancora parecchio spazio per divertirsi a scalciare, muoversi e fare capriole, tanto da sorprenderti, quando meno te l’aspetti, con i suoi movimenti repentini.
Sebbene sia cresciuto molto fisicamente nell’ultimo periodo, questa settimana lo sviluppo maggiore si ha a livello cerebrale con il perfezionamento dei nervi che controllano i cinque sensi, consentendogli già di vedere, sentire, toccare, annusare e gustare.

La mamma

In questa settimana potresti avvertire qualche fastidio al basso ventre, perché il pancione cresce in fretta. Di solito non c’è nulla di cui preoccuparsi, ma se ti fa sentire più tranquilla, potresti parlarne con il tuo ginecologo.
Tieni presente che in questo momento della gravidanza alcune donne possono soffrire di pubalgia, un dolore che dall’osso pubico si estende fino all’inguine. È un disturbo fastidioso, ma non pericoloso, legato alla gravidanza e che tende a scomparire dopo il parto.
È dovuto alla maggiore produzione di progesterone e all’aumento di volume del pancione, che provocano la distensione dei legamenti pelvici, rendendo dolorosi alcuni movimenti, soprattutto quando si è a letto.
Per migliorare la situazione si possono eseguire degli esercizi mirati e indossare una panciera di sostegno per la gravidanza.
Molto utili risultano anche i cuscini speciali per gravidanza e allattamento, comodi da usare a letto sotto la pancia quando si dorme su un fianco o per avere un maggiore confort sul divano da seduti.

Cosa pensare

Se in casa hai amici a quattro zampe, è giunto il momento di pensare al modo migliore di preparali all’arrivo del nascituro, chiedendo aiuto e consiglio al veterinario di fiducia.
Alcune zone della casa dovranno necessariamente essere precluse agli animali domestici quando arriverà il neonato.
Come i bambini, anche gli amici a quattro zampe possono essere piuttosto curiosi o soffrire di gelosia. Il buon senso impedirà di lasciare il bambino incustodito nello stesso ambiente in cui gira un animale domestico.
Per proteggere il neonato, si potranno adottare misure di prevenzione come particolari reti per culla e carrozzino oppure barriere e cancelletti che si riveleranno utili anche in seguito per tenere il bambino più grandicello lontano dalle scale.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Le 40 settimane · Settimane di gravidanza

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *