I cambiamenti del seno in gravidanza

Scritto da
I cambiamenti del seno in gravidanza
info@maternita.it'

La gravidanza porta con sé un gran numero di cambiamenti sia al livello psicologico che fisico. A causa dello stravolgimento ormonale in atto, il seno è la prima parte del corpo che inizia a modificarsi in maniera evidente. Il dolore più o meno intenso e l’aumento di volume delle mammelle interessa tutte le gestanti. Il seno prima diviene turgido poi i vasi sanguigni sottocutanei divengono mano a mano che passa il tempo  sempre più evidenti. I capezzoli si scuriscono e risultano sensibili anche a un semplice sfioramento.

Se vi sembra di avere tutti questi sintomi forse è il caso che vi sottoponiate a  un test di gravidanza perché probabilmente vostro figlio è già in arrivo senza che voi lo sappiate.

In pratica durante i nove mesi della gestazione tutti questi cambiamenti in atto preparano il seno all’allattamento. La tensione alle mammelle potrebbe perdurare anche dopo il parto mentre il dolore avvertito scompare quasi sempre dopo il terzo mese di gravidanza.

Fra la 20° e la 25° settimana di gestazione, le ghiandole mammarie iniziano a produrre il colostro. Si tratta di un liquido giallognolo ricco di anticorpi e proteine, fondamentale per l’alimentazione del neonato durante i primi giorni di vita extrauterina. Talvolta può capitare che il colostro fuoriesca dai capezzoli sottoforma di piccole goccioline o con perdite decisamente più abbondanti tanto da richiedere l’utilizzo delle coppette assorbi-latte. Spalmando sul capezzolo il colostro, si prepara la pelle all’allattamento ammorbidendola in vista delle future suzioni.

Il seno aumenta di una, due ma a volte anche di tre o quattro taglie durante la gravidanza. Questo incremento è molto soggettivo ma, data la rapidità con la quale avviene, può dar luogo a smagliature superficiali sulla cute. Per prevenirle in maniera adeguata si può massaggiare almeno una volta al giorno il seno con qualche goccia di olio di mandorle dolci. E’ un prodotto naturale che non ha effetti collaterali e, oltre a idratare la pelle, la rende decisamente più elastica.

Categorie dell'articolo:
Gravidanza e allattamento

Commenti

Lascia un Commento