Esame della traslucenza nucale: a cosa serve

Scritto da
Esame traslucenza nucale

Sconosciuto fino a qualche anno fa, ormai l’esame della traslucenza nucale o TN è diventato un esame di routine da affrontare quando si è in gravidanza. Ma di cosa si tratta esattamente e come funziona? Scopriamolo insieme.

Traslucenza nucale: a cosa serve

Questa tipologia di esame viene effettuata per identificare i feti che hanno il rischio di nascere con Sindrome di Down e Trisomia 18, ma anche altre sindromi e cardiopatie e cromosomopatie. Quindi permette di capire se il piccolo che arriverà avrà qualcuno di questi problemi e aiuta i futuri genitori di essere preparati a tutto.

Traslucenza nucale: come si effettua

Viene eseguita durante l’ecografia sovrapubica e permette di misurare lo spessore nucale del feto. I feti sani hanno uno spessore che va tra 1,1 millimetro e 1,4 millimetri, però in realtà il valore per identificare una patologia è più alto. I medici sono però d’accordo nel dire che fino a 2,5 mm siamo ancora in quella che può essere considerata la norma. Oltre quel valore però, la presenza di una patologia è praticamente una certezza.

Traslucenza nucale: quando si effettua

L’esame della translucenza nucale viene effettuato in genere tra la undicesima e la 14 esima settimana; ma quella ideale è la settimana numero 12. Ci sono però notizie di casi positivi identificati già alla 8-9 settimana.

Traslucenza nucale: cosa fare se la misura mette in allarme?

Se al momento dell’esame le misure mettono in allarme, è possibile fare alcuni approfondimenti, come la misura del flusso nel dotto venoso, che è la struttura che lega vena ombelicale alla vena cava inferiore fetale. Se la TN è al limite il flusso buono, l’allarme può non essere così grave.

C’è poi da verificare la presenza delle ossa nasali: oltre il 70% dei feti Down all’epoca della TN non le ha ancora. Se la TN è al limite ma le ossa si vedono, i rischio scende.

Resta comunque il fatto che il valore oltre il limite della TN non sempre indica una patologia: la cosa fondamentale è fare affidamento su un bravo professionista in grado di interpretare alla perfezione tutti i dati.

 

 

Categorie dell'articolo:
Esami del primo trimestre

Commenti

Lascia un Commento