Allattare dopo una mastoplastica addittiva, si può?

Scritto da

Un bel seno turgido e tonico è il sogno di tutte le donne e oggi non è difficile averlo se madre natura è stata poco generosa. Molte donne che decidono di ricorrere alla chirurgia estetica però si pongono una domanda: “Potrò allattare dopo?”. La risposta è si. Si può tranquillamente allattare dopo una mastoplastica additiva, ovvero un aumento del volume del seno. Le motivazioni che spingono una donna all’aumento del seno sono diverse, da un’ipoplasia mammaria a un rilassamento eccessivo dei tessuti, magari proprio in seguito a uno o più allattamenti. Insomma, quale che sia il motivo, le donne possono in questo caso ricorrere serenamente alla chirurgia senza compromettere le funzioni del seno.

Il perché si spiega con la tipologia di intervento. Infatti per un aumento di volume del seno si inserisce una protesi di grandezza variabile. Questa viene inserita tra il tessuto ghiandolare e quello muscolare, per cui non vengono recisi né i dotti galattofori né la ghiandola mammaria, che resta quindi ben collegata al capezzolo. Ovviamente ci sono delle tempistiche da rispettare, solitamente si parla di circa sei mesi dopo l’intervento per una gravidanza e di seguito per l’allattamento. Una volta che il seno si è ripreso dal trauma dell’intervento, la sua capacità di produrre latte è la medesima di prima dell’intervento.

In realtà però, alcune donne possono avere percezioni poco piacevoli durante l’allattamento, come un’eccessiva sensibilità o al contrario una bassa sensibilità. Delle volte la pressione delle protesi può inibire leggermente la secrezione di latte, ma non è nulla di drammatico, basterà rivolgersi a una professionista dell’allattamento.

Purtroppo però, molte donne che hanno subito un intervento di aumento del seno decidono di non allattare per timore di rovinare il lavoro fatto. In questo caso è la paura che impedisce il corretto avvio dell’allattamento, ma non vi è nulla di vero riguardo al fatto che le protesi si rovinano. L’allattamento infatti non modifica l’estetica del seno, non più di quanto accadrebbe con un seno naturale. Se un imputato ci deve essere nel rilassamento dei tessuti è l’aumento di peso durante la gravidanza, che va invece tenuto entro gli 11 kg standard.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Allattamento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *