Teoria dell’attaccamento: cosa comporta nello sviluppo del bambino

Scritto da
chiara.gera@algorithmedia.com'

L’attaccamento mamma bambino è una teoria studiato per lungo tempo da diversi anni. Si tratta infatti di qualcosa che ha a che fare con il campo della sicurezza: il bambino si sente protetto dalla mamma, si sente accudito e per tale ragione sviluppa una maggiore fiducia nei confronti del mondo esterno.

Tale comportamento è stato studiato da alcuni ricercatori attraverso la cosiddetta strange situation, ovvero una sorta di esperimento nel quale si prendono in esame dei bambini insieme alle loro mamme e se ne analizzano i relativi comportamenti al momento del distacco.

Teoria dell’attaccamento: le diverse tipologie da conoscere

Le tipologie di attaccamento mamma bambino teoricamente sono di quattro tipi principali: sicuro, insicuro evitante, insicuro ambivalente e insicuro disorganizzato.

L’attaccamento sicuro si verifica quando un bambino piange al momento della separazione dalla mamma. Attraverso il pianto infatti il bambino sviluppa una sorta di richiamo verso la figura genitoriale affinché possa tornare da lui e tranquillizzarlo. Quando avviene il ricongiungimento infatti di solito il bimbo smette di piangere e ricomincia a giocare. In gerenre questo tipo di attaccamento si vericica quando il genitore è pronto a rispondere in modo tempestivo alle richieste del bimbo.

Anche nel caso dell’attaccamento ambivalente i bambini tendono a piangere con la differenza che, quando la mamma ritorna, non si fanno consolare e non si calmano. Questo tipo di attaccamento è tipico quando genitore risponde in modo intermittente alle richieste e ai bigsogni del figlio.

Nell’attaccamento evitante invece i piccoli non piangono quando vengono separati dalla mamma e continuare a giocare come se nulla fosse. Quando il genitore ritorna mantengono l’indifferenza e sembrano apparentemente tranquilli. I bimbi che sviluppano questo tipo di attaccamento in genere lo fanno dopo aver ricontrato la non risposta dei genitori alle loro richieste. 

I bambini che sviluppano un attaccamento disorganizzato hanno invece un comportamento imprevedibile: a volte piangono, altre ridono, altre ancora si bloccano. Lo stesso vale per le mamme che reagiscono in maniera diversa ai comportamenti del bimbo: smettono di parlare, si avvicinano al bambino, si bloccano, ridono se il bambino piange o sono infastidite. In gerere questo tipo di attaccamento si manifesta in bimbi che vivono un conflitto interno perchè i genitori incutono paura, trasmettono ansia o appunto dimostrano comportamenti ambigui nei loro confronti.

Cosa comporta l’attaccamento mamma bambino per la personalità del bimbo

Naturalmente l’attaccamento mamma bambino ha anche dei riscontri dal punto di vista della personalità. La mamma deve stare molto attenta a come si comporta nei confronti del proprio figlio poiché se quest’ultimo ha una prevalenza di pensieri negativi, potrebbe a lungo andare sviluppare dei disturbi più o meno gravi.

Se l’attaccamento mamma bambino è di tipo sicuro, probabilmente egli non contrarrà alcuna patologia. Se invece l’attaccamento è di tipo insicuro ci saranno maggiori probabilità di sviluppare patologie psichiche.

Proprio per tale motivo dunque è importante che un genitore accudisca nel modo più appropriato il proprio bambino, rispondendo alle loro richieste nel modo più coerente possibile e ricordando che i pianti dei piccoli non sono mai capricci, ma bisogni.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Cura del bambino

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.