Tanti anni di distanza fra fratelli? Vantaggi e svantaggi

Scritto da
tanti-anni-di-distanza-fra-fratelli-vantaggi-e-svantaggi

C’è chi preferisce avere figli a distanza ravvicinata e chi invece preferisce mettere qualche anno di distanza fra il primo e secondo. Quale scelta sia la migliore non è dato sapere perché sono tanti i fattori che influenzano le relazioni fra fratelli così come sono varie le motivazioni che spingono le coppie a optare per una delle due soluzioni.

Fatto sta che i fratelli che hanno dai quattro agli otto anni di distanza fra di loro presentano sia vantaggi e svantaggi che devono essere presi in considerazione attentamente.

Tanti anni di distanza tra fatelli: i vantaggi

Il fratello più grande può essere coinvolto attivamente nel prendersi cura del fratellino piccolo. Fatevi aiutare nelle mansioni più semplici e qualche volta affidatelo alle sue cure senza però perderli di vista. Magari lasciateli giocare assieme e rimanete nella stanza accanto, pronti a intervenire qualora fosse necessario.

Il maggiore ricorderà bene i momenti passati assieme al piccolo di casa e li conserverà per il resto della sua via. Inoltre, se il figlio grande già è in età scolare, la mamma potrà dedicare più temo al piccolino quando l’altro è impegnato con le lezioni a scuola. Una cosa da non sottovalutare a vantaggio della serenità di tutta la famiglia.

I fratelli di solito tendono a non essere troppo viziati perchè sono abiutati a condividere le cose fra di loro. Con i figli unici invece si rischia sepre di viziarli un po’ troppo concentrando l’attenzione solo su di loro.

Tanti anni di distanza tra fatelli: gli svantaggi

La gelosia è sempre dietro l’angolo e i genitori devono stare in guardia. Le attenzioni date ai due figli devono essere ben calibrate e uguali per quanto sia possibile. Anche il bambino più grande ha un estremo bisogno di essere coccolato, accudito e ascoltato quanto quello più piccolo.

Attenzione anche a non sovraccaricare di responsabilità il figlio più grande. È sempre un bambino: è giusto che vi aiuti a fare qualche lavoretto e che di tanto in tanto si prenda cura del piccolino ma è importante ricordarsi che ha bisogno dei suoi spazi durante la giornata. Coinvolgete sempre il figlio più grande nei giochi che fate assieme al piccolino per renderlo partecipe e non laciarlo mai in disparte.

Ci saranno giornate molto complicate durante le quali dovrete magari curare il piccolo con la febbre alta e il grande dovrà magari partecipare a qualche importante evento. Non perdetevi mai d’animo e fatevi aiutare dalle persone che avete vicino. Poco a poco riuscirete a gestire la famiglia al meglio e in modo del tutto naturale, senza grandi impedimenti o ostacoli.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Educazione/psicologia