Sono mamma…e adesso?

Scritto da
info@maternita.it'

Sono mamma….e adesso? Possiamo raccoglierli in questa frase i primi pensieri e le prime paure nel passaggio da essere figlie a essere madri.

Ore e ore di travaglio, le contrazioni che non finivano più…(ma quanto ci mette questo utero a dilatarsi?), il pensiero se andrà tutto bene, se mio figlio sarà sano e gli occhi del mio compagno che mi guardano preoccupato ma immobile perché non sa come aiutarmi.

Il video della settimana

Poi finalmente l’ostetrica mi dice che ci siamo, che posso spingere e io, che non so bene come farò perché mi sento morire, lo faccio con tutte le forze che ho…spingo, spingo, tutto che va in fiamme, grido e poi il silenzio e il pianto disperato di un bambino, mio figlio che finalmente è venuto al mondo! Sono al settimo cielo, nelle ore successive cerco di recuperare ma non riesco a fare a meno di domandarmi: sono mamma, e adesso….che faccio?”.

Come ostetrica questo è quello che spesso vedo negli occhi e nel cuore delle neo mamme, disarmate di fronte a un cucciolo di tre chili e poco più che ha sconvolto del tutto le loro vite.

Ho riscontrato che spesso si è molto occupate nella preparazione dell’evento nascita (la culla, la carrozzina i vestitini) e all’effetto che avrà sugli altri (“vedrai come lo vizieranno i nonni”, “sarà il preferito della zia”, “quando crescerà il papà la terrà d’occhio”) che poi in realtà ci si dimentica di se stesse e di un passaggio fondamentale che avviene nelle proprie vite, non si è più figlie ma si diventa MADRI…e diciamolo non è decisamente un momento da poco!!

Il diventare madri inevitabilmente porta subito un grande carico di responsabilità, ci si chiede se quello che si fa è giusto, che cosa si deve fare e magari da figlie si guarda la propria madre in maniera interrogativa come a dire “ma tu come hai fatto?”.

E quello che ho potuto capire è che la risposta per chi è diventata mamma nel passato e per chi lo sta diventando in questo momento è stata la stessa, quella del non sapere, ma affidarsi e farsi guidare solo da due cose importanti: l’istinto e l’amore.

Perciò care mamme, mentre accarezzate il vostro pancione, o guardate per la prima volta negli occhi il vostro bambino pensate e dite ad alta voce “sono mamma”! Realizzare questo passaggio è molto importante, definisce ciò che si è e ciò che si sta diventando, la donna più importante nella vita di un individuo, la sua mamma.

E’ una cosa grande è vero, ma non lasciate che la paura prenda il sopravvento, lasciate che sia l’amore a farlo: l’amore per voi stesse, l’amore per le vostre madri che vi sono accanto, ma soprattutto l’amore per vostro figlio; perché che se ne voglia dire è sempre lui che guida, che ci sa consigliare meglio e che nelle mamme non sbaglia mai perché ogni scelta che viene fatta, è fatta per amore…l’amore di mamma!


Tags dell'articolo:
·
Categorie dell'articolo:
Mamme Blogger

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *