Scuole danesi: si va a lezione di abbracci

Scritto da
scuole-danesi-al-via-le-lezioni-di-abbracci
chiara.gera@algorithmedia.com'

I bambini danesi risultano essere fra i più felici e sereni al mondo. Nelle scuole primarie danesi viene data grandissima importanza all’empatia e abbracciarsi è addirittura materia di studio.

I bambini danesi e la felicità

Secondo Jessica Joelle Alexander, autrice del libro Il nuovo metodo danese per educare i bambini alla felicità a scuola e in famiglia i bambini nati ed educati in Danimarca possono contare su un sistema scolastico che dà grande importanza al loro benessere psicofisico.

Molti altri Paesi si affidano invece ad un modello educativo superato, quindi non in grado di affrontare problemi attuali, come il bullismo.

In questi sistemi il nozionismo diventa spesso più importante del benessere dei bambini. In Danimarca invece agli abbracci vengono dedicate specifiche lezioni, con l’obiettivo di sviluppare l’empatia e ridurre gli attriti fra gli studenti.

Stare bene con se stessi è la base per sviluppare l’autostima, l’empatia e la consapevolezza, per cui dovrebbe essere uno degli obiettivi di un sistema scolastico che deve formare gli uomini e le donne di domani.

A lezione di abbracci

Nelle scuole danesi esiste una vera e propria ora di lezione dedicata allo sviluppo dell’empatia.

Qui sono completamente aboliti i voti e la competizione fra gli studenti, sostituiti da abbracci e da esercizi volti allo sviluppo dell’empatia.

L’obiettivo è quello di far comprendere ad ognuno come si sentono gli altri e cosa stanno provando, sia in momenti sereni che in altri meno buoni. Le lezioni si concludono con un test di fine anno sulla felicità, perchè l’obiettivo della lezione non è che i bambini dimostrino di avere imparato qualcosa, ma di essere più sereni e felici nella vita quotidiana, in famiglia e nel rapporto con i compagni di scuola.

Questo potrebbe essere il segreto che porta i danesi sempre ai primi posti nelle classifiche mondiali sulla felicità e sulla serenità.

Condividi il post:

Tags dell'articolo:
· ·
Categorie dell'articolo:
Educazione/psicologia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.