Rimedi naturali per curare il raffreddore dei piccoli

Scritto da
raffreddore bambino rimedi naturali

 



 

Con l’arrivo dell’autunno iniziano i primi raffreddori, che possono essere piuttosto fastidiosi sia per adulti che bambini. In particolare, per i più piccoli che non sono ancora in grado di soffiarsi il nasino da soli e che non possono prendere dei medicinali specifici, come decongestionanti o mucolitici, sconsigliati in età pediatrica: per fortuna esistono anche dei rimedi del tutto naturali per contrastare il raffreddore dei bambini a cui si può far ricorso.

Soluzione salina in spray contro il raffreddore

La soluzione salina in spray si rivela un’ottima opzione per i più piccoli, grazie al suo effetto antisettico e drenante, in grado di rimuovere le crosticine ed il muco. Si può optare tra due tipi di soluzioni, isotonica o ipertonica: la prima è indicata nei casi di secrezioni liquide e bianche, mentre la seconda è consigliata se le secrezioni sono più dense e di colore tendente al giallo. Si possono effettuare da 2 a 4 trattamenti al giorno durante il periodo del raffreddore, ricordando sempre il lavaggio nasale con la soluzione prima del sonno notturno del bambino.

La giusta idratazione per combattere il raffreddore

In caso di muco e forte raffreddore, un metodo importante e completamente naturale per combattere il disturbo, è quello di bere molto: al lattante sarà opportuno offrire una poppata in più, mentre per i bimbi più grandi, dai 2 anni in su, è possibile optare per delle tisane con il miele, che ha un grande potere decongestionante. Assolutamente da evitare i farmaci mucolitici fino ai due anni di età, ed ancor più i decongestionanti nasali per il raffreddore (sconsigliati fino ai 12 anni di età)

La giusta umidità in casa

Già in autunno col riscaldamento gli ambienti delle nostre case spesso diventano più secchi del dovuto : un’aria salubre per la cameretta dei bambini dovrebbe avere un’umidità del 50% circa, quindi cerchiamo di mantenere l’umidità giusta con qualche piccolo accorgimento. Il primo è chiaramente di non surriscaldare la camera del piccolo, perché non è necessario soprattutto se usa la stanza solo per il momento del riposo. Anche arieggiare è una buona abitudine che non dovrebbe essere dimenticata, e questo vale per tutta la casa. Per le camere, si può anche contribuire a mantenere un buon grado di umidità con gli umidificatori, quelli che si applicano al termosifone. 

Un’altra soluzione che unisce umidificatore + diffusore di oli essenziali sono i diffusori 2 in 1 : permettono di umidificare l’aria per un certo lasso di tempo con programmi prestabiliti e di diffondere piacevoli oli essenziali con effetti balsamici e decongestionanti per i nasini raffreddati.

Importanza dell’alimentazione del bambino

Anche l’alimentazione ha un ruolo molto importante per cercare di combattere il raffreddore in modo del tutto naturale: è bene infatti aumentare le quantità di frutta e verdura, potendo contare sull’effetto benefico delle loro vitamine e dei sali minerali. Al contrario, è opportuno ridurre la carne ed i formaggi, in quanto l’elevato contenuto di proteine potrebbe avere un effetto infiammatorio. Sarà sufficiente pertanto evitare di assumerli durante i giorni in cui si avvertono i sintomi del raffreddore. I bimbi più grandi potranno inoltre aiutarsi con delle caramelle di propoli, che hanno effetto calmante e naturale.

Categorie dell'articolo:
Salute del bambino

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *