Impariamo assieme a bere dal bicchiere?

Scritto da
bere dal bicchiere

I bambini crescono rapidamente e il momento dello svezzamento prima o poi arriva. I più piccoli dovranno adattarsi non solo ai sapori diversi dal latte ma anche a bere e a mangiare in maniera corretta.

Come abituarli a bere dal bicchiere? Ecco a voi una semplice guida da mettere in pratica.

Quando cominciare a far bere dal bicchiere il piccolo?

In realtà non esiste un’età giusta per farlo: è importante invece rispettare i tempi di ogni bambino che sono sempre diversi da individuo a individuo.

Lasciate che si abitui in maniera progressiva senza eliminare di colpo il biberon. Alternate l’utilizzo del bicchiere inizialmente con il beccuccio apposito forato al biberon e, poco a poco, vedrete che acquisterà sempre più autonomia. Talvolta sono i bambini stessi a voler adoperare solo il bicchiere: per alcuni è un modo per sentirsi grandi. Procuratevi un bicchiere di plastica resistente e lasciateglielo sempre a disposizione. Inizierà a familiarizzare con il nuovo oggetto magari giocandoci e facendo finta di bere. Di tanto in tanto bevete anche voi dal suo bicchiere: capirà come deve fare per puro spirito di emulazione.

Pasticci in vista: mantenete la calma!

Ovviamente le prime volte che berrà dal bicchiere sarà più l’acqua che si rovescia addosso che quella che entrerà nel suo pancino. È del tutto normale e non dovete certo arrabbiarvi!

Il bambino ha bisogno di tempo e tranquillità per apprendere a non sbrodolarsi tutte le volte che porta il bicchiere alla bocca. Capiterà che lo svuoterà sul pavimento o sul tavolo intenzionalmente per vedere l’effetto che fa oppure senza volerlo per una presa maldestra. Armatevi di pazienza: prima o poi imparerà a bere nel modo corretto e non farà più pasticci.

Per i bambini imparare a bere da soli vuol dire conquistare un po’ più di autonomia. È una grande vittoria per loro quindi mostratevi entusiasti ad ogni loro progresso, seppur lento e piccolo. 

Categorie dell'articolo:
Educazione/psicologia

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *