La dentizione del neonato: un geniale rimedio DIY

Scritto da
dentizione del neonato

Ho letto questo articolo e mi sono detta: “Ma come ho fatto a non pensarci?”

La brillante idea DIY di una mamma

L’articolo parla di una mamma che, notando i primi segnali della dentizione, ha escogitato un metodo tanto semplice quanto geniale per aiutare il suo bambino: un ghiacciolo di latte materno. Lei lo ha chiamato Milksicle.

Ecco, sì. Ho fatto proprio la tua faccia. Se ci pensi è un rimedio veloce, semplice, gratuito e sicuro.

Il bambino non dovrà mordere oggetti che magari non possiamo sterilizzare o che, essendo stati in frigo sono stati contaminati.

Basta prendere dei contenitori per fare i ghiaccioli, sterilizzarli, inserirci il latte e metterli a congelare. Et voilà. Il rimedio è servito.

Certo, il piccolo si bagnerà dalla testa ai piedi, ma in tanto ha un po’ di conforto dal terribile dolore della dentizione.

Lo sai che secondo una ricerca un adulto potrebbe morire (nel senso letterale del termine), con il dolore che provano i neonati nella fase della dentizione?

Quando spuntano i primi dentini?

Ovviamente, non c’è una regola. Di norma, tra i 4 e i 7 mesi ma ad alcuni spuntano verso i 3 e ad altri a 12 mesi. Penelope, ad esempio, ha messo i primi due a 7 mesi e mezzo. E poi per un anno non se ne sono visti altri, salvo poi spuntare tutti insieme.

Di solito, escono nel seguente ordine (ma, come sempre, non è una regola): denti inferiori al centro, i due denti superiori, i denti ai lati e poi quelli dietro.  Potrebbero spuntare uno alla volta o tutti insieme. Gli ultimi dentini escono dopo i due anni del bambino.

I sintomi della dentizione del neonato

Anche qui i sintomi sono diversi e variano in base al bambino. I più comuni sono:

  • Irritabilità
  • Abbondante salivazione
  • Infiammazione e dolore delle gengive
  • Voglia di mordere ogni cosa
  • Inappetenza
  • Insonnia.

Alcune persone notano anche un lieve aumento della temperatura o un arrossamento del sederino, dovuto alla popò un po’ più acida del solito.

Categorie dell'articolo:
Cura del bambino

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *