Come insegnare al bambini a bere da solo

Scritto da
imparare bere soli

Insegnare ai bambini a bere da soli e ad acquistare così un po’ più di autonomia non è una cosa semplicissima da fare. Adottando qualche accorgimento è possibile però aiutare poco a poco i bambini piccoli a sorseggiare acqua, latte e altre bevande al bicchiere senza combinare troppi pasticci. Vediamo assieme come fare.

Bere da soli: impariamo a succhiare e deglutire

Durante i primi 6  mesi i bambini hanno un riflesso istintivo che li porta ad effettuare senza nemmeno pensarci la suzione. In pratica Sono capaci solo di succhiare spingendo il capezzolo o la tettarella verso il palato e creando il sottovuoto con la bocca. Non appena il liquido raggiunge la parte retrostante della lingua, deglutiscono. Tutto ciò avviene in modo spontaneo. In questi primi mesi di vita è impossibile insegnargli a bere dal bicchiere. Sarebbe uno sforzo inutile che finirebbe oltretutto per compromettere la corretta suzione.

Dopo il compimento del sesto mese le cose iniziano gradualmente a cambiare. Infatti la laringe poco a poco inizia a scendere e cominciano a spuntare i primi dentini. I cambiamenti anatomici e l’acquisizione di un maggiore controllo dei movimenti della testa così come della bocca, aiutano a deglutire in maniera corretta sia i primi cibi semi solidi che i liquidi. Se la suzione è un movimento innato, la deglutizione è un po’ più complicata e il bambino apprende in maniera molto graduale. All’inizio continuerà a cercare di succhiare dal bicchiere o dal cucchiaio poi un po’ alla volta comprenderà che esistono anche altri modi per mangiare e bere.

I movimenti per bere dal bicchiere

Per bere correttamente da un bicchiere i bambini devono imparare ad effettuare dei nuovi movimenti con la bocca e le labbra. Il labbro inferiore deve essere appoggiato esternamente al bicchiere, sulla parte inferiore mentre la lingua non ha più bisogno di uscire dalla bocca come invece accade durante la suzione. L’alimento liquido o l’acqua che poi arriva in bocca deve essere subito inghiottito per evitare un eccessivo accumulo all’interno delle gote. Sono passaggi piuttosto complicati da fare per un bambino piccolo ma con un po’ di pazienza e tenacia apprenderanno a farli tutti, uno dopo l’altro.

All’inizio è meglio scegliere un bicchiere dotato di manici in modo tale che almeno la presa sia sicura. Il materiale migliore è la plastica: inevitabilmente l’oggetto in questione cadrà chissà quante volte e se fosse in vetro diventerebbe un potenziale pericolo per il bambino.

In un primo momento sarà opportuno che gli sosteniate voi il bicchiere anche se protesterà animatamente. I bambini infatti quasi sempre vogliono far tutto da soli e il disastro è dietro la porta. Se insiste animatamente lasciatelo provare, ma fate attenzione che non alzi troppo il capo mentre tenta di bere: l’acqua potrebbe finirgli nel naso creando un po’ di scompiglio.

Insegnare ai bambini a bere da soli richiede un po’ di attenzione, calma e dedizione ma alla fine ci riescono sempre tutti ad apprendere nel migliore dei modi prima dei 3 anni.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Svezzamento

Commenti

  • Il mio 19 mesi mangia e beve da solo ovviamente combina pasticci

    Lucia Natalina Covello Lucia Natalina Covello 30 marzo 2018 14:02 Rispondi
  • Mia figlia, 9 mesi, le tengo un biberon sempre nel tappetone o cmq dove sta giocando e se lo prende da sola

    Martina Tosto Martina Tosto 30 marzo 2018 18:12 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.