Cartoni animati inclusivi, per non lasciare solo nessuno

Scritto da
info@maternita.it'/

Nel nostro Paese sono stati realizzati cartoni animati inclusivi che coinvolgono anche i bambini con difficoltà sensoriali nella fascia d’età compresa tra i due ed i sei anni. Un esperimento riuscito che ha messo la tecnologia al servizio dell’infanzia.

Il cartone animato inclusivo, una realtà italiana all’avanguardia

La pandemia ha messo a dura prova i più piccoli. I bambini rinchiusi in spazi stretti, senza poter correre nei parchi e giocare con gli amici stanno soffrendo più degli adulti le restrizioni che impone il coronavirus. I programmi televisivi ed il cellulare sono perciò gli unici compagni di un isolamento forzato. La situazione è vissuta con maggiori difficoltà dai bambini con disabilità sensoriali che spesso non trovano programmi adatti a loro.

Il video della settimana

Rai Yoyo lo scorso inverno, nella fase più acuta della pandemia, ha mandato in onda un cartone animato “Lampadino e Caramella” adatto anche ai bambini con deficit sensoriali. Il programma è stato realizzato attraverso il Cartoon Able, una tecnica che consente di produrre il filmato con forme, colori, musiche e tempi adatti anche alla visione dei bambini autistici. I protagonisti dei video utilizzano la lingua dei segni ed i sottotitoli rendono il cartone fruibile anche per i bambini non udenti. Gli ipovedenti sono aiutati invece, da una voce narrante che li supporta nel seguire la storia. Il Cartoon Able perciò non lascia indietro nessuno e piace a tutti. Il progetto è stato finanziato dal Ministero della Cultura ed stato realizzato con la consulenza di educatori, medici ed esperti che lo hanno reso un cartone divertente, senza eccezioni.

Il cartone “Pablo”: l’autismo spiegato ai più piccoli

“Pablo” è un cartone che racconta le avventure di un bambino autistico e dei personaggi che disegna. Le puntate oltre ad essere divertenti, spiegano l’autismo ai più piccoli e alcune strategie di problem solving che i bambini autistici devono mettere in atto per relazionarsi con il mondo che li circonda. Il protagonista della storia è Pablo che affronta le piccole difficoltà quotidiane come una sfida entusiasmante lasciando emergere la propria individualità. Il video è adatto anche a bambini con disabilità ed ha una grande portata culturale in quanto rappresenta la nuova frontiera dei cartoni per l’infanzia in cui i bambini sono protagonisti della realtà senza limiti e differenze. Pablo è in onda su Rai Yoyo alle 9.35 ed alle 18.05 e tutti possono guardarlo e condividere con gli amici commenti e risate. Un risultato importante, non solo per il mondo dei più piccoli.

Tags dell'articolo:
· ·
Categorie dell'articolo:
Educazione/psicologia