“Sono incinta”: come lo dico?

Scritto da
chiara.gera@algorithmedia.com'

Per molte donne arriva il momento tanto atteso in cui scoprono, attraverso un semplice test, o un esame del sangue, di essere in dolce attesa: un piccolo esserino sta crescendo dentro di te e ben presto verrà alla luce arricchendo la vita di entrambi genitori. Le prime sensazioni sono estremamente varie: potresti essere da un desiderio irrefrenabile di comunicare immediatamente, al mondo intero, la bella novità oppure, al contrario, potresti preferire non voler comunicare subito la notizia a tutti, magari aspettando addirittura il terzo mese, periodo in cui il rischio di aborto si abbassa notevolmente.

IL PAPA’ IN PRIMIS
Ma come annunciare la bella notizia al proprio partner e a tutte quelle persone, amici, parenti, colleghi che, in un modo o nell’altro, fanno parte della propria vita affettiva e lavorativa? Indubbiamente il discorso è molto soggettivo e dipenderà dalla situazione contingente. La prima persona a cui bisogna pensare è ovviamente il papà: se il bimbo è stato voluto e cercato, il partner sarà ben felice di essere messo al corrente del fatto che sta per diventare papà, ma se invece la gravidanza è inaspettata, bisognerà avere molto tatto ed essere pronte anche a reazioni un po’ “deludenti”: non sempre infatti la prima reazione, soprattutto ad una notizia così inaspettata, è davvero lo specchio di quelli che sono i veri sentimenti e c’è solo bisogno di un po’ di pazienza perché questi vengano fuori.

Per annunciare al tuo compagno che diventerà papà potresti sbizzarrirti in diversi modi, da quelli più classici a quelli più fantasiosi, tenendo però sempre conto del carattere di chi hai davanti. Potresti optare per una semplice dichiarazione verbale accompagnata da un bel brindisi, oppure organizzare qualcosa di divertente per metterlo al corrente della situazione: ad esempio, potresti preparare una simpatica cena a base esclusivamente di prodotti per bambini, oppure spedirlo a ritirare un dolce con su scritto “tanti auguri papà” o, ancora, stuzzicare la sua curiosità con una serie di messaggi allusivi che possano far capire la bella notizia del tipo “a breve ingrasserò”, “serve una casa più grande”, fino al più inquietante “ho fatto qualcosa di davvero costoso..”.

FAMIGLIA E AMICI
Scelto il modo per comunicare la gravidanza al papà, si potrà informare la famiglia e gli amici più stretti: non esiste un momento “giusto”, sarete voi genitori a decidere quando sarà ora di dare la bella notizia. Ultimamente vanno sempre più di moda biglietti e cartoline che comunicano il lieto evento, sia nella versione già pronta, acquistabile in cartoleria insieme ai biglietti di annunci, sia personalizzata con le foto dei futuri genitori. In genere però, è preferibile dare la notizia di persona, evitando anche mail e sms, almeno alle persone più vicine: vedere la faccia dei propri cari che si illumina alla scoperta dell’arrivo di un bimbo è una cosa senza prezzo e vale la pena trovare il momento giusto per godersi tutta la gioia che in genere questo tipo di annunci sanno generare. Anzi, per  rendere il momento davvero “indelebile”, potreste organizzare una piccola riunione, magari arricchita da un bel pranzo, e chiedere a tutti di mettersi in posa per una foto ricordo: annunciare il bebè in arrivo proprio nel momento del click renderà lo scatto davvero unico!

UFFICIO E WEB POSSONO ASPETTARE?
Per quel che concerne i colleghi di lavoro, è necessario fare le dovute distinzioni in base al rapporto che vi lega: quelli con cui avete meno confidenza capiranno che siete in procinto di diventare mamma quando vedranno crescere la vostra pancia tanto da non poterla più nascondere, mentre i colleghi con cui avete un rapporto più stretto, potranno essere informati sin da subito, in maniera informale e con tanto di festeggiamenti e brindisi. Attenzione però:  il capo dovrebbe essere tra i primi ad essere informato.

Un discorso a parte va fatto per i social network: annunciare la propria gravidanza su Facebook o Instagram, così come documentare passo passo tutte le varie fasi, è una scelta assolutamente soggettiva, ricorda solo che una volta pubblicata la notizia sarà di dominio pubblico e non avrai più il controllo su di essa.

Aspettare un bambino è sicuramente una bella notizia che merita di essere condivisa con le persone che si amano, nei modi e nei tempi dovuti, senza dimenticarsi del mondo circostante e della sensibilità altrui. Si tratta sempre di una bella notizia che non esclude la possibilità di ferire qualcuno, o creare problemi in ambito lavorativo ed affettivo, magari in altre donne che hanno recentemente avuto esperienze negative in merito, come ad esempio un aborto. Per questo è bene valutare sia le persone che le situazioni, ed avere una giusta quantità di sensibilità e tatto, in modo da ridurre al minimo tali evenienze.

Condividi il post:

Tags dell'articolo:
Categorie dell'articolo:
Gravidanza

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *