Sogni d’oro: niente tv e cibi dolci, ma sì al lettone.

Scritto da
Nanna Bimbi

Le abitudini della nanna dei più piccoli sono piene di falsi miti e ricche di errori commessi dai genitori. A dirlo è niente meno che uno studio ufficiale condotto dalla società italiana di pediatria preventiva e sociale (Sipps) e la società delle cure primarie pediatriche (Sicupp).

La ricerca, dal nome “Ci piace sognare” analizza le abitudini dei bambini italiani delle età più diverse, per capire la loro routine del sonno e tracciare gli errori più diffusi che possono portare ad una insonnia cronica che, con buona probabilità, si tramanderà anche in età adulta.

Gli enti che hanno curato lo studio e che hanno riscontrato che meno del 70% dei bambini riposa le ore necessarie, senza troppe sorprese puntano il dito contro le abitudini alimentari dei piccoli prima di dormire e sull’intrattenimento serale.

Per quanto riguarda il primo elemento, gli studiosi hanno osservato come somministrare ai più piccoli bevande dolci, gasate o anche solo il latte nel biberon, sia dannoso per la loro digestione e influenzi negativamente la loro qualità del sonno, riducendone la durata e rendendolo agitato.

Sul tema delle attività da svolgere prima di andare a nanna, non ci sono dubbi su come un uso smodato della TV e di contenuti audiovisivi nelle ore che precedono il riposo abbia effetti eccitanti e comprometta la capacità di rilassarsi.

Ciò che sorprende dagli studi effettuati, invece, è come il lettone, da moltissimi demonizzato come antagonista dell’autonomia dei piccoli e del corretto sviluppo della loro indipendenza, sia in realtà un luogo sicuro dove aiutare i bambini a sentirsi al riparo.

Se nei primi due anni di vita il 40% dei bambini si addormenta dolcemente tra mamma è papà, all’età di 8 anni solo due piccoli su dieci conservano ancora questa abitudine.

Eppure, secondo quanto dicono gli esperti, lasciare i bambini liberi di decidere quando abbandonare il lettone è importante per farli crescere al loro ritmo e senza stress.

Attenzione, invece, a consentire ai neonati di dormire nel lettone: questa abitudine, infatti, aumenta esponenzialmente il rischio di soffocamento del neonato.

Condividi il post:
Tags dell'articolo:
· ·
Categorie dell'articolo:
Nanna

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *