Raffreddore in gravidanza, quali rimedi?

Scritto da
raffreddore in gravidanza

La gravidanza, sebbene sia fisiologica, rappresenta un periodo molto delicato nella vita della donna, che si trova a dover pensare non solo a se stessa ma soprattutto al bebè nel pancione. Per questo motivo, prima di assumere qualsiasi farmaco, deve attenersi sempre al consiglio e alle indicazioni del medico curante. Per i raffreddori e i malanni stagionali che inevitabilmente ci colpiscono con il cambio del tempo esistono dei rimedi naturali adatti anche alle gestanti. Vediamo insieme quali sono.

Raffreddore in gravidanza, i rimedi naturali

Non è raro avvertire fastidi tipici dei periodi di intermezzo, sbalzi improvvisi di caldo e freddo che ci investono e si manifestano con tosse, mal di gola e raffreddore. Prima di lanciarci al banco del farmacista di fiducia, però consideriamo che il raffreddore in gravidanza non è una patologia grave e tutti i farmaci attraversano la placenta, con effetti potenzialmente dannosi (soprattutto se NON indispensabili) a carico del feto ed è sempre meglio optare per la scelta di soluzioni che non comportano rischi. Senza lasciare meno spazio al riposo, fondamentale specialmente se un pò provate dai malanni stagionali, ecco come intervenire sui fastidi caratteristici del raffreddore:

  • Tosse, grassa o secca, stizzosa o con muco e catarro: può essere facilmente tenuta a bada, senza rischio che degeneri, con il classico miele, assunto puro o sciolto in liquidi caldi come latte o tisane, che da sollievo alla gola e aiuta a sciogliere il muco, lo sciroppo di cipolla, espettorante e antibatterico e il tè alla salvia, utilizzato per fare gargarismi nell’arco della giornata;
  • Mal di gola: per il mal di gola, i rimedi più efficaci rimangono il latte caldo con miele o il miele e limone;
  • Naso tappato: fastidiosissimo, può essere risolto con i suffumigi, ossia le inalazioni di vapori di acqua bollente dove avremo disciolto del sale grosso o del bicarbonato; prima di fare i suffumigi, mettete un asciugamano sulla testa per evitare che l’umidità e i vapori vi bagnino i capelli. Altro metodo utile per stappare il naso è irrigare più volte al giorno le narici con della soluzione fisiologica o ancora, aerosol con semplice e innocua soluzione fisiologica.

Raffreddore in gravidanza, rimedi e attenzioni per stare meglio

Fondamentali sono, per stare meglio e guarire in fretta, rispettare una sana ed equilibrata alimentazione, leggera, ricca di liquidi (acqua, tisane, succhi naturali, tè deteinato) ed alimenti ricchi di vitamina C che rinforzano il sistema immunitario e aiutano nella lotta ai malanni stagionali, vestirsi a “cipolla” ossia a strati in modo da evitare sbalzi termici, aerare frequentemente gli ambienti domestici ed evitare il contatto con persone influenzate o che manifestano segni.

Solamente nel caso in cui la tosse peggiora o si manifestano episodi di febbre superiore a 38.5°, assieme a spossatezza, stanchezza, difficoltà ad alimentarsi o si verificano altri sintomi più importanti, è meglio assumere farmaci prescritti rigorosamente dal medico, che in base alla situazione, ne valuterà la reale necessità e il rapporto beneficio/rischio.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Gravidanza

Commenti

  • Io mi sono curata con goccine di acqua di mare, tanto riposo e al bisogno (solo febbre alta) paracetamolo

    Nancy Renda Nancy Renda 19 dicembre 2016 11:02 Rispondi
  • Tisana limone aglio! Fa schifo ma ho curato due bronchiti in gravidanza!

    Valentina Invernizzi Valentina Invernizzi 19 dicembre 2016 11:23 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *