Come eliminare la poppata notturna senza stress

Scritto da
come eliminare la poppata notturna senza stress

Il legame tra madre e figlio che s’instaura quando si allatta è decisamente molto profondo ed unico. Proprio per questo diminuire le poppate, soprattutto eliminare quelle notturne che rassicurano il bambino, può portare ad una serie di problemi, addirittura a piccoli “traumi”. Ecco come ridurre o eliminare le poppate notturne senza stress ed ansia sia per il bambino che per la mamma.

Poppata notturna, ogni neonato segue i propri ritmi naturali

Su una cosa siamo tutte d’accordo: ogni neonato è diverso e segue i propri ritmi naturali. Di solito, anche a detta dei pediatri, con lo svezzamento, e quindi con l’introduzione di cibi solidi che saziano maggiormente, il bambino tende a non svegliarsi più la notte. Ma ciò può accadere anche dopo il primo mese, questo dipende molto dal bambino. Un consiglio utile è quello di cercare di posticipare l’ultima poppata e di farlo addormentare il più tardi possibile. Purtroppo però non sempre è facile per i bambini accettare il distacco definitivo dal seno della mamma: continueranno a svegliarsi di notte, a cercare la mamma o a toccarle il seno. Cosa fare a questo punto?

Imparare ad ascoltare il proprio bambino, anche durante la poppata notturna

Evitate eccessive sofferenze al bambino. Rendete meno traumatico e stressante questo passaggio, magari coinvolgendo il papà. Il suo aiuto nel far addormentare il bambino, senza la presenza della mamma, può risultare in alcuni casi davvero efficace!

Bisogna però imparare ad ascoltare il proprio bambino. Se non è pronto al distacco dal seno, evitate forzature e rimandate l’eliminazione delle poppate.

Non studiate stratagemmi e trucchetti per convincerlo a non attaccarsi più. Raccontare al bambino che “Mamma ha la bua” facendogli vedere il cerotto sul seno lascia in lui un ricordo non proprio piacevole di questa che dovrebbe essere una bellissima esperienza e che rischia di farlo sentire in colpa.

Se il bambino non è per niente pronto potete sempre ridurre le poppate senza eliminarle del tutto, ma “contrattandole”, riducendo cioè i tempi delle poppate o posticipandole. In questo modo il bambino non soffrirà e si abituerà in maniera graduale al cambiamento e la mamma potrà sentirsi un po’ più “libera”.

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Allattamento

Commenti

  • Sabrina Santoro Rossella Castriotta

    Monica Andreano Monica Andreano 13 marzo 2017 21:26 Rispondi
  • Monica Andreano io l ho tolto quasi definitivamente 😉

    Sabrina Santoro Sabrina Santoro 13 marzo 2017 21:32 Rispondi
  • Ornella Siciliani❤

    Ornella Siciliani Ornella Siciliani 13 marzo 2017 23:35 Rispondi
  • Tiziana de Febbo

    Antonella Lozito Antonella Lozito 14 marzo 2017 9:02 Rispondi
  • Hai visto Gio?

    Angela Marrese Angela Marrese 14 marzo 2017 10:33 Rispondi
  • Tolta a due mesi !!! Ora la mia bimba dorme dalle 22 alle 7 di mattina

    Pamela Scaggiante Pamela Scaggiante 14 marzo 2017 11:38 Rispondi
  • e perché va eliminata se il bambino te la chiede vuol dire che ne ha bisogno

    Laura Campagnaro Laura Campagnaro 14 marzo 2017 13:50 Rispondi
  • Il mio bimbo trascorre ttt la notte attaccato al seno e nn riesco a staccarlo..

    Giusy Sgura Giusy Sgura 14 marzo 2017 13:54 Rispondi
    • Xke dovresti…?

      Carmen Schirripa Carmen Schirripa 14 marzo 2017 17:17 Rispondi
    • Xke sto diventando tutta storta magari?!!?? Io capisco tutto ma se mi molasse la te tra almeno 5 6 ore di notte nn mi lamenterei

      Romina Emilio Bertapelle Romina Emilio Bertapelle 14 marzo 2017 18:01 Rispondi
    • Io ho dormito storta 18 mesi…devi trovare la posizione giusta….

      Carmen Schirripa Carmen Schirripa 14 marzo 2017 22:00 Rispondi
    • Prova a metterti tu a pancia in su e il bambino su di te e offrigli il seno cosi. .. Un po sollevata con la schiena col cuscino

      Carmen Schirripa Carmen Schirripa 14 marzo 2017 22:04 Rispondi
  • Non c’è cosa più bella. Non vedo perché toglierla, il mio ne ha 9 e l attacco quando vuole.

    Aurora Maccaroni Aurora Maccaroni 14 marzo 2017 14:11 Rispondi
  • I risvegli notturni sono fisiologici fino ai tre anni!!! E se cerca il seno va dato…. Ke articoli…cosa mi tocca leggere

    Carmen Schirripa Carmen Schirripa 14 marzo 2017 17:03 Rispondi
    • Io sono d’accordo con te però ad esempio la mia pediatra al bilancio dei tre mesi mi ha chiesto se la mia piccola fa ancora la poppata di notte io gli ho detto di no perché lei dorme nove ore di filata e gli ho chiesto il perché di questa domanda e mi ha risposto che il seno di notte non va dato però non mi ha spiegato il motivo mi ha solo buttato lì questa cosa !!!

      Pamela Scaggiante Pamela Scaggiante 14 marzo 2017 19:23 Rispondi
    • No il seno di notte va dato xke 1.la prolattina si stimola meglio la notte e si mantiene la produzione….2.diminuisce il rischio di sids.. 3.il bambino sta a contatto e dorme piu tranquillo… E ci sono un casino di atri motivi…la tua pediatra non so da dove e uscita…. Guarda…certi “medici” andrebbero denunciati

      Carmen Schirripa Carmen Schirripa 14 marzo 2017 21:59 Rispondi
  • Pina Musetto 🙂

    Monica Verbena Monica Verbena 14 marzo 2017 17:42 Rispondi
    • Cara io ancora nn riesco a toglierla..:)….tu come sei messa a riguardo? Baci

      Pina Musetto Pina Musetto 14 marzo 2017 23:02 Rispondi
    • Nessun cambiamento anche per me 🙂 buona giornata

      Monica Verbena Monica Verbena 15 marzo 2017 8:06 Rispondi
  • Eppure la mia pediatra mi ha detto di eliminarla la mia bimba fortunatamente dorme però non lo trovo corretto !!!

    Pamela Scaggiante Pamela Scaggiante 14 marzo 2017 19:26 Rispondi
  • Ma xk eliminarla se loro ne hanno bisogno??? Solo x farci dormire di piu???!!!nn ne capisco il senso

    Aura Colautti Aura Colautti 14 marzo 2017 19:30 Rispondi
  • Rossella De Carli guarda qua!!!!!

    Silvia de Bastiani Silvia de Bastiani 14 marzo 2017 19:44 Rispondi
  • C’è chi,come me che anche se a malincuore deve togliere la tetta causa operazione al cuore e non so come fare e questo articolo puo’ servire…non fate tutto di un’erba un fascio…

    Rossella De Carli Rossella De Carli 14 marzo 2017 20:12 Rispondi
  • Il legame tra madre e figlio è profondo e unico anche se non si allatta al seno. Ve lo assicuro.

    Agata Genna Agata Genna 14 marzo 2017 20:13 Rispondi
    • Bravissima io per problemi non ho più latte ma quando gli dò il biberon mi guarda e io guardo lei è il momento più magico ..

      Michela Michela Michela Michela 16 marzo 2017 19:17 Rispondi
    • Infatti Michela, ne so qualcosa, anche il mio non l’ho mai allattato eppure mi guardava sempre con occhi innamorati, ora che ha quasi 7 mesi quando torno da lavoro mi sorride e vuole stare con me… Il legame non è basato su tetta o non tetta, cesareo o naturale…

      Agata Genna Agata Genna 16 marzo 2017 20:19 Rispondi
  • Ma se dorme va be…ma se la cerca…la tetta va data

    Carmen Schirripa Carmen Schirripa 14 marzo 2017 22:01 Rispondi
  • Tempo fa ho letto anche un articolo sull’uso del ciuccio….vergognoso…. Mi sono pure dilungata con una a spiegargli le mie ragioni ma tanto quando parli con un muro e impossibile….e allora ke stiano nelle loro regole…. E buona notte …

    Carmen Schirripa Carmen Schirripa 14 marzo 2017 22:03 Rispondi
  • secondo me a vergognarsi dovrebbero essere tutte quelle persone che credono do avere la verità unica ed universale in tasca. Nessun che ammetta che possa esistere da qualche parte della terra una mamma che possa , per svariati motivi , sentirsi di voler abbandonare il pasto notturno senza per forza sentirsi giudicata da madri che si sentono migliori di altre . Il seno è una delle mille modalità per amare il proprio figlio . Non è di certo l’unica, sembra che chi non allatti al seno sia una delinquente decerebrata . Ma finiamola con gli estremismi !

    Silvana Parisi Silvana Parisi 14 marzo 2017 23:15 Rispondi
  • Che tristezza Carmen..soprattutto leggere certi commenti di mamme orgogliose di togliere un bisogno al proprio figlio e ancora peggio di pediatri che si permettono di dire che i neonati non devono poppare di notte..(forse nella speranza di una minor produzione di latte in vista di una possibile aggiunta). Comunque se si legge bene c’è scritto di NON TOGLIERE proprio nulla se il bambino non è pronto e di evitare trucchetti..poi sono le mamme che leggono quello che ne hanno voglia..come spesso accade

    Manuela Barozzi Manuela Barozzi 15 marzo 2017 14:39 Rispondi
  • Lia Paleari

    Laura Olgiati Laura Olgiati 16 marzo 2017 9:11 Rispondi
  • Scusate ma che consiglio è posticipare il più possibile la poppata e far addormentare il più tardi possibile un bambino?a me sembra una cavolata bella e buona,si deve rispettare il bambino e le sue necessità…quando si fa un figlio si sa!

    Francesca Navarrini Francesca Navarrini 16 marzo 2017 16:03 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *