Allattare con il caldo: i consigli utili

Scritto da
allattare con il caldo

Durante i mesi più caldi dell’anno, le lunghe poppate mettono a prova anche le mamme meno inclini a lamentarsi.

La debolezza dovuta a cali di pressione abbinata alla stanchezza di chi oramai non dorme da mesi per assecondare i bisogni del neonato, rendono tutto più difficile. Ecco a voi alcuni consigli efficaci e semplici da mettere in pratica per resistere al caldo e allattare con serenità.

Per allattare con il caldo bisogna bere tanto

Durante l’estate i neonati hanno la necessità di bere di più e, quelli allattati esclusivamente al seno, si attaccheranno molto più frequentemente del solito.

Per la mamma è inevitabile sentirsi stanca e spossata dopo una giornata afosa, trascorsa a soddisfare i bisogni alimentari del bambino. Cercate di bere molta acqua per non disidratarvi e per favorire la produzione del latte.

Tenete sempre a portata di mano una bottiglia d’acqua e, anche se non avete sete, bevete comunque. Potete alternare acqua a centrifugati di frutta e verdura per reintegrare rapidamente i sali minerali persi sia con l’allattamento che la sudorazione.

Evitate cibi pesanti e molto grassi preferendo un buon quantitativo di frutta e verdura di stagione sia cotta che cruda.

Allattare con il caldo: vestirsi con abiti leggeri

Il contatto fra la mamma e il bambino durante la poppata, fa sudare copiosamente entrambi.

Evitate di vestire troppo i bambini: lasciateli solo con una canottiera in cotone o con un body dello stesso materiale.

Il pannolino inevitabilmente comporta un notevole fastidio per il bambino. Di tanto in tanto toglieteglielo per un’oretta, così la pelle avrà modo di respirare liberamente.

Cambiate di tanto in tanto la posizione e, se il caldo è davvero eccessivo, tamponate prima della poppata il capezzolo con un fazzoletto nel quale avrete messo qualche cubetto di ghiaccio. In questo modo il bambino, sentendo il capezzolo fresco, sarà invogliato a iniziare la poppata.

Categorie dell'articolo:
Allattamento

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *