Rinite gravidica: cos’è e come curarla

Scritto da
rinite gravidica

La rinite classica, semplice ma fastidioso problema che tutti abbiamo provato in vita nostra più di una volta, è un disturbo che normalmente si presenta come conseguenza di infezioni virali o allergie. Banalmente, il classico naso infiammato che cola, con un’eccessiva produzione di muco e vie respiratorie tappate.

Nel caso della rinite gravidica però, si tratta di qualcosa di ancora differente, originato da cause non inerenti a virus o allergie varie. Questo disturbo durante la gravidanza può andare a manifestarsi già nel primo trimestre, e sommarsi infelicemente a tutti gli altri. La futura mamma si ritrova dunque a dover lottare con insonnia, mal di testa ed altre fastidiose conseguenze. Impariamo a capire meglio dunque cos’è la rinite gravidica, come curarla e affrontarla.

Rinite gravidica: le cause

Le cause scatenanti della rinite in gravidanza sono dovute a diversi fattori, quali:

  • maggior sensibilità dell’organismo sul piano delle difese immunitarie normalmente più basse;
  • maggior produzione di muco e liquidi durante la gravidanza;
  • aumento della pressione sanguigna con conseguente aumento del volume dei vasi sanguigni ed episodi di rottura dei piccoli capillari come quelli del naso, che comportano irritazioni fastidiose.

Cosa evitare durante la rinite gravidica

Prima di pensare a come curare la rinite in gravidanza, ci sono anche alcuni preziosi accorgimenti che si possono fare per evitare innanzitutto di peggiorare il problema. Da evitare assolutamente medicinali a base di ibuprofene, spray nasali non indicati durante la gravidanza ed autosomministrati con leggerezza.

Il semplice soffiare il naso con fazzoletti troppo duri, o troppo intensamente può invece peggiorare la secchezza del naso e l’irritazione a livello di narici e tratto del seno nasale. Come nel caso delle riniti classiche, e a maggior ragione in un periodo come la gravidanza, sono assolutamente da evitare l’inalare sostanze tossiche, irritanti, vernici ed inquinanti vari.

Alcuni trattamenti per la rinite gravidica

Cosa si può fare dunque per eliminare o ridurre drasticamente il problema della rinite in gravidanza? Ricorrere a rimedi che fluidifichino il muco e mantengano le mucose umide, come ad esempio delicati suffumigi, o utilizzo delle ancor più delicate soluzioni acquose che solitamente si usano per curare le riniti nei bambini piccoli. Durante i suffumigi, l’aggiunta di profumi e olii aromatici deve essere fatta coscienziosamente nel rispetto di quelli che sono gli olii adatti alle donne in gravidanza.

Quando la rinite gravidica necessita di un medico

Pur essendo un problema relativamente comune e di facile trattamento, oltre che poco grave, possono esistere dei casi in cui è meglio non prenderlo sotto gamba e bisogna rivolgersi al medico, come nel caso in cui i disturbi diventino eccessivamente problematici o si emetta muco di colore irregolare.

Categorie dell'articolo:
Disturbi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.