Mamme e tiralatte: un trucco per stressarsi di meno e pompare di più

Scritto da
mamme-e-tiralatte-un-trucco-per-stressarsi-di-meno-e-pompare-di-piu
staff@maternita.it'

Le mamme lo sanno, perché quando prendono in mano un tiralatte e lo guardano per la prima volta pensano: “è fatta!”. Poi quando inizia il tiraggio, il latte sembra non venire mai fuori e la bottiglietta si riempi lentissima.

Inutile mettersi al cellulare per passare il tempo, perché il tiralatte è lì che fa il suo dovere e l’occhio ci casca, e lo fa di continuo. Fino a quando non ci si ritrova a guardare le goccioline lentissime che non sembrano mai riempire il vasetto. C’è però un trucco molto facile per semplificare tutto.

Che succede se ci rilassa un po’?

Magari a qualcuna è successo. Dopo una giornata che non finisce più ci si mette sul letto e si attacca il tiralatte, e mentre quello fa il suo lavoro, ci si addormenta, solo per essere svegliate un quarto d’ora dopo dal latte che cola fuori. A quel punto una rotellina nel cervello gira e dice: “Ma è normale?”

La risposta è sì. È normale che se ci si rilassa, non si pensa al latte che finisce nella bottiglietta e ci si trova a fare il lavoro in meno tempo, senza accorgersene. Strano? No, perché è l’allattamento che funziona così. Le mamme quando allattano si dovrebbero rilassare e se lo fanno tutto va liscio.

Un trucco che funziona davvero!

“Se guardi l’acqua, non bolle!” si diceva una volta, ed il principio, semplice e geniale, è quello. Non si deve guardare il latte nella boccetta, ed è facilissimo riuscirci! Basta mettere un calzino attorno al flacone per non vedere più il livello.

L’idea è vebuta a Johanna Sargeant, una consulentente di allattamento americana che ha pubblicato il consiglio in un post sulla sua pagina Facebook.

 

I risultati sono a volte sorprendenti: come scrive Johanna nel post, alcune donne sono riuscite a tirare in una sessione fino a 2-3 volte la quantità solita di latte, se confrontata alle prove con sorveglianza continua. Il vantaggio c’è e si vede: meno sedute di pompaggio, più latte e meno stress. Anche se di per se non è troppo faticoso, lo stare attaccata alla pompa si somma a tante piccole cose ed è meglio risparmiarsele.

Tecnicamente la motivazione sta nel fatto che ossitocina e stress non vanno molto d’accordo. “Tecnicamente sappiamo che il rilacio di ossitocina, necessaria per la prodizione di latte, viene inibita dallo stress – scrive Johanna nel post – quindi, se ti capita di sentirti stessata mentre guardi le gocce di latte scendere, perchè non provare?

Condividi il post:
Tags dell'articolo:
· ·
Categorie dell'articolo:
Allattamento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.