Test positivo, sono incinta: cosa faccio?

Scritto da

Quando avete visualizzato sullo stick le due lineette rosa, ovvero quando il vostro test di gravidanza è risultato positivo, siete state travolte da una immensa gioia: sono incinta! Vi siete sentite euforiche, emozionate e completamente pervase da un senso di onnipotenza. Ma dopo i primi 30 minuti di  incoscienza felice hanno cominciato a far capolino nella vostra testa tutta una serie di domande a cui non avete saputo dare una risposta. Ma una è prevalsa su tutte: e adesso cosa faccio? Vediamo nel dettaglio quali sono le primissime cose da fare dopo aver scoperto di essere incinte.

1 – Prenotare una visita dal ginecologo

Dopo aver appreso che aspettate un bambino, la prima cosa da fare è prenotare un appuntamento dal vostro ginecologo. In questa prima visita  lo specialista ricostruirà la vostra storia clinica (anamnesi), misurerà il vostro peso  e la pressione arteriosa e vi prescriverà alcuni esami (delle urine, del sangue e urinocoltura). La prima ecografia, invece, verrà effettuata tra l’ottava e la dodicesima settimana.

2- Eliminare le cattive abitudini

Dite immediatamente addio ad alcool e fumo, in quanto i danni potenziali che possono arrecare al feto sono piuttosto gravi.

3 – Effettuare il test per la toxoplasmosi

È importante che verifichiate, effettuando un apposito esame del sangue, se siete immuni al toxoplasma.

4 – Evitare sport a livello agonistico

L’attività fisica, se moderata, è un vero e proprio toccasana durante i 9 mesi di gestazione, ma praticare sport a livello agonistico o a rischio traumi può essere controproducente.

5 – Bere almeno due litri di acqua al giorno

Bere è sempre importante, ma in gravidanza lo è ancora di più. Una grave disidratazione, infatti, potrebbe arrecare seri danni al feto, determinando una riduzione significativa del liquido amniotico.

6 – Assumere acido folico

L’assunzione dell’acido folico, che è una vitamina del gruppo B, è fondamentale per la prevenzione di alcune malformazioni gravi del feto.

Condividi il post:

Tags dell'articolo:
·
Categorie dell'articolo:
Gravidanza

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *