Le regole per la prevenzione della SIDS

Scritto da
regole-per-prevenzione-sids-sindrome-morte-in-culla

La morte improvvisa del lattante, detta SIDS (Sudden Infant Death Syndrome) è un evento imprevedibile, che colpisce un bambino ogni 2000 nati vivi (che, per l’Italia, corrisponde all’incirca a 300 bambini all’anno) e resta la prima causa di morte tra i bambini fino all’anno di età.

SIDS: la causa della sindrome della morte in culla

Secondo le ultime scoperte, tra i fattori che favoriscono la SIDS, ci sarebbe un’immaturità o, comunque, un funzionamento anomalo dei meccanismi di autorianimazione del lattante, ed il periodo più critico, specialmente per i neonati con questo problema, sarebbe quello che va dai 2 ai 4 mesi.

I fattori ambientali sono determinanti nella sindrome della morte in culla

Ad aumentare il rischio di SIDS ci sono anche i fattori ambientali: da quando sono state messe in atto le campagne di prevenzione della SIDS, il numero dei decessi per questo motivo è sensibilmente diminuito.

Le regole di prevenzione della SIDS (sindrome della morte in culla)

Ma quali sono gli accorgimenti che la comunità scientifica ci invita a tenere per ridurre al minimo i rischi? Vediamoli insieme.

1 – Posizione supina

La prima raccomandazione che viene fatta ai neogenitori è quella di far dormire sempre il neonato a pancia in su. Dormire a pancia in giù, infatti, comporta maggiori rischi di soffocamento.

2 – Evitare il caldo eccessivo

La temperatura ideale degli ambienti in cui dorme il bambino dovrebbe aggirarsi attorno ai 18 – 20°. E’ importante anche cambiare di frequente l’aria.

3 – No al fumo

Le mamme devono evitare di fumare in gravidanza e non esporre il neonato al fumo passivo.

4 – Togliere il ciuccio

Anche il ciuccio è utile a prevenire la SIDS. Lo si può introdurre dal primo mese di vita in poi, senza forzature, ricordando di non immergerlo in sostanze dolci e che sarebbe comunque opportuno toglierlo entro l’anno.

5 – Preferire l’allattamento al seno

Il latte materno rende i bambini più forti e dà loro una maggiore protezione. È importante, dopo la poppata, accertarsi che il bambino abbia digerito bene.

6 – Dormire in stanza con i genitori

È importante che il neonato dorma nella stessa stanza con i genitori, che possono controllarlo meglio. È da evitare la nanna direttamente nel lettone con i genitori, che invece aumenta il rischio di SIDS.

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Cura del bambino · Salute del bambino

Commenti

  • Leggi Luigi De Nadai soprattutto il punto 3!!

    Federica Giorgioni Federica Giorgioni 4 novembre 2016 14:20 Rispondi
  • Janny Yupangui

    Andrea Cordova de Bravo Andrea Cordova de Bravo 4 novembre 2016 14:45 Rispondi
  • Nicola Camponobile

    Manuela Taccucci Manuela Taccucci 4 novembre 2016 14:48 Rispondi
  • Chiara D’Arpa

    Flavia D Flavia D'Arpa 4 novembre 2016 14:56 Rispondi
  • Mary Vitale

    Felice E Kekka Felice E Kekka 4 novembre 2016 15:31 Rispondi
  • Roberto Russo

    Federica Bregoli Federica Bregoli 4 novembre 2016 16:07 Rispondi
  • Valentina Grana

    Michele Luigi Barbone Michele Luigi Barbone 4 novembre 2016 16:08 Rispondi
  • E’ sempre bene non confondere la sids con la morte per soffocamento , se un bambino che dorme con i genitori e malauguratamente muore soffocato , non è sids

    Cinzia Cavalli Cinzia Cavalli 4 novembre 2016 17:52 Rispondi
  • Come studi dimostrano che dormire insieme riduce il rischio e voi dite che lo aumenta…la verità dove sta?

    Elisa Lo Nigro Pusateri Elisa Lo Nigro Pusateri 5 novembre 2016 3:48 Rispondi
    • Secondo uno studio eseguito dalla London School of Hygiene and Tropical Medicine e pubblicato sul British Medical Journal, effettuato su un campione di 1.472 casi di Sids e 4.679 bimbi del gruppo di controllo (si tratta della più ampia ricerca mai effettuata a livello individuale sul problema), uno o entrambi i genitori del 22,2 per cento dei neonati morti per Sids dormivano con i loro bambini al momento del decesso. Il risultato della ricerca è stato che il rischio di andare incontro alla SIDS quintuplica se il bebé dorme nel letto dei genitori. La verità sta nell’interpretare correttamente i sintagmi “dormire con i genitori”: il bimbo è preferibile dorma con i genitori nella stessa stanza, in modo da essere monitorato, ma non nello stesso letto.

      maternita.it maternita.it 6 novembre 2016 11:02 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *