Reggio Emilia Approach, metodo studiato in tutto il mondo

Scritto da
reggio emilia approach studiato in tutto il mondo
info@maternita.it'

I bambini non sono tutti uguali e ciascuno di essi ha esigenze differenti. Proprio su questo principio guida è stato creato un sistema educativo attualmente studiato in tutto il mondo: il Reggio Emilia Approach. Si tratta di un particolare metodo nato agli inizi degli anno Sessanta grazie a Loris Malaguzzi, un pedagogista che ha saputo elaborare un tipo di educazione che mettesse in stretta relazione la scuola e la società.

Un approccio diverso nell’educazione: il Reggio Emilia Approach

È un sistema basato su un approccio diverso alla formazione e alla crescita dei bambini. Inizialmente ha trovato terreno fertile per svilupparsi nella città di Reggio Emilia dove l’amministrazione comunale è da sempre molto sensibile agli investimenti relativi all’infanzia, una società civile particolarmente attiva e un nutrito gruppo di pedagogisti pronti a mettersi sempre in gioco per i diritti dei bambini.

Questo progetto è dedicato ai bambini da 0 a 6 anni d’età che vengono suddivisi in due fasce: 0-3 e 3-6. Non si tratta affatto di una scuola sperimentale ma bensì di una complessa e ben articolata rete di servizi educativi. In tutti gli asili nidi e nelle scuole materne comunali della città si applica il Reggio Emilia Approach. La filosofia del metodo educativo si basa essenzialmente sulle potenzialità di ciascun bambino. Ognuno infatti deve avere la possibilità di costruire la propria conoscenza senza ricorrere a una preformata dagli adulti. I bambini hanno tutto il diritto di esprimersi come meglio credono , con le modalità a loro più consone. Le neuroscienze confermano questa teoria dimostrando che i bambini riescono a trasformare le loro potenzialità in capacità grazie alla compenetrazione con l‘ambiente circostante.

La cooperazione è alla base del Reggio Emilia Approach

È fondamentale che i bambini durante il loro percorso di crescita possano cooperare assieme, condividere esperienze e praticare attività differenti sia con i compagni che con gli adulti.

Attualmente sono 120 i paesi in tutto il mondo che hanno una qualche relazione con il Reggio Emilia Approach: ci sono pedagogisti che arrivano da altre nazioni per imparare questo sistema e scuole che inviano personale a formarsi direttamente a Reggio Emilia per applicare un progetto di successo per la crescita armonica dei bambini.

Categorie dell'articolo:
Educazione/psicologia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *