Obesità infantile: tutta colpa delle mamme sovrappeso?

Scritto da
obesità infantile

Nonostante le numerose campagne di prevenzione degli ultimi anni, l’obesità infantile è un problema che riguarda ancora troppi bambini e, nella maggior parte dei casi, la colpa potrebbe essere proprio delle mamme più in carne.

A sostenerlo è uno studio statunitense secondo il quale le mamme con problemi di sovrappeso e obesità sottostimano il peso dei figli. Ma sarà davvero così?

Obesità infantile: lo studio statunitense

Secondo lo studio realizzato dalla Washington University di St. Louis e pubblicato sulla rivista Obesity Science & Practice ci sono pochi dubbi sul fatto che la maggior parte delle mamme in sovrappeso sia incapace di valutare correttamente il peso dei propri bambini.

La ricerca condotta su 230 donne in sovrappeso e/o obese, mamme di bambini piccoli per lo più a rischio di obesità infantile, ha rivelato che il 40% delle intervistate considerava normale il peso del proprio figlio, nonostante fosse in realtà evidente una condizione di sovrappeso e/o obesità, e che solo il 20% di loro ha ammesso i problemi di peso dei figli.

Di fronte a certe percentuali è quindi naturale addossare una buona dose di colpa alle mamme in sovrappeso che, negando l’evidenza per incapacità o vergogna, non si preoccupano di mettere un freno alla voglia di cibo dei propri bambini.

Come valutare correttamente l’obesità infantile

L’unico modo per valutare correttamente l’obesità infantile e l’eventuale sovrappeso dei propri figli è misurare l’indice di massa corporea (IMC o BMI), che si ottiene dividendo il peso in chilogrammi per il quadrato dell’altezza in metri.

Una volta calcolato l’IMC sarà sufficiente controllare le tabelle per il calcolo del peso ideale che, grazie ai range di riferimento, consentono di definire con facilità se il bambino è sottopeso, normopeso, sovrappeso oppure obeso.

Tuttavia, in generale, è buona regola rivolgersi direttamente al pediatra che, oltre a valutare l’indice di massa corporea del bambino, saprà dare le giuste indicazioni sul da farsi.

E voi siete capaci di riconoscere l’obesità infantile?

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Alimentazione

Commenti

  • Io ho il terrore

    Maria Grazia Carchedi Maria Grazia Carchedi 14 maggio 2017 6:42 Rispondi
  • Non so a partire da quale età si possa iniziare a parlare di obesità ma so solo che incontro solo mamme fiere del peso, oltre il 50% percentile. Il mio bimbo ha 14 mesi e da quando è nato noto che le mamme con i bimbi più ciccioni sono quelle più orgogliose. ..

    Allabase Settantasette Allabase Settantasette 15 maggio 2017 17:10 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *