I neonati non devono avere il cuscino per la nanna

Scritto da
cuscino neonato nanna

Gli adulti, per dormire più comodi, adoperano abitualmente un cuscino durante la notte. Ai neonati invece l’utilizzo di questo accessorio è fortemente sconsigliato. Vediamo assieme il perché.

Perché i neonati non devono avere il cuscino

Le proporzioni delle varie parti del corpo di un neonato sono molto diverse da quelle di un adulto. Il collo è ancora corto e la testa è molto grande e pesante rispetto al resto del corpo. Il neonato deve poter appoggiare la testa sopra una superficie non cedevole allo stesso livello degli arti e della colonna vertebrale per non forzare la curvatura naturale del suo collo ancora immaturo. Questa è la ragione principale per la quale è necessario non utilizzare cuscini perlomeno fino al compimento del secondo anno di vita.

Dopo i due anni infatti le spalle divengono più larghe che la testa e si può iniziare a usare un cuscino durante le ore notturne o comunque mentre il bambino dorme nel lettino purché sia molto sottile, antisoffoco e non troppo morbido. In commercio esistono specifiche tipologie di cuscini ideate proprio per i bambini piccoli che possono essere utilizzati tranquillamente fino ai sei o sette anni d’età.

No al cuscino dei neonati per prevenire la SIDS

Esiste anche un altro motivo per il quale si sconsiglia fortemente l’uso del cuscino ed è relativo alle precauzioni da tenere sempre in considerazione per ridurre al massimo il pericolo della sindrome della morte in culla. Il bambino girandosi potrebbe ritrovarsi a faccia in giù sul cuscino e ricevere meno ossigeno del necessario. P

er prevenire lo stesso tipo di sindrome l’Organizzazione Mondiale della Salute sconsiglia inoltre anche l’utilizzo delle barriere soffici da applicare al lettino o alla carrozzina,  raccomanda di non posizionare nella carrozzina o nel lettino giochi soffici come peluches, sconsiglia l’uso di coperte e lenzuola a vantaggio del sacco nanna.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Nanna

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *