Come riconoscere le infezioni vaginali delle bambine

Scritto da
infezioni vaginali nelle bambine
info@maternita.it'

Anche durante l’età pediatrica è possibile contrarre delle infezioni vaginali: nella maggior parte dei casi si tratta di micosi o di disturbi causati dallo streptococco. E’ importante intervenire prontamente, non appena la bambina lamenti dei bruciori oppure del prurito. Altra modalità per riconoscere sin da subito eventuali infezioni è quella di controllare se la bimba presenti arrossamenti ai genitali esterni oppure perdite sulle mutandine.

Infezioni vaginali nelle bambine: possibili anche in età pediatrica

In questi casi è opportuno rivolgersi al pediatra o al ginecologo di fiducia: le cure generalmente consistono in terapie sistemiche, tramite soluzioni orali pediatriche. La prescrizione avviene a seguito di esami mirati, come analisi delle urine o esame colturale sulle secrezioni vaginali (tampone).

Nel caso di presenza dello streptococco può essere necessario ricorrere ad un antibiotico, sempre sotto stretto controllo medico. Qualora l’infezione colpisca la bimba in tenera età non è detto che debba ripresentarsi o diventare ricorrente anche in età adulta: affrontare immediatamente il problema, con le giuste terapie, permette di evitare la comparsa di eventuali recidive.

Infezioni vaginali nelle bambine: l’importanza della prevenzione

La prevenzione rimane l’arma vincente anche quando ad essere colpite dalle infezioni vaginali sono le più piccole: come nel caso degli adulti, è bene innanzitutto seguire le regole di una corretta igiene quotidiana e prestare la massima attenzione alle zone più delicate come i genitali.

Inoltre alle bimbe deve essere insegnato sin da subito il corretto modo di pulirsi e di lavarsi nelle zone intime, in modo tale che possano evitare un eventuale passaggio di germi, come ad esempio l’Escherichia coli che rappresenta il più comune germe intestinale.

E’ bene prestare grande attenzione in ambienti più a rischio, come le palestre o le piscine: al tempo stesso l’attenzione deve rimanere alta anche in ambienti familiari, non dimenticando mai le norme igieniche principali, come ad esempio evitare l’uso promiscuo degli asciugamani.

Condividi il post:
Categorie dell'articolo:
Salute del bambino

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *