Grosseto: maestre violente inchiodate dalle telecamere -VIDEO-

Scritto da
Grosseto violenza all'asilo contro i bambini

Educare e crescere i bambini non è un lavoro semplice, anzi sarebbe più corretto non definirlo un lavoro bensì una missione: pazienza, calma e autocontrollo sono solo alcune delle essenziali caratteristiche che chiunque intraprenda la carriera di maestra dovrebbe osservare.

Purtroppo, i casi che la cronaca nazionale ci riporta ci dimostra che non sempre è così. L’ultimo episodio è stato registrato a Grosseto dove sei maestre sono state colte in flagranza dalle telecamere – piazzate di nascosto dalle forze dell’ordine – a perpetrare abusi e maltrattamenti su minori.

Per tre di loro sono scattati gli arresti domiciliari, mentre per altre tre la situazione è meno pesante, ma comunque ci sono gli estremi per configurare dei reati. Secondo quanto si apprende dalle immagini delle telecamere, l’intero personale della scuola era solito a maltrattare sia fisicamente che psicologicamente i bambini (età fra gli 1 e i 2 anni) ospitati nella struttura, isolandoli in stanze buie in caso di pianti o letteralmente ficcando il cibo il gola in caso di inappetenza. Non mancavano offese, fra cui “brutta”, e buffetti e strattoni.

Un quadro, in definitiva, piuttosto desolante e drammatico, che solo grazie alle telecamere è stato possibile portare alla luce. Le famiglie dei bambini, infatti, non si erano accorte di nulla e nessuno aveva ancora avanzato lamentele e tanto meno promosso azioni legali.

La cosa ci porta sicuramente a riflettere sull’importanza delle telecamere come strumenti di controllo a distanza sul comportamento di chi si deve prendere cura dei nostri figli in nostra assenza: il principio rimane quello per cui chi non ha nulla da nascondere non si dovrebbe sentire minacciata da un controllo continuo. E chi ha un comportamento più vulnerabile si sentirebbe in dovere di controllare meglio l’atteggiamento nei confronti dei bambini. O magari ad abbandonare un lavoro per cui pensava di essere tagliata, ma che invece si è rivelato ben al di sopra delle proprie possibilità….

Categorie dell'articolo:
Educazione/psicologia · Notizie dal mondo

Commenti

Lascia un Commento