Crescere i figli come genitore montessoriano

Scritto da
genitore montessoriano

Se desiderate crescere i vostri bambini ispirandovi al noto metodo Montessori, ecco a voi alcuni consigli da mettere in pratica con bambini dagli 0 ai 2 anni d’età.

Regole pratiche per il genitore montessoriano

Se volete crescere i vostri figli secondo quanto ideato dalla più nota pedagogista del mondo è fondamentale che iniziate a considerare il vostro bambino alla stregua di un piccolo adulto. Rispettatelo e rivolgetevi a lui con parole gentili e buone maniere.

Quando parlate con lui abbassatevi in modo tale da guardarlo direttamente negli occhi: è un modo efficace per stimolare l’empatia ed entrare in contatto più profondo e diretto. Mettete in pratica la disciplina positiva cercando di non affrontarlo mai di petto. Lodatelo per le cose che fa bene e spiegategli come potrebbe migliorare rispetto a ciò che non fa in maniera adeguata.

Vietato dire ai bambini che sono cattivi in qualsiasi circostanza, ma un buon genitore montessoriano non asseconda i loro capricci.

Stimoli sempre nuovi e differenti

I bambini hanno bisogno di apprendere sempre cose nuove facendo esperienze sulla propria pelle. Incoraggiateli e sosteneteli dandogli la vostra fiducia. Solo così inizierà a imparare, a conoscere e a gestire i propri limiti e a scoprire i suoi talenti.

Ogni bambino ha il diritto ad avere momenti intimi di isolamento. Lasciateli tranquilli quando sono concentrati a fare qualcosa e non distraeteli chiamandoli in continuazione. Invece di dare loro premi concreti incoraggiateli e proponetegli delle scelte lasciandogli la facoltà di decidere. Impareranno ad essere autonomi, a prendersi le proprie responsabilità e a non sentirsi mai inadeguati dinnanzi alle circostanze della vita. 

Limitate la quantità di giocattoli a loro disposizione perché in realtà loro non hanno la necessità di avere giochi creati dalla fantasia degli adulti. Hanno piuttosto bisogno di tempo da dedicare interamente a loro e devono potersi sentire liberi di giocare con qualsiasi cosa che possa meglio stimolare la loro fantasia. 

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Educazione/psicologia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *