Fumo in gravidanza: il bambino rischia la schizofrenia

Scritto da
fumo-in-gravidanza-bambini-rischio-schizofrenia

Che fumare in gravidanza faccia male al bambino è ormai una cosa certa, ma un recente studio della Columbia University’s Mailman School of Public Health sembra aver trovato un nesso tra l’alto livello di nicotina nel sangue della madre e la comparsa della schizofrenia nel bambino.

Fumare in gravidanza: lo studio identifica un nesso tra livello di nicotina e schizofrenia nel bambino

Per dimostrare la loro tesi i ricercatori hanno preso in esame un campione di circa 1000 bambini norvegesi nati nel periodo tra il 1983 e il 1998, sia sani che con diagnosi di schizofrenia.

Dall’analisi degli esami del sangue effettuati dalle madri durante la gravidanza, è emersa una relazione tra gli alti livelli di cotinina (un sottoprodotto della nicotina che viene riconosciuto come marcatore affidabile per segnalare la presenza di questa sostanza), e la comparsa della schizofrenia nel figlio. Relazione confermata nel 38 % dei casi  anche dopo che erano stati presi in considerazione altri fattori, come la storia psichiatrica dei familiari sia materni che paterni, lo status socioeconomico e l’ età della madre.

Alan Brown, uno degli autori dello studio, professore di epidemiologia e clinica psichiatrica al CUMC, ha dichiarato che questo è il primo studio, basato sui marcatori biologici, a mostrare una relazione tra l’esposizione del feto alla nicotina e la schizofrenia.

I danni irreparabili del fumo in gravidanza iniziano durante la gestazione

Fumare in gravidanza contribuisce a provocare problemi quando il feto è ancora all’interno dell’utero, e anche nel periodo successivo al parto, compresi lo scarso peso alla nascita e la difficoltà di attenzione. La nicotina è in grado di passare velocemente attraverso la placenta, tramite il sangue, e va direttamente a colpire lo sviluppo del cervello del bambino, causando cambiamenti sia nel breve che nel lungo periodo, e può contribuire alla sviluppo di disordini neurologici di varia natura.

Per questo è importante che gli organi preposti al controllo della salute pubblica continuino a sottolineare come i problemi causati dal fumo in gravidanza siano potenzialmente debilitanti ed assolutamente evitabili.

Categorie dell'articolo:
Gravidanza

Commenti

  • Mario Vitale

    Michela D Michela D'Ospina 7 ottobre 2016 11:47 Rispondi
  • Ecco spiegati tanti schizofrenici!

    Raffaella Leone Raffaella Leone 7 ottobre 2016 11:48 Rispondi
  • Non c’è giustificazione per una donna incinta che fuma. Vergognoso.

    Soprano Manuela Cucuccio Soprano Manuela Cucuccio 7 ottobre 2016 12:02 Rispondi
  • Mia madre ha sempre fumato quando era in attesa di me … non sono schizofrenica, non ho problemi di respirazione ne di nessun tipo …..
    Come la mettiamo????

    Silvia Berton Silvia Berton 7 ottobre 2016 12:20 Rispondi
    • Non c’è scritto che ogni madre fumatrice avrà figli con problemi…ma che qst bambini hanno una probabilità più alta di contrarre certe malattie!

      Linda Pizzoni Linda Pizzoni 7 ottobre 2016 12:56 Rispondi
    • Se l’è sentita di rischiare…ma non tutti corrono questo rischio.. come la mettiamo?

      Virginia Bruno Virginia Bruno 7 ottobre 2016 13:42 Rispondi
    • Infatti non dice che tutti le madri fumatrici fanno figli malati di qualcosa. Però le possibilità sono molte alte. Calcolando che con tutto quello che mangiamo e respiriamo negli ultimi anni assorbiamo di tutto negativo e non. E la saluta durante la gravidanza è importante per prevenire futuri bambini da malattie di ogni tipo.

      Nicole Fraticelli Nicole Fraticelli 7 ottobre 2016 14:00 Rispondi
    • Fumare fa male e basta, non solo alle donne in gravidanza, ma anche alle persone comuni, l’accanimento di certi commenti è a dir poco aberrante!

      Silvia Berton Silvia Berton 7 ottobre 2016 14:42 Rispondi
    • Sei stata fortunata!

      Elisa Micci Elisa Micci 7 ottobre 2016 16:43 Rispondi
    • Ma per cortesia …… appartengo ad una generazione di fortunati? Ma per piacere documentatevi ed assicuratevi di aver acceso il cervello prima di commentare. NON ESISTE ALCUNA CORRELAZIONE SCIENTIFICAMENTE PROVATA TRA FUMO E SCHIZZOFRENIA!

      Silvia Berton Silvia Berton 7 ottobre 2016 16:59 Rispondi
    • Cara Silvia, qui stiamo parlando di schizofrenia, attraverso una ricerca pubblicata dalla Columbia University, insieme ad altre tre università che hanno partecipato in calce, oltre al National Institute of Health and Welfare in Finlandia di cui ti lasciamo volentieri la pubblicazione. Puoi non essere d’accordo, ma la ricerca, la medicina e la sanità andranno comunque avanti nel loro lavoro. La “schizzofrenia” invece non sappiamo che cosa sia 🙂 https://www.mailman.columbia.edu/public-health-now/news/smoking-during-pregnancy-associated-increased-risk-schizophrenia

      maternita.it maternita.it 7 ottobre 2016 17:06 Rispondi
    • Ti è andata bene,forse

      Cerrone Liberato Cerrone Liberato 7 ottobre 2016 19:09 Rispondi
    • Forse, probabilmente, visti certi commenti, trattasi di notizie da social, giustamente livellate verso il basso per l’utenza che ne fruisce…..

      Silvia Berton Silvia Berton 7 ottobre 2016 19:41 Rispondi
  • Fabiola Fantozzi ecco

    Cristina Fantozzi Cristina Fantozzi 7 ottobre 2016 13:00 Rispondi
  • Da egoisti…

    Linda Di Luca Cardillo Linda Di Luca Cardillo 7 ottobre 2016 13:06 Rispondi
  • Egoiste! !!siete solo delle egoiste! !!

    Alice Toselli Alice Toselli 7 ottobre 2016 13:07 Rispondi
  • Immagino che sia difficile smettere di fumare ma per il proprio figlio si farebbe di tutto !!!

    Pamela Scaggiante Pamela Scaggiante 7 ottobre 2016 13:18 Rispondi
  • Bravissima sono pienemente d accordo.

    Daniela Gallizzi Daniela Gallizzi 7 ottobre 2016 13:31 Rispondi
  • Per me..Non c’è cosa più brutta di vedere una donna incinta che fuma… prima non si sapeva che il fumo potesse recare certe patologie al feto, ma oggi..con tutti gli studi che ci sono a riguardo, per me è da egoisti!

    Giulia Giacchino Giulia Giacchino 7 ottobre 2016 13:42 Rispondi
  • Concordo..ho smesso appena l’ho saputo!! È il minimo sacrificio che puoi fare per tuo figlio/figlia

    Vale N Tina Vale N Tina 7 ottobre 2016 13:49 Rispondi
  • Poi vedere una mamma incinta che fuma è davvero uno scenario brutto brutto.. fa impressione davvero esteticamente ma anche fisicamente. Perché lui dentro assorbe tutto…..E non mi venite a dire che gli piace!!!

    Nicole Fraticelli Nicole Fraticelli 7 ottobre 2016 14:01 Rispondi
    • Ma nn tutte l ho capiscono e piu facile dire che.nn riescono a. Smettere

      Dolce Chanel Dolce Chanel 7 ottobre 2016 16:52 Rispondi
  • Io non giudico come fate voi le mamme che fumano e secondo se il bambino deve nascere con problemi nascono anche senza aver toccato mai una sigaretta quindi non imparate a nom giudicare alle mamme che fumano

    Francesca Mangano Francesca Mangano 7 ottobre 2016 14:19 Rispondi
  • Ci sn tante persone che muoiono di cirrosi epatica e tumore ai polmoni e nn hanno mai bevuto ne fumato,x elencarne alcune….basta con queste esagerazioni donne che fumano in tutta la gravidanza e i figli nn hanno ne allergie ne schizzofrenia che facciamo???su dai su ogni cosa cm in tutti i cambi l individuo stesso si deve porre dei limiti invece di esagerare,tutto fa male a sto mondo pure l aria che si respira basta solo poco a limitarsi se uno vuole …e poi la schizofrenia nn viene x il fumo distorcono sempre le cose x manipolare la psiche delle persone.

    Elisabetta Cuorgentile Elisabetta Cuorgentile 7 ottobre 2016 14:20 Rispondi
    • Sono d accordo con te…io prima di sapere di essere incinta fumavo 20 sigarette al giorno poi quando ho saputo del bimbo ne parlai con il mio ginecologo e mi disse che smettere tutto in una botta sarebbe stato peggio perché il bimbo è stato concepito mentre fumavo quindi mi disse di diminuire 2 sigarette al giorno e io ho fatto così e il mio bambino sta benissimo e non ha nessun tipo di problema…oggi giorno tutto fa male!!

      Valentina Spallina Valentina Spallina 7 ottobre 2016 14:39 Rispondi
    • Concordo alla grande con voi …. secondo questo principio chi abita vicino a strade molto trafficate o in centro città dovrebbe trasferirsi se scopre di essere incinta? Ma dai…. è ora di finirla con tutte queste manipolazioni!

      Silvia Berton Silvia Berton 7 ottobre 2016 14:46 Rispondi
    • Allora il tuo ginecologo è da denunciare!!!
      Sai quanti problemi potrebbe avere un neonato in cui di colpo non riceve più la nicotina???
      È come per le donne eroinomani…al feto poi somministrano metadone a scalare….ma per la nicotina non esiste nulla!!;!
      Per favore non dite eresie!!! Non avete nemmeno il buongusto di ammettere che non avete avuto la forza di smettere per la salute ed il Bene dei vostri figli!!!
      Diciamo la verità!!! Avete avuto un gran culo!!!! La lista di bambini con problemi a causa del fumo in gravidanza e allattamento è lunga un km!!!! Finitela voi di dire cazzate!

      Patricia Montomoli Patricia Montomoli 7 ottobre 2016 15:22 Rispondi
    • Non viviamo dentro una bolla…

      Valentina Spallina Valentina Spallina 7 ottobre 2016 15:25 Rispondi
    • Patricia Montomoli, la differenza tra noi e voi è che non mettiamo i nostri figli dentro una bolla come giustamente dice Valentina Spallina! E allora chi vive in città dovrebbe trasferirsi in campagna immediatamente! Io che abito vicino ad un aeroporto avrei dovuto svendere la casa immediatamente. … no aspetta .. in campagna no… quando buttano i pesticidi sono tossici … sulla luna forse è meglio….. MA DAI VIVETE E LASCIATE VIVERE! tanto per curiosità … date da bere latte di mucca ai vostri figli visto che siete così attente????

      Silvia Berton Silvia Berton 7 ottobre 2016 16:14 Rispondi
    • Un ripasso di MEDICINA x NOn dare retta a tutti questi articoli falsi
      Cause
      Gli esperti pensano che la schizofrenia sia causata da diversi fattori:
      Geni e ambiente.
      I ricercatori sanno da tempo che la schizofrenia è un disturbo a carattere familiare. La malattia si presenta in nell’uno per cento della popolazione generale, ma si osserva nel 10 per cento delle persone che hanno un parente di primo grado con la malattia, come ad esempio un genitore, fratello o sorella. Persone che hanno parenti di secondo grado (zie, zii, nonni, o cugini ) con la malattia sviluppano anch’essi la schizofrenia più spesso rispetto alla popolazione generale. Il rischio è poi più elevato per un gemello identico di un malato, lui o lei ha una probabilità dal 40 al 65 per cento di sviluppare la malattia.
      Noi ereditiamo i nostri geni da entrambi i genitori, si ritiene che diversi geni siano associati ad un aumentato rischio di schizofrenia, ma che nessun gene causi la malattia da solo. In realtà la ricerca recente ha scoperto che le persone affette da schizofrenia tendono ad avere tassi più alti di rare mutazioni genetiche, queste differenze coinvolgono centinaia di geni differenti e, probabilmente, interrompono lo sviluppo cerebrale.
      Altri studi recenti suggeriscono che la schizofrenia possa derivare dal malfunzionamento di un importante gene preposto alla regolazione di delicati equilibri: questo problema può influire sulla parte del cervello coinvolta nello sviluppo delle capacità superiori. La ricerca su questo gene è in corso, quindi non è ancora possibile utilizzare le informazioni genetiche per prevedere chi svilupperà la malattia.
      Si pensa comunque che un gene mal funzionante non sia sufficiente allo sviluppo della malattia e si pensa che le interazioni tra i geni e l’ambiente siano necessarie per sviluppare la schizofrenia: molti fattori ambientali possono essere coinvolti , come l’esposizione a virus o malnutrizione prima della nascita, i problemi durante il parto ed altri fattori psicosociali non ancora noti.

      Elisabetta Cuorgentile Elisabetta Cuorgentile 7 ottobre 2016 16:32 Rispondi
    • Elisabetta Cuorgentile, grazie mille per la tua risposta, certi articoli sarebbero da denuncia…. oltre ad essere falsi e fuorvianti vanno anche a creare schiere di tuttologi ignoranti pronti a puntare il dito con indignazione….

      Silvia Berton Silvia Berton 7 ottobre 2016 16:40 Rispondi
    • Patricia Montomoli non è avere culo o meno se un bambino deve nascere con dei problemi molto probabilmente è perché c è nel gene dei genitori…che c’entra sono sempre stata consapevole che il fumo faccia male in gravidanza ma siamo oneste dov’è vai vai c è sempre qualcosa che fa male ci si impunta sulle sigarette ma sul resto si fa sempre finta di nulla!!! Per la cronaca il massimo che una donna può fumare in gravidanza è di 5 sigarette io ne fumavo due dopo i pasti perché
      Avevo L ha voglia perché per il resto della giornata non sentivo il bisogno comunque c è gente che mangia carne cruda affettati anche con toxsoplasmosi negativa e sappiamo bene cosa comporta eppure i loro figli stanno tutti alla grande e non per questo bisogna giudicare e dire che non abbiamo avuto rispetto per i nostri figli

      Valentina Spallina Valentina Spallina 7 ottobre 2016 16:50 Rispondi
    • Ma se sapete che può fare male perché vi continuate ad arrampicare sugli specchi… Il danno non è solo la schizofrenia.. .ma molto di più e peggio….
      Fumare è dannoso…non c’è un massimo un minimo….non si deve fumare!!! Basta con le scuse!!!
      E per la cronaca io allatto a termine…non do latte vaccino …
      Per la cronaca io fumavo ed ho smesso appena scoperto la gravidanza….per la cronaca non tengo i miei figli in una bolla come dite…..

      Patricia Montomoli Patricia Montomoli 7 ottobre 2016 16:56 Rispondi
    • Vi vorrei far parlare con mamme fumatrici che hanno avuto figli con seri problemi….voi avete avuto CULO!!!

      Patricia Montomoli Patricia Montomoli 7 ottobre 2016 16:57 Rispondi
    • I bambini sono estremamente sensibili all’azione irritante del tabacco. È stato dimostrato che le infezioni respiratorie e l’asma allergico sono molto più frequenti nei figli di fumatori. Secondo uno studio che fu fatto qualche anno fa a Napoli, un pediatra che segua ottocento assistiti, effettua circa 276 visite all’anno in più, solo per colpa del fumo di sigaretta dei genitori. Nello studio bronchiti, faringiti, otiti ricorrenti e asma erano le principali cause di visite.

      Perché succede questo se nessuno fuma vicino ai bambini (o almeno così dice)? Il fumatore è certamente un portatore di irritazione cronica delle vie respiratorie: questo vuol dire che nelle sue vie aeree vive, in simbiosi con lui, una miriade di germi patogeni che mantengono un’infiammazione cronica (che di tanto in tanto si riacutizza). Il suo respiro è un continuo diffondere di questi germi attraverso goccioline microscopiche che vengono emesse a ogni espirazione. Un suo colpo di tosse è una vera e propria “impallinata”. È ovvio che un bambino che conviva con un fumatore, abbia molte più occasioni di contagiarsi per un’infezione respiratoria.

      Fumo e gravidanza

      I danni sono maggiori se la mamma ha fumato in gravidanza. In questo caso è documentata una maggiore incidenza di aborti e nascite di bambini con basso peso, che è uno dei più importanti fattori di morbilità del periodo perinatale. Quando la mamma ha fumato in gravidanza, se tutto va bene dopo la nascita, la suscettibilità alle infezioni è ancora maggiore rispetto al bambino che vive in un ambiente dove si fuma, ma figlio di una mamma che non ha fumato in gravidanza. I metaboliti tossici del tabacco inoltre passano anche nel latte materno.

      Asma

      Il fumo di sigaretta, insieme alla posizione prona e all’eccessivo calore, è uno dei fattori che ha mostrato una significativa correlazione con la SIDS (Sudden Infant Death Sindrome cioè sindrome della morte improvvisa del lattante) che è una tragica malattia che ha un solo sintomo del tutto inatteso: la morte!

      Soggetti asmatici

      Il fumo può indurre broncolabilità e può favorire o complicare un’asma. L’asma è una patologia complessa, ma qui voglio solo ricordare che, mentre gli asmatici solo allergici hanno un’attesa di vita uguale a quella della popolazione normale (pur convivendo per sempre più o meno bene con la loro malattia), gli asmatici allergici e fumatori evolvono spesso, progressivamente, verso la Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva. Una situazione grave, cronica, incurabile e molto invalidante che, tra l’altro, abbrevia l’attesa di vita.

      Fumo e cancro

      “Il fumo fa venire il cancro al polmone…”. È vero, e sarebbe giusto dire anche della laringe, del cavo faringeo, dello stomaco; ma ha una azione tossica anche sui vasi sanguigni. Il fumatore ha, infatti, un maggiore rischio di avere infarti, ictus, tromboflebiti. Tutte patologie gravi e spesso terminali. Togliere il vizio del fumo è difficile. Ma credo che sapere fino in fondo il danno che si arreca a quanto si ha di più caro, sia una motivazione forte per riuscire a smettere.

      I diritti dell’infanzia

      Secondo la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia tutti i bambini hanno un diritto assoluto alla salute e allo sviluppo. Di conseguenza, l’uso e l’esposizione dei bambini ai noti rischi da tabacco costituisce una violazione di diritti dell’infanzia.

      Nel 1999, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha riunito gli esperti dei paesi sviluppati e in via di sviluppo, per esaminare il problema e concordare un programma di intervento per la riduzione degli effetti nocivi e l’eliminazione dell’esposizione dei bambini al fumo. La consultazione ha concluso che il fumo rappresenta un reale rischio per la salute e che le politiche sanitarie pubbliche devono proteggere e garantire il diritto di ogni bambino a crescere libero da fumo di tabacco, in accordo con la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia.
      FONTE UPPA

      Patricia Montomoli Patricia Montomoli 7 ottobre 2016 17:03 Rispondi
    • Ti auguro di avere la stessa nostra fortuna Patricia Montomoli…. ah …. giusto per completezza d’informazione basta che tu abbia consumato latte o latticini in gravidanza per aver passato la Caseina al tuo bimbo ….. la caseina è altamente cancerogena…. quindi ti auguro davvero di avere FORTUNA

      Silvia Berton Silvia Berton 7 ottobre 2016 17:06 Rispondi
    • Patricia Montomoli vorrei tanto sapere L età di queste mamme fumatrice!!!!
      E non mi arrampico
      Sugli specchi come dici tu cerco semplicemente di farti capire che in questo mondo dove viviamo oggi non è lo stesso di quando si andava ha giro con il calesse o in bicicletta…ma siamo in un mondo oggi dove tutto è inquinante e fa male soprattutto ai piccoli però non verrà mai ammesso si dà la colpa alle sigarette che per (L amor di dio ripeto che fanno male in gravidanza )perché ci viene più semplice e comodo…non si fa caso tipo a come vengono curate le verdure e quello che ci mettano per fare i pomodori belli Rossi quando sono fuori stagione oppure ci piace andare in vacanza in gravidanza e stare ore ore in mezzo al traffico con le macchine accese e finestrini aperti ha respirare gli scarichi allora l ho sai che dico restate tutte in casa chiuse quando siete in stato di gravidanza

      Valentina Spallina Valentina Spallina 7 ottobre 2016 17:16 Rispondi
    • Brave fumate e fate figli!!!! Se siete contente di puzzare di fumo e impuzzolentire i vostri figli continuate pure.
      Anche la sigaretta è cancerogena .. e per arrivare ai medesimi livelli con la caseina dovrei mangiarmi 1kg di latticini al giorno.. che paragoni assurdi…
      E per la cronaca ho un allevamento di capre e non uso latte di vacca….

      Patricia Montomoli Patricia Montomoli 7 ottobre 2016 17:35 Rispondi
    • Sono contenta di non essere come te, sono fiera di poter insegnare a mio figlio la tolleranza e la diversità anche se non condivisa, sono inoltre orgogliosa di poter trasmettere i miei VALORI a mio figlio …. Tu preoccupati di questo invece di sputare veleno….

      Silvia Berton Silvia Berton 7 ottobre 2016 22:58 Rispondi
    • Il fumo in gravidanza o in allattamento può influenzare patologie gravi o meno gravi che già sono presenti nel organismo. Ora non è perché una donna fuma in gravidanza e il bambino nasce con problemi respiratori la causa è stata la sigaretta, ma la sigaretta è un in più, un aggravante che ha influenzato un rischio che già c era o una patologia già esistente.
      Poi, sfatiamo il mito del bicchiere di vino o una fettina di salame. Il bicchiere a cena con il marito perché è il nostro anniversario fa male quanto la sigaretta dopo il caffè.
      L affettato crudo, le uova, il sushi e tanti altri piatti fanno male o meno a seconda di certi punti di vista.
      In altri paesi, o anni e anni fa le donne incinta mangiavano quello che trovavano e i bambini nascevano e crescevano allo stesso modo, come mai? Eppure mangiavano tutto!
      La carne cruda, così come alcol, sigarette, uova, bevande gassate non sono la causa di malattie o patologie ma sono un aggiunta al problema già esistente!

      Irene Piscitelli Irene Piscitelli 8 ottobre 2016 2:43 Rispondi
  • Parla una fumatrice che ha smesso 6 mesi fa… Sono al’8 vo mese di gravidanza… E appena sul mio test è apparsa quella meravigliosa linietta la mia vita è cambiata… Non avrei mai e poi mai fatto respirare il mio fumo a mio figlio… È da egoista ed incoscienti… Al di là di malattie etc non decidiamo noi se intossicare o meno questa piccolo nuova vita! Come ho smesso io lo potrebbero fare tutte e non venite a dirmi che è difficile per un figlio questo è niente!!

    ElisaeLorenzo Russo ElisaeLorenzo Russo 7 ottobre 2016 14:27 Rispondi
  • Quando scopri di esser incinta in contemporanea con la notizia che tua madre ha un cancro maligno bhe allora ogni tanto la sigaretta l’ho accesa… non giudicate un gesto senza saperecosa ci può stare dietro

    Vita Maria Lentini Vita Maria Lentini 7 ottobre 2016 14:42 Rispondi
    • Qualche cosa sta dietro, forse si dovrebbe valutare anche cosa sta dentro. C’è tutta la vita per fumare, non penso 9 mesi sia la fine del mondo. E con tutto il rispetto, non credo fumare una sigaretta avrebbe migliorato qualcosa…

      Alina Beicu Alina Beicu 8 ottobre 2016 0:06 Rispondi
  • Sono di 37 settimane ho provato con tutto e di tutto x smettere di fumare ma non ci sono riuscita crisi di pianto nervoso depressione è chi più ne ha più ne metta!!!!! Non mi reputo una madre indegna ne un’ egoista le madri indegne sono altre!!!!!

    Francesca Francy Francy Buonanno Francesca Francy Francy Buonanno 7 ottobre 2016 15:10 Rispondi
  • Altro che egoiste!!!delle ignoranti!!!

    Patricia Montomoli Patricia Montomoli 7 ottobre 2016 15:24 Rispondi
  • Nn ci vuole tanto a capire che il fumo fa male al piccolo.chi fuma in gravidanza nn ama il suo.bambino punto

    Dolce Chanel Dolce Chanel 7 ottobre 2016 15:24 Rispondi
    • Ma come ti permetti?

      Elisa Di Cuonzo Elisa Di Cuonzo 7 ottobre 2016 16:11 Rispondi
    • Di dire che una donna che fuma nn ama il suo bambino????? Certo è vero!!!!!

      Dolce Chanel Dolce Chanel 7 ottobre 2016 16:23 Rispondi
    • Ma tu chi sei per venire a dire che io o donne come me che si fumano una sigaretta al giorno, nn amano il proprio bambino???? Impara a vedere come fai te la madre e prima di giudicare gli altri giudica te stessa.. Io nn giudico nessuno è tanto meno una donna che fa la madre.. Ma dire che nn amo e nn amiamo i nostri figli nn ti puoi permettere.. Questo gruppo è stato creato per dare consigli nn giudizi!!!!

      Elisa Di Cuonzo Elisa Di Cuonzo 7 ottobre 2016 16:36 Rispondi
    • Rispetto la tua opinione ma nn la condivido…..in gravidanza si fanno tantissimi esami per vedere se il bimbo cresce bene….e si prende l acido.follico e se poi sei positiva alla toxo nn puoi mangiare cose crude e devi lavare tutto e disinfettare tutto…..quando si fa il test conbinato associato al tre test speri che.nn abbia problemi…tutto questo lo si fa per il bene del bambino….no???? Vedere una donna con il pancione e con la sigaretta in.bocca fa schifo……io nn ce l ho con te…ogniuno dimostra il bene al proprio figlio in svariati modi….ma si sa che il fumo FA MALE….SOPRATTUTTO QUELLO PASSIVO. Poi se ti senti toccata è un problema tuo…io ho espresso la mia opinione……a te piace fumare? Continua! Hai fumato o stai fumando in gravidanza? Brava!!!!! A me nn viene in tasca niente sai…….:-) 🙂

      Dolce Chanel Dolce Chanel 7 ottobre 2016 16:50 Rispondi
    • No ma forse nn hai capito, nn avevo bisogno di qualcuno che mi dicesse che il fumo fa male.. Sai? Appunto che a quanto pare sei una madre anche tu,nn ti puoi permettere di dire che una madre nn ama il proprio figlio, perché se fosse il contrario penso che le balle ti girano, io sono una fumatrice e sono anche in gravidanza e ne fumo 1/2 al giorno, opinione è un conto giudizio è un altro! Con questo concludo

      Elisa Di Cuonzo Elisa Di Cuonzo 7 ottobre 2016 16:58 Rispondi
    • Una madre che fuma nn ama il proprio figlio….e con questo concludo…..:-) 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂

      Dolce Chanel Dolce Chanel 7 ottobre 2016 17:01 Rispondi
    • Dolce Chanel…. vergognati …. e assicurati di avere il cervello inserito prima di scrivere altre stupidate!

      Silvia Berton Silvia Berton 7 ottobre 2016 17:37 Rispondi
    • Dolce Chanel premetto che io ho smessp appena ho saputo il positivo, ma forse dovresti informarti meglio, il fumo è una droga a tutti gli effetti, si lega al cervellp, ci sono veri e propri gruppi di supporto per la disintossicazione della sigaretta, forse prima di giudicare chi non riesce dovresti informarti un pochino meglio. Sei solo cattiva e velenosa, vorrei proprio vedere tu che “super mamma” sei

      Nicole Derosas Nicole Derosas 8 ottobre 2016 6:24 Rispondi
    • Nn sono ne velenosa ne cattiva ma dico le cose che penso…siamo in un paese libero no?????

      Dolce Chanel Dolce Chanel 8 ottobre 2016 10:10 Rispondi
    • Nicole Derosas ben detto .. Sta gente che sa solo giudicare .. Voglio vedere voi come fate le madri!!!! La differenza è semplicemente avere la maturità di nn dire che nn amiamo i nostri figli!!!

      Elisa Di Cuonzo Elisa Di Cuonzo 8 ottobre 2016 15:42 Rispondi
  • Togliendo le discussioni…. SE VI TOGLIETE IL VIZIO NON VI CADE MICA LA LINGUA..

    Rossella Marino Rossella Marino 7 ottobre 2016 15:41 Rispondi
  • Ogni scusa è buona per non smettere di fumare!! Ma se già in un adulto normale il fumo danneggia organi e fa male, figuriamoci in un feto!! E non ci culliamo con la scusa che tante fumano in gravidanza e non è successo nulla!!

    Martina Murrone Martina Murrone 7 ottobre 2016 16:08 Rispondi
  • Se una mamma non è nemmeno in grado di smettere di fumare quando è incinta meglio che un figlio non lo faccia proprio

    Beatrice Pomili Beatrice Pomili 7 ottobre 2016 16:20 Rispondi
  • Quelle che fumano ingravidanza mi fanno schifo
    Ma come caxxo fate vergognatevi

    Antonia Matera Antonia Matera 7 ottobre 2016 16:20 Rispondi
  • Come si fa a non rinunciare ad un vizio tanto stupido quando si ha un’altra vita dentro ???nel 2016 non si può credere che filerà tutto liscio e che non ci saranno conseguenze… Possibile??

    Elisa Micci Elisa Micci 7 ottobre 2016 16:42 Rispondi
  • I bambini sono estremamente sensibili all’azione irritante del tabacco. È stato dimostrato che le infezioni respiratorie e l’asma allergico sono molto più frequenti nei figli di fumatori. Secondo uno studio che fu fatto qualche anno fa a Napoli, un pediatra che segua ottocento assistiti, effettua circa 276 visite all’anno in più, solo per colpa del fumo di sigaretta dei genitori. Nello studio bronchiti, faringiti, otiti ricorrenti e asma erano le principali cause di visite.

    Perché succede questo se nessuno fuma vicino ai bambini (o almeno così dice)? Il fumatore è certamente un portatore di irritazione cronica delle vie respiratorie: questo vuol dire che nelle sue vie aeree vive, in simbiosi con lui, una miriade di germi patogeni che mantengono un’infiammazione cronica (che di tanto in tanto si riacutizza). Il suo respiro è un continuo diffondere di questi germi attraverso goccioline microscopiche che vengono emesse a ogni espirazione. Un suo colpo di tosse è una vera e propria “impallinata”. È ovvio che un bambino che conviva con un fumatore, abbia molte più occasioni di contagiarsi per un’infezione respiratoria.

    Fumo e gravidanza

    I danni sono maggiori se la mamma ha fumato in gravidanza. In questo caso è documentata una maggiore incidenza di aborti e nascite di bambini con basso peso, che è uno dei più importanti fattori di morbilità del periodo perinatale. Quando la mamma ha fumato in gravidanza, se tutto va bene dopo la nascita, la suscettibilità alle infezioni è ancora maggiore rispetto al bambino che vive in un ambiente dove si fuma, ma figlio di una mamma che non ha fumato in gravidanza. I metaboliti tossici del tabacco inoltre passano anche nel latte materno.

    Asma

    Il fumo di sigaretta, insieme alla posizione prona e all’eccessivo calore, è uno dei fattori che ha mostrato una significativa correlazione con la SIDS (Sudden Infant Death Sindrome cioè sindrome della morte improvvisa del lattante) che è una tragica malattia che ha un solo sintomo del tutto inatteso: la morte!

    Soggetti asmatici

    Il fumo può indurre broncolabilità e può favorire o complicare un’asma. L’asma è una patologia complessa, ma qui voglio solo ricordare che, mentre gli asmatici solo allergici hanno un’attesa di vita uguale a quella della popolazione normale (pur convivendo per sempre più o meno bene con la loro malattia), gli asmatici allergici e fumatori evolvono spesso, progressivamente, verso la Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva. Una situazione grave, cronica, incurabile e molto invalidante che, tra l’altro, abbrevia l’attesa di vita.

    Fumo e cancro

    “Il fumo fa venire il cancro al polmone…”. È vero, e sarebbe giusto dire anche della laringe, del cavo faringeo, dello stomaco; ma ha una azione tossica anche sui vasi sanguigni. Il fumatore ha, infatti, un maggiore rischio di avere infarti, ictus, tromboflebiti. Tutte patologie gravi e spesso terminali. Togliere il vizio del fumo è difficile. Ma credo che sapere fino in fondo il danno che si arreca a quanto si ha di più caro, sia una motivazione forte per riuscire a smettere.

    I diritti dell’infanzia

    Secondo la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia tutti i bambini hanno un diritto assoluto alla salute e allo sviluppo. Di conseguenza, l’uso e l’esposizione dei bambini ai noti rischi da tabacco costituisce una violazione di diritti dell’infanzia.

    Nel 1999, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha riunito gli esperti dei paesi sviluppati e in via di sviluppo, per esaminare il problema e concordare un programma di intervento per la riduzione degli effetti nocivi e l’eliminazione dell’esposizione dei bambini al fumo. La consultazione ha concluso che il fumo rappresenta un reale rischio per la salute e che le politiche sanitarie pubbliche devono proteggere e garantire il diritto di ogni bambino a crescere libero da fumo di tabacco, in accordo con la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia.
    Fonte UPPA

    Patricia Montomoli Patricia Montomoli 7 ottobre 2016 17:04 Rispondi
  • penso sia riferito a donne che fumano molto, un paio di sigarette nn saranno poi cosi dannose, nn fraintendetemi nn voglio essere superficiale, ma certi ginecologi le consentono fino a 5 al giorno. io sono riuscita a smettere

    Fabiana Pezzoli Fabiana Pezzoli 7 ottobre 2016 17:32 Rispondi
  • Il fumo fa male è sempre risaputo ma l articolo dice che mediante esso si rischia la schizofrenia che paradossalmente è una boiata enorme xchè ha altre cause,chi emette tali articoli falsi x manipolare la psiche della gente intimorendola dovrebbe ritornare a scuola o farsi un corso di medicina infantile e neonatale

    Elisabetta Cuorgentile Elisabetta Cuorgentile 7 ottobre 2016 19:48 Rispondi
    • L’articolo è stato emesso da tre università, oltre che dal National Institute of Health and Welfare in Finlandia. Noi abbiamo visto oggi un paio di persone estremamente maleducate, che non hanno letto l’articolo (non parla di schizofrenia a caso, ma di un gruppo di bambini malati e sani, ma provenienti da un contesto di rischio secondo cui abbiamo elencato gli ulteriori fattori) e che non sanno scrivere (non si scrive “schizzofrenia”), dire di accendere il cervello ad altre mamme, rispondendo male e con arroganza. Forse chi deve farsi un esame di coscienza, non sono i ricercatori di queste tre università, e nemmeno l’istituto nazionale della sanità di Finlandia.

      maternita.it maternita.it 7 ottobre 2016 20:24 Rispondi
    • infatti nn ho messo in discussione il lavoro dei ricercatori essendo colleghi,ma di chi sta dietro a scrivere le informazioni x fare l articolo dato che spesso ingigantiscono le informazioni a noi comuni mortali,lavorando sulla psiche degli individui,e sminuendo cosi il loro lavoro di ricerca,che x colpa delle case farmaceutiche,giornalisti e scribacchini ecc nn dovrebbero distorcere nulla in questo mondo informandosi prima di come funziona un corpo umano e la medicina infantile e nn.

      Elisabetta Cuorgentile Elisabetta Cuorgentile 7 ottobre 2016 21:18 Rispondi
  • A chi giudica dicendo che il fumo è un vizio, vorrei dire di andare ad informarsi, intanto mangiarsi le unghie è un vizio, la sigaretta è una dipendenza, tanto che la nicotina si lega al cervello, e senza un supporto esterno è estremamente difficile smettere, infatti esistono dei centri di disintossicazione. La sigaretta crea una dipendenza più forte e veloce di qualsiasi droga illegale

    Nicole Derosas Nicole Derosas 8 ottobre 2016 6:26 Rispondi
  • Se una donna che è in stato di gravidanza non riesce a smettere di fumare fategli passare i nove mesi ricoverata in ospedale così il bimbo in quei nove mesi almeno è cautelato.

    Maria Federico Maria Federico 8 ottobre 2016 9:19 Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *