Allattare in viaggio: è facile se sai come farlo

Scritto da

Tempo di vacanze e di grandi viaggi, ma chi sta allattando come gestisce le lunghe distanze? Senza creare sterili polemiche, ma semplicemente per dare un’informazione, allattare in viaggio è molto meno complicato di quanto sembra, perché non c’è bisogno di portarsi dietro biberon, sterilizzatori, latte e quant’altro. L’importante comunque è sapersi gestire. Diciamo che rispetto a chi allatta naturalmente si dovranno trovare dei luoghi per la sosta dove appunto preparare la formula e successivamente sterilizzare i contenitori per poi riutilizzarli. Nulla di impossibile comunque.

Se si allatta al seno, invece, la tentazione di tenere il piccolo in braccio o anche attaccato al seno durante la marcia in auto è da tenere a bada. Mettiamo subito i paletti, anche se ormai tutte lo sappiamo: per allattare anche al seno ci si ferma. Con l’auto in corsa il bambino deve stare nel suo supporto, ovetto, navicella o seggiolino che sia. Facciamo un po’ d’ordine e vediamo come ci si comporta con i i diversi mezzi.

In aereo

Se si viaggia in aereo e il bambino ha meno di 2 anni dovrà stare in braccio alla mamma legato con l’apposita cintura per passeggeri infant. Per quanto riguarda l’allattamento non c’è nessuna controindicazione, l’alta quota non da problemi, al contrario, sarebbe bene farlo attaccare durante il decollo e l’atterraggio per compensare gli sbalzi di pressione ed evitare fastidi alle orecchie. Se ha più di due anni dovrà stare nel suo sedile ben legato, ma per le più “elastiche” dare il seno è possibile anche senza slegarsi. Una volta che il segnale si sarà spento però potrete prendere il bimbo in braccio se lo richiede e anche in questo caso allattamento libero serenamente.

In treno

In treno il neonato viaggia in braccio alla mamma o nel suo passeggino. Si può comunque prendere il bimbo e allattarlo in tutta sicurezza sia al seno che col biberon.

In auto

In auto ribadiamo il concetto che per allattare si fa una sosta. Il numero di poppate dipende da quanto il nostro bambino lo richiede, quindi se molto piccolo ne occorreranno diverse oppure si dovrà viaggiare durante i suoi riposini. Paura del rigurgito? Se non soffre di mal d’auto non ci saranno problemi dovuti al movimento, diversamente ci vorrà un po’ di pazienza. Alcune donne riescono ad allattare pur restando allacciate alla loro cintura e col bambino legato, ma se non si è brave contorsioniste meglio una fermata in più.

Quando allattare

In viaggio la richiesta del seno non è dovuta solo alla fame, ma anche al bisogno di dissetarsi oppure alla ricerca di coccole. I bambini non riescono a manifestare il disagio se non con il pianto, fermarsi e dare loro il seno li rilasserà.

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Allattamento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *