Vestitini del neonato: ecco come lavarli in sicurezza

Scritto da
vestitini-del-neonato-ecco-come-lavarli-in-sicurezza
info@maternita.it'

Occorre prestare notevole attenzione quando ci si appresta a lavare i vestiti di un neonato. E’ infatti di fondamentale importanza eliminare la maggior parte di batteri o microrganismi che possano attaccarsi agli indumenti del bimbo e creare col tempo spiacevoli situazioni patologiche. Tutto questo va ulteriormente valutato con grande scrupolo in questa fase di acuta emergenza sanitaria. Vediamo insieme quali sono le cose da sapere per lavare in totale sicurezza i vestiti di un neonato.

L’importanza di lavare “bene” i vestiti dei neonati

Come sottolineato, è di enorme importanza soprattutto in questa fase di pandemia prestare massima attenzione al corretto lavaggio degli indumenti del neonato. Una perfetta procedura di lavaggio e disinfezione annulla il rischio di venire a contatto con batteri o virus, che possano provocare problematiche di qualsiasi tipo al piccolo. In modo particolare bisogna tenere conto che la pelle dei piccoli bimbi è molto più delicata della nostra, e al tempo stesso risulta meno protetta e più facilmente irritabile. Così come procediamo diverse volte al giorno alla sterilizzazione attenta e precisa di ciucci, biberon e strumenti destinati al neonato, così dovremmo comportarci con gli indumenti che normalmente gli facciamo indossare.

I consigli su come lavare i vestiti dei neonati

Alcuni pratici suggerimenti ti possono risultare molto utili per lavare e disinfettare correttamente i vestiti dei neonati. Comincia con il fare riferimento all’etichetta del capo da lavare. Solitamente questa dovrebbe darti tutte le informazioni necessarie per la giusta pratica di lavaggio del vestito. Buona norma è sicuramente quella di lavare i panni del bimbo separatamente dal resto della biancheria sporca. Il bucato dei neonati va trattato a parte rispetto a tutti gli altri vestiti degli adulti. Soltanto in questa maniera si evita il rischio di un pericoloso passaggio di batteri sui capi del piccolo.

Qualora non fosse possibile distinguere la fasi di lavaggio allora un consiglio applicabile è quello di utilizzare sugli indumenti del neonato prodotti igienizzanti e battericidi appositi. Un altro importante accorgimento da tenere ben presente è quello di far asciugare i vestiti del neonato in modo perfetto e completo. Soprattutto in questa stagione particolarmente umida e fredda è determinante che ogni capo sia totalmente asciutto, così da evitare la formazione di muffe o infezioni. Se possibile stendi i panni bagnati al sole, o all’aperto. Questo è senza alcun dubbio il metodo migliore per eliminare organismi patogeni che si possono annidare nei vestiti. In caso di brutto tempo opta per una stanza spaziosa, pulita e ben riscaldata.

Non usare prodotti chimici aggressivi per lavare o smacchiare i vestiti del neonato. Evita dunque candeggina o detersivi contenenti additivi sbiancanti in eccesso. Proprio perché la cute del bimbo è molto delicata tutti questi composti possono causare dermatiti, irritazioni o allergie. Affidati perciò a prodotti naturali a base di sapone, che aiutano a proteggere e salvaguardare la pelle del bimbo. In tal senso anche molti degli ammorbidenti presenti in commercio possono nuocere al bimbo. Molti di questi detersivi infatti contengono grandi quantità di allergeni che sulla pelle di un neonato possono provocare irritazioni anche estese e pericolose.

Il video della settimana

Categorie dell'articolo:
Ho un bimbo