Come tonificare i glutei in gravidanza

Scritto da
tonificare glutei gravidanza

In gravidanza non solo è possibile praticare sport ma è consigliato sia per aumentare il benessere fisico che quello psicologico. Ovviamente non tutti gli sport sono consentiti e una moderata attività fisica può essere effettuata solo se non ci sono specifiche controindicazioni.

Tonificare i glutei è una di quelle attività permesse in gravidanza. Vediamo assieme gli esercizi più utili per rinforzare i muscoli del fondoschiena durante la gestazione.

Tonificare i glutei in gravidanza senza faticare

Una recente ricerca di settore condotta presso l’Università di Montreal, ha dimostrato che effettuare almeno tre volte a settimana una qualsiasi attività sportiva per venti minuti, aiuta a mantenere il benessere sia del feto che della gestante. Gli esercizi per tonificare i glutei non solo hanno a che fare con l’aspetto estetico del proprio corpo ma anche con la salute. Questi muscoli infatti sostengono la schiena, provata dal peso della pancia.

Il primo esercizio da effettuare è quello del sollevamento del bacino. Flettete le ginocchia mantenendo la pianta dei piedi appoggiata completamente a terra. I piedi dovranno essere aperti alla stessa larghezza dei fianchi. Mantenete le braccia distese e sollevatevi in piedi facendo forza sui glutei. Durante l’esercizio mantenete sempre i glutei ben contratti per renderlo efficace. Eseguite tre serie di esercizi di sollevamento del bacino per 25 ripetizioni ciascuna.

Successivamente passate all’apertura laterale della gamba prima destra e poi sinistra. Appoggiate gomiti e avambracci a terra e divaricate le ginocchia. Cercate di rilassare la schiena e contraete i glutei. Sollevate di lato una delle due gambe piegandola e portandola a 90°. Eseguite questo movimento per 30 volte poi cambiate gamba.

Squat in gravidanza

Un altro esercizio particolarmente utile per tonificare i glutei durante la gravidanza è lo squat. Divaricate le gambe e controllate che i piedi non oltrepassino la linea delle spalle. Mantenendo schiena dritta, glutei e addominali contratti piegatevi sulle ginocchia. Durante il piegamento mantenente le cosce parallele alla superficie d’appoggio. Le ginocchia devono essere perfettamente il linea con i piedi completamente appoggiati a terra altrimenti rischiate di sovraccaricare inutilmente le ginocchia. Dopo la flessione ritornate al punto di partenza. Effettuate tre serie da 25 ripetizioni ciascuna.

Tutti questi esercizi effettuati almeno una volta ogni due giorni, aiutano a mantenere i glutei sodi e a rinforzare i muscoli che sostengono la colonna vertebrale. Alla fine della gestazione avvertirete meno fastidi alla colonna vertebrale. Rinforzare i muscoli del parto è un buon metodo anche per partorire avendo un po’ più di forza durante le spinte espulsive

Condividi il post:

Categorie dell'articolo:
Fitness

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.