Orosei, bimbo di 7 anni annega in piscina: si tratta dell’ennesimo caso in questa estate

Scritto da
orosei-bimbo-di-7-anni-annega-in-piscina-si-tratta-dellennesimo-caso-in-questa-estate
info@maternita.it'

Un bimbo di sette anni è annegato nella piscina di un hotel a Orosei (Nuoro), dopo che la sua manina è rimasta incastrata in uno dei bocchettoni della vasca: si tratta dell’ennesima tragedia di questo tipo di cui le cronache devono rendere conto in questa estate.

Bimbo di sette anni annega in piscina

Ancora una volta la tragedia ha avuto luogo in mezzo a tante persone che hanno assistito impotenti e, come nei precedenti casi, la vittima è un minore che stava giocando assieme agli amichetti: a Orosei, in provincia di Nuoro, un bimbo di sette anni è annegato nella piscina di un hotel e nonostante il tempestivo arrivo dei soccorritori che hanno provato a rianimarlo per un’ora.

Come prevedibile, adesso sulla vicenda indagano gli uomini del Corpo dei Carabinieri locale e, in base al referto del medico legale, il pm deciderà o meno se aprire un fascicolo d’inchiesta.

Intanto, tuttavia, resta lo strazio dell’ennesima coppia di genitori (la madre, di origine ecuadoregna, lavora proprio nello stesso residence) e anche l’interrogativo se non si potesse evitare quest’ennesima tragedia, mentre qualcuno si interroga ora sulla sicurezza delle piscine per i più piccoli, specie alla luce dei precedenti che hanno funestato l’estate.

Ennesima tragedia in vasca

Stando alla ricostruzione dell’accaduto, il bimbo stava giocando in piscina quando è improvvisamente scomparso, per poi risalire in superficie oramai privo di conoscenza: alcune fonti giornalistiche, ancora da verificare, sostengono che il piccolo avrebbe infilato la sua manina in uno dei bocchettoni della vasca, rimanendo incastrato e non riuscendo a riemergere.

Adesso i Carabinieri stanno raccogliendo anche le testimonianze di tutti i presenti per capire meglio la dinamica e appurare se, anche a livello di sicurezza, sia stato fatto tutto il possibile e non vi siano state delle mancanze.

Inoltre, solamente pochi giorni fa due adolescenti erano annegati in piscina nel Torinese (con la ragazzina che aveva provato a salvare l’amico), mentre ancora più scalpore aveva destato la morte a luglio di una 13enne a Sperlonga, annegata in piscina dopo essere stata risucchiata da uno dei bocchettoni.

Categorie dell'articolo:
News e Gossip

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.