Napoli: in piazza del Plebiscito spunta il bambino di marmo, ecco il suo messaggio

Scritto da
napoli-in-piazza-del-plebiscito-spunta-il-bambino-di-marmo-ecco-il-suo-messaggio
info@maternita.it'

Napoli si è risvegliata con una nuova opera dell’artista Jago in Piazza del Plebiscito. Si tratta di una statua che ritrae un bambino abbandonato, il suo nome è Look Down, ma qual è il significato?

Look down, non lockdown

L’opera dell’artista Jago raffigura un neonato rannicchiato in posizione fetale, sui sampietrini, legato a terra con una catena di ferro. Questa grande scultura è stata installata a Napoli all’alba il 5 novembre 2020 in collaborazione con la Fondazione San Gennaro. Quest’ultima, realizzata interamente in marmo bianco, ha accolto fin da subito la diffidenza e la curiosità dei passanti, ma qual è il suo significato? Look down e non lockdown, sta a significare sguardo basso come quello di chi è stanco, di chi non sopporta più il peso di questa lunga catena che negli ultimi mesi siamo stati costretti a trascinare. Una condizione che riguarda una grande fetta della società in questo momento storico che è letteralmente schiacciata dalla crisi che noi tutti stiamo vivendo. Inoltre, è anche un invito a guardare in basso, verso i problemi sociali che sono stati scatenati dalla pandemia e ad una povertà sempre più diffusa. Lo stesso artista si è espresso riguardo la sua opera ribadendo il concetto che quello che voleva dire lo ha già espresso realizzandola. Non c’è nulla da aggiungere, quindi, ogni persona può interpretarla come vuole, questo è il suo linguaggio. Dietro questa rappresentazione scultorea si nasconde anche un altro messaggio, quello di abbandonare un’opera di alto valore nel bel mezzo di una piazza, esposta agli agenti atmosferici e agli atti vandalici, vulnerabile come un neonato.

Conosciamo meglio l’artista

Jago è da sempre stato innamorato di Napoli e da più di un anno si è stabilito con il suo laboratorio ai Vergini grazie al sostegno della Fondazione San Gennaro e di suo padre Antonio Loffredo. La sua officina sarà presto aperta a tutti, anche se quest’artista una sorta di museo, anche se virtuale, lo ho già, visto che è molto attivo sui social. Ogni suo post riceve milioni di like e commenti, basta andare sul suo profilo Facebook per scoprirlo.

Tags dell'articolo:
· ·
Categorie dell'articolo:
News e Gossip