Bambini e asilo nido: uno studio rivela che frequentarlo aiuta lo sviluppo psicologico

Scritto da
info@maternita.it'

La frequenza dell’asilo nido per i bimbi non solo è una necessità per tanti genitori ma, secondo una ricerca francese, ha effetti benefici sullo sviluppo psicologico dei più piccoli: infatti, il contatto quotidiano con dei coetanei in quell’ambiente aiuta a migliorare le relazioni sociali e anche la sfera emotiva.

L’importanza dell’asilo nido per i bimbi

Il distacco dal bambino, quando viene il momento (spesso inevitabile, a causa di impegni lavorativi e non solo) di iscriverlo al nido, per molti genitori è difficile da affrontare ma uno studio reso noto di recente in Francia ha contribuito ad arricchire l’elenco dei motivi per cui la frequenza dei più piccoli a questo tipo di strutture educative non solo è necessaria ma anche importante per il loro sviluppo socio-emotivo. Infatti, l’Institut Pierre Louis d’Epidémiologie et de Santé Publique, in coordinamento con l’Università di Bordeaux, ha mostrato come stare a contatto coi propri coetanei favorisca lo sviluppo psicologico del bimbo e a fargli vivere meglio le proprie emozioni, grazie soprattutto ai continui stimoli che arrivano dalle attività svolte e dalle educatrici, ben diversi da quelli (comunque importanti) che si hanno tra le mura di casa.

I risultati della ricerca francese

Per arrivare a queste conclusioni, i ricercatori hanno preso in esame un campione di 1428 bambini che, da parte loro, avevano già partecipato a un precedente studio denominato “Eden” e che prendeva in esame i fattori che concorrevano allo sviluppo infantile. Il monitoraggio ha coperto un arco di tempo che andava dalla loro nascita fino agli otto anni e si basava anche su tre questionari somministrati ai loro genitori a intervalli regolari (a tre e cinque anni, più uno finale): estrapolando i dati, si è notato che tendenzialmente coloro che avevano frequentato il nido in modo continuativo, ovvero almeno per un anno, presentavano durante la crescita meno problemi emotivi a livello personale e anche minor difficoltà sul piano dei rapporti “sociali”. Inoltre, i risultati di questo studio adesso potranno essere utilizzati in futuro per capire anche se e come gli effetti positivi dell’asilo nido possano evitare l’insorgenza di disturbi psichiatrici dopo l’adolescenza.

Condividi il post:
Tags dell'articolo:
· ·
Categorie dell'articolo:
Ho un bimbo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.