Un bagnetto green con i prodotti naturali!

Scritto da

Prendersi cura al meglio dell’igiene del bambino significa scegliere con attenzione i prodotti da utilizzare per ottenere una detersione efficace e delicata, sempre nel massimo rispetto della pelle sensibile del neonato. Che cosa si intende per “bagnetto green”?

Oltre ai prodotti in commercio delle marche più diffuse, spesso criticati per la presenza di additivi chimici aggressivi come parabeni, siliconi e petrolati, esiste una soluzione alternativa per una cura baby a tutto tondo, estremamente naturale e tollerante: la scelta di prodotti green, semplici quanto preformanti, e perfetti non solo per pulire il piccolo, ma anche per prendersi cura delle esigenze specifiche del derma.

Durante il bagnetto, per detergere delicatamente e lenire la pelle del bambino da arrossamenti ed irritazioni, come quelle causate dai pannolini, è indicato aggiungere all’acqua della vaschetta qualche cucchiaio di amido di riso. Diluito in acqua, infatti, l’amido di riso igienizza tutto il corpo e lascia la pelle naturalmente più morbida ed elastica.

Per un’ottima azione contro le irritazioni della cute, è suggerita anche l’aggiunta di bicarbonato di sodio: questo ingrediente, infatti, purifica la pelle in tutta naturalezza e la lascia fresca, protetta e morbida a lungo.

Quali prodotti scegliere, invece, per la detersione del cuoio capelluto dei più piccoli?

Bicarbonato ed amido sono due prodotti versatili ed indicati per un’igiene a tutto tondo.

Tuttavia, per una maggiore azione purificante della chioma è possibile sfruttare i benefici green del sapone di Aleppo, avendo cura di scegliere quello con una maggior percentuale di olio d’oliva a discapito di quella di olio di salvia.

E per trattare la crosta lattea in modo delicato?

Prima del bagnetto, provate a tamponare leggermente la cute del piccolo con un batuffolo imbevuto di olio di mandorle o di olio di oliva, per un effetto idratante ed una pelle rigenerata e nutrita a fondo.

Condividi il post:

Tags dell'articolo:
·
Categorie dell'articolo:
Cura del bambino

Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *